Pressione alta: un aiuto dai raggi Uv?

di Valentina Cervelli 0

L’esposizione al sole deve essere condotta con le giuste precauzioni. Questo non significa però che le radiazioni ultraviolette che i raggi del sole contengono siano solo foriere di effetti negativi, Secondo uno studio inglese recentemente condotto, i raggi Uv potrebbero essere utili anche per abbassare la pressione arteriosa.

Un’arma per combattere l’ipertensione? Forse. Da qui a dire però che i raggi ultravioletti siano i nostri migliori amici per evitare l’incidenza di infarto ed ictus ne passa ancora molto. Questo perché è ormai comprovato che siano un fattore di rischio molto importante per lo sviluppo di tumori della pelle e del melanoma e si tratta di uno stato di cose che non possiamo ignorare, Premesso ciò, Richard Weller, esperto di dermatologia dell’Università di Edimburgo ha presentato i risultati del suo studio presso l’International Investigative Dermatology 2013, un convegno in corso in questi giorni nella città scozzese.

Per giungere a tali risultati, il ricercatore ed i suoi colleghi hanno preso un campione di 24 volontari e ne hanno analizzato la pressione arteriosa dopo averli randomicamente esposti a lampade Uv o a lampade emananti calore non associato a radiazioni ultraviolette. E’ emerso che la pressione del sangue diminuisce in maniera sensibile dopo un ora di esposizione ai raggi Uv, (sia che si tratti di radiazioni solari o lettini abbronzanti, N.d.R.) ma non dopo un ora di esposizione al solo calore. I raggi Uv, secondo lo studio, favorirebbero il rilascio di ossido nitrico, una molecola capace di agire sull’ipertensione. Commenta il dott. Weller:

I benefici per la salute del cuore della luce solare sono superiori al rischio di cancro alla pelle. l lavoro che abbiamo condotto fornisce un meccanismo che potrebbe spiegarlo. Ora intendiamo studiare il rischio relativo di malattie cardiache e cancro alla pelle in persone esposte a diverse quantità di luce solare. Se si confermerà che la luce riduce il tasso di decesso per qualsiasi causa dovremo riconsiderare i nostri consigli sull’esposizione al sole.

Voi cosa ne pensate?

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>