Come mantenere giovane il cervello

di Redazione 1

Come un muscolo il cervello è influenzato positivamente dall’allenamento. Ma, a differenza del muscolo, il risultato non è un aumento quantitativo (più forza) ma qualitativo, ovvero più creatività. E così lo scopo principale degli esercizi che seguono è quello di riconoscere prima i meccanismi mentali che ci imprigionano e poi offrire la possibilità di cambiarli o inventarne di nuovi. Gli esercizi sono stati elaborati dal Neurobic Group of Italy . Prendete carta e penna e immaginate un dialogo secondo questo schema.

Pensare al posto di un altro:
Luca dice: da adesso il mio nome è Marco.
Marco chiede: che cosa farebbe Luca in questa situazione? E perché?
Luca risponde: …….
Marco chiede: come lo farebbe Luca?
Luca risponde:……
Marco chiede: Luca, VUOI veramente fare così? Ci sono alternative?
La situazione si ribalta e Luca chiede a Marco: tu cosa faresti al mio posto? Come lo faresti? Lo vorresti fare?

L’esercizio delle etichette:
Diamoci delle etichette, delle definizioni, le frasi con cui definiamo di fronte a noi stessi e agli altri ‘sono fatto così‘. Dopo aver fatto l’elenco, riconoscere se le riteniamo vere. Il vantaggio di essere aggrappati ad un’etichetta e quello di fuggire, di giustificare i nostri comportamenti. Perché tanto siamo… e non possiamo farci nulla.
Soluzioni:

  1. Abolire la frase: ‘io sono…’ e sostituirla con: ‘Fino ad oggi ho scelto di essere…’
  2.  Dirsi a voce alta: ‘posso cambiare se mi ci metto’
  3. Sostituire la frase: ‘sono sempre stato così’ non ‘ho intenzione di essere diverso, da oggi’
  4. Dedicare una giornata a fare cose mai fatte prima

Le abitudini impigriscono il cervello. Eppure la nostra vita è una sequenza di schemi mentali consolidati che abbandoniamo con difficoltà. Come sostiene Larry Ka nel suo libro “Fitness della mente“, testo base della neurobiotica americana e pubblicato in Italia da Red:

“E’ sorprendente quanto prevedibile e priva di sorprese sia la vita di tutti i giorni. Il potere della corteccia cerebrale di formare nuove associazioni è ampiamente sottoutilizzato Se andate in ufficio facendo sempre la stessa strada è inevitabile che usiate sempre gli stessi percorsi cerebrali. Il cervello invece, ha bisogno di novità che inducono un aumento dell’attività dell’attività corticale nelle aree più disparate”

Che fare? Ecco alcuni esercizi, ripresi dal testo di Katz per costringerci al confronto con le novità.

  1. Coinvolgere uno o più sensi in un contesto diverso
  2. Girare per la casa bendati ed orientatevi invece con udito tatto ed olfatto. E importante usare in particolare questo ultimo senso perché l’apparato olfattivo ha una linea diretta con l’ippocampo, l’area del cervello preposta a costruire le “mappe spaziali” del nostro mondo.
  3.  Oppure: la mattina vestitevi ad occhi chiusi, cercate le chiavi nella borsa senza guardarci dentro, consumate un pasto in silenzio concentrandovi sui “gusti e le sensazioni che vi danno”
  4. Rompere gli schemi. Abolite la monotonia in modo insolito: scegliete percorsi diversi per andare in ufficio, fate la spesa al mercato invece che al supermercato, oppure cambiate quartiere, sperimentate zone nuove in cui sia messa alla prova la capacità di orientarsi.
  5. Per cambiare le consuete abitudini olfattive del mattino associate un odore diverso all’inizio della giornata. Mettete sul comodino una boccetta di essenza come menta, cannella, rosmarino, quello che vi piace di più e aspiratene il profumo appena svegli. Cambiate aroma ogni settimana.
  6.  Lavatevi i denti o mangiate con la mano che non usate di solito. Questo esercizio ci obbliga ad usare l’emisfero del cervello opposto a quello che si usa normalmente. Provate ad usare una mano sola per compiere azioni e movimenti fini come abbottonare la camicia, infilare le scarpe o vestirsi.
  7. Scegliere i vestiti usando solo il tatto e tentando di riconoscere gli abiti della loro forma e consistenza. Variate l’ordine di ciò che fate abitualmente, se ví vestite dopo aver fatto colazione, fatelo prima e così con altre attività abituali della vostra giornata. Se non potete modificare quello che fate, modificate come lo fate.
  8. Leggete qualcosa ad alta voce, insieme al partner, alternandovi nei ruoli di lettore e ascoltatore. Quando leggiamo ad alta voce, attiviamo circuiti del cervello diversi da quelli usati quando leggiamo in silenzio. Andate in edicola e prendete una rivista completamente diversa dai vostri interessi abituali. Oppure, da fare anche con amici, leggete gli annunci dei quotidiani e pensate a quello che potreste fare se accettaste uno di quei lavori, meglio se molto diversi da ciò che fate abitualmente.
  9. Fatevi preparare una macedonia, in modo da non sapere cosa contiene, e mangiatela bendati o ad occhi chiusi. Cercate di riconoscere ciascun frutto singolarmente. Fate lo stesso con le pietanze, provando ad indovinare tutti gli ingredienti. Può essere anche un un gioco divertente.

Commenti (1)

  1. e’ meglio che ci siano seri videogames che insegnano a studiare matematica finanziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>