Al mattino non ha fame? Fate colazione insieme

di Redazione 1

La dieta delle popolazioni mediterranee (verdura, frutta, pasta, pesce, olio d’oliva, latte e latticini) è un modello in tutto il mondo perché è provato che fa vivere di più e meglio. Purtroppo la seguiamo sempre meno, siamo sempre più stressati e ci muoviamo pochissimo. Il tutto favorisce l’aumento eccessivo del grasso e del peso. Anche nei bambini.

 Che fare? Possiamo ottenere molto modificando alcune abitudini, ad esempio la colazione e le merende. Molte mamme dicono: «Il mio bambino non fa colazione perché non ha fame al mattino!». Eppure sappiamo che una colazione regolare e abbondante è fortemente consigliata: gli zuccheri contenuti in latte, pane, cereali, frutta e marmellata sono indispensabili per un ottimale apprendimento durante le cinque ore di lezione del mattino. Allo stesso modo mangiare sempre una merenda a metà mattina migliora la performance scolastica, riduce lo sfinimento a fine mattina e il rischio di iperalimentazione compensatone al pranzo.

Anche in questo caso preferenza ai cibi ricchi in carboidrati, meglio se a lento assorbimento, a base di cereali o la frutta. Ecco qualche consiglio per abituarsi con facilità a fare colazione e merenda. Consumare un pranzo ed una cena leggeri evitando i “dopocena“; mandare a letto i figli presto e svegliarli presto il mattino, almeno 40 minuti prima dell’orario d’ uscita; dare l’esempio facendo con loro colazione e, se possibile, merenda.

 Preferire alimenti con pochi grassi in forma semisolida o solidi ai soli liquidi molto zuccherati. Gli errori più comuni, da evitare:

  • costringere i figli a mangiare a colazione o a merenda
  •  cercare freneticamente alimenti nuovi che possano “attirare” l’interesse del bambino così da indurlo a fare, forse, la colazione o la merenda
  •  preoccuparsi che l’alimentazione di un bambino sovrappeso od obeso sia carente e promuovere compensazioni generose ai pasti principali
  •  dimenticare che molte bevande contengono calorie e sono quindi un alimento vero e proprio.

Infine, accanto ad una corretta nutrizione, è determinante uno stile di vita attivo. Pensate che il massimo consumo di grassi si ha camminando a bassa velocità, circa 4km all’ora. E a questa velocità si può camminare a lungo senza stancarsi. Quanto camminano i bambini? Giocare all’aperto con gli amici è il divertimento più bello, più gioco e meno TV può essere uno slogan vincente.

Infine sport. Tutti i bambini in età scolare dovrebbero praticare uno sport con un istruttore qualificato che li appassioni e diverta. Aumenta l’ottimismo e la fiducia in se stessi, insegna la modestia, fortifica la volontà. Facciamolo anche noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>