Home » MEDICINA DELL'ALIMENTAZIONE » Alimentazione e prevenzione » Ripartire alla grande dopo le vacanze

Ripartire alla grande dopo le vacanze

Maurice Maeterlink scriveva

“Bisogna essere felici, per fare felici gli altri. E bisogna fare felici gli altri per continuare ad essere felici”

In estate ci siamo rilassati e abbiamo dedicato più tempo a noi stessi, ai nostri bisogni e a quelli delle persone che ci amano. Anche durante l’anno dobbiamo sforzarci di ritagliarci, almeno una o due volte alla settimana, dei momenti dedicati a noi stessi, al nostro partner e agli amici più cari. Ecco dunque alcune idee da applicare subito al rientro dalle vacanze!

Un nuovo hobby: uscire, incontrare nuova gente e imparare cose che prima non conoscevamo stimola l’ottimismo e libera la mente. Frequentare un corso di lingue straniere oltre a ‘tirarci fuori di casa’ può tornare utile per il lavoro, ci induce a frequentare gente nuova e ad avere più voglia di viaggiare e conoscere culture diverse dalla nostra. Ma se avete altre predisposizioni, potete anche optare per un corso di musica o di pittura. Non a caso a chi soffre di ansia viene spesso consigliata l’Arteterapia.

 Infine, fate del volontariato. Dedicarsi agli altri, riservare parte del nostro tempo libero a bambini, anziani o altre persone in difficoltà è un’esperienza che aiuta davvero a ridimensionare i propri problemi e stimola il nostro desiderio di umanità. Individuate le vostre priorità e stabilite degli obiettivi mensili relativi ai rapporti con i familiari e con gli amici, agli interessi, e alla fine di ogni mese passate in rassegna i risultati raggiunti. Concentratevi sulle cose positive che sicuramente già esistono nella vostra vita.

Di che cosa vi sentite profondamente grati? Che cosa vi dà un senso di profondo appagamento? Potreste scoprire di essere più felici e appagati di quanto non pensiate. Prendetevi del tempo per vivere con il partner una sessualità piena: una nuova disciplina che ha il nome altisonante di ‘PsicoNeuroEndocrinoimmunología‘ ha scoperto che la psiche è come il “direttore” di un’orchestra composta dal sistema nervoso, da quello endocrino e dal sistema immunologico. L’equilibrio armonico di questi tre sistemi mantiene in efficienza il nostro benessere psicofisico, ma basta che uno solo di essi “stoni” perché ne risenta tutta la “melodia” dell’organismo.

 Insomma, condividere momenti di intimità con il partner fa bene al cuore e al corpo rafforzando il sistema immunitario. Il benessere è una condizione che si conquista passo dopo passo e che implica un delicato equilibrio corpo-mente. Cosa fare per aiutare il nostro corpo a ritornare ai ritmi intensi della nostra vita quotidiana? Adottate un’alimentazione sana.

Basta seguire alcune semplicissime regole: non consumare troppi carboidrati raffinati e stimolanti come il caffè, il tè, l’alcol o bevande che contengono caffeina; bere la giusta quantità di acqua (35 ml di acqua per ogni chilo di peso); non saltare mai la prima colazione, a pranzo preferire un mix di verdure, una piccola quantità di proteine e frutta; e per la cena una grande quantità di verdure, e una piccola porzione di proteine.

Massaggio rilassante con aroma/musìcoterapia per liberare la mente. Come possiamo calmarci abbastanza da raggiungere chiarezza, acutezza e vivacità mentale? Potrà anche sembrare banale, ma il primo passo è quello di smettere di pensare, far tacere cioè l’incessante lavorio mentale che ci impedisce di rilassarci del tutto e che ci porta ogni notte a rigirarci inquieti nel letto perdendo ore di sonno preziose.

Attenti alla qualità del sonno. Se non si riesce a dormire bene ci si priva di ogni energia. Se l’insonnia è abituale, allora bisogna assolutamente scoprirne le cause. Si può cominciare eliminando completamente alcol e caffeina, facendo regolarmente dell’esercizio fisico, preferibilmente al mattino, alzandosi ogni giorno alla stessa ora e facendo un bagno caldo una o due ore prima di andare a letto.

Fare sport fa bene al corpo ma anche allo spirito. E’ stato ampiamente dimostrato che bastano 20 minuti di attività fisica perché il cervello rilasci endorfine (che sono euforizzanti e analgesiche), adrenalina e dopamina. Il risultato? Una sensazione di piacere che il corpo ama sempre di più. Un’ottima idea è quella di praticare l’attività sportiva in due, magari con il partner: ci si allena meglio, non ci si arrende alle prime difficoltà e si è più stimolati a migliorarsi.

Se avete nostalgia del mare optate per un’attività da praticare in acqua. Gli effetti terapeutici sono davvero tanti: miglioramento del tono e dell’elasticità muscolare; sviluppo della forza, allungamento e modellamento dei muscoli. Inoltre, grazie all’effetto idromassaggio, si combattono cellulite e sovrappeso, si eliminano i gonfiori e si rassodano i tessuti. Infine, si stimolano i vasi sanguigni e linfatici, con conseguente miglioramento della circolazione e del drenaggio dei fluidi corporei.

 Se, invece, non siete eccessivamente dinamici, preferite discipline dolci quali l’Aí-Chi e il Watsu, da praticare in acqua a una temperatura di circa 35°. La prima propone gli esercizi del Tai-Chi nella sua versione acquatica ed è utilizzata anche come tecnica riabilitativa per pazienti disabili. Le sequenze di movimenti proposti alternano azione e riposo, dolcezza e vigore. Il Watsu è invece un meraviglioso massaggio in acqua che armonizza e rivitalizza corpo, mente e spirito.

Lascia un commento