Usa: combattere l’obesità con un piatto al posto della piramide alimentare

di Cinzia Iannaccio 0

Una vera e propria rivoluzione, quella avvenuta ieri negli Stati Uniti, per combattere l’obesità che ormai colpisce in modo pressante 1 americano su 4 è stata presentata una nuova iniziativa voluta fortemente dalla first lady. Michelle Obama si sta impegnando a fondo per modificare le abitudini alimentari errate dei suoi concittadini, a partire dai bambini. Ecco allora il cambiamento: un’educazione alimentare passa necessariamente dalla semplificazione dei messaggi, così abbandonata la tradizionale piramide alimentare è stato introdotto il piatto colorato con indicate le porzioni dei nutrienti. L’iniziativa si chiama “Chose my plate” e come vedete dalle immagini, è effettivamente di facile comprensione: lo spazio in verde è quello più grande ed ovviamente indica la necessità di assumere una maggiore quantità di verdure rispetto agli altri alimenti e che insieme alla frutta, in rosso, deve corrispondere alla metà di un pasto.

In arancione i preziosi cereali, in quantità quasi equivalenti alle verdure ed infine in viola le proteine. Di lato un bicchierino azzurro che indica la necessità di una piccola porzione di latte e derivati. Le critiche non mancano, perché il piatto è privo di riferimenti ai condimenti, con particolare riguardo all’olio extravergine di oliva, non c’è una distinzione specifica dei legumi, quali fonte di proteine e soprattutto riguardo a queste non si evidenzia la necessità di prediligere pesce e carni magre. Di fatto però il messaggio, almeno a mio modesto parere arriva, benché forse troppo semplificato! Le basi della salutare dieta mediterranea, prescelta da anni dai nutrizionisti americani per combattere l’obesità e le malattie cardiovascolari, rimangono, ma con un passaggio importante: c’è un piatto, con gli alimenti misurati al suo interno per i valori di un singolo pasto e non per il totale quotidiano come nella piramide. Un piatto “pieno” suggerisce l’importanza del mangiare, del godersi il cibo, ma in modo sano, assaporando un po di tutto, ma in quantità limitate. Un sito internet apposito fornisce agli interessati le ulteriori informazioni sugli alimenti da prediligere per evitare problemi di salute e prevenire tante malattie. A me l’idea piace e voi che ne pensate? Sul nostro blog Dietaland tante altre informazioni preziose al riguardo.

[Fonte: Choose my plate.gov]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>