Giornata Europea degli antibiotici, le iniziative

Oggi, 18 novembre si celebra la Giornata Europea degli Antibiotici, nell’ambito della settimana di attenzione mondiale dedicata al tema. Scopriamo quali sono le iniziative lanciate a livello nazionale per approcciare la popolazione sull’importanza di un corretto uso di questi medicinali.

Antibiotici, spot horror per uso consapevole (VIDEO)

Quello della resistenza agli antibiotici è un problema tra i più gravi riguardanti la salute delle persone. Cosa vi può essere di meglio di uno spot ben fatto per far comprendere alla gente che un uso consapevole è migliore per la salute? Ci ha pensato Ricky Tognazzi grazie alla nuova campagna della SITASocietà Italiana Terapia Antinfettiva.

Antibiotici, le 3 regole d’uso

La resistenza agli antibiotici è uno dei maggiori problemi dell’era moderna. Per evitare che la stessa cresca e renda impossibile utilizzare questa classe di farmaci è necessario usarli correttamente. L’Aifa promuove tre “regole” in tal senso.

3 motivi per non abusare degli antibiotici oltre l’antibiotico-resistenza

3 motivi per non abusare degli antibiotici. Da tempo la ricerca scientifica ha lanciato l’allarme: con il passare del tempo i batteri si fanno più forti mettendo a rischio la vita delle persone. Ma se l’antibiotico-resistenza è cosa nota, che altro è in grado di causare l’uso sconsiderato di questo medicinale.

I 5 migliori cosmetici antirughe per il contorno occhi

Dopo i trent’anni è buona abitudine cominciare a prendersi cura con una certa continuità della pelle del viso che, rispetto a quella del corpo, è di sicuro più delicata e dunque risente di più del passare del tempo, dello stress e delle condizioni climatiche. In questo quadro, particolare attenzione merita la zona del contorno occhi, quella che spesso viene colpita dalle cosiddette zampe di gallina che fanno terrore a molte donne. Una semplice crema idratante non basta e allora vediamo quali sono i 5 migliori cosmetici antirughe per il contorno occhi.

Antibiotici prima dei 2 anni aumentano il rischio obesità

Ci sarebbe correlazione tra l’assunzione di antibiotici sotto i due anni e obesità: secondo uno studio pubblicato alla fine di settembre sulla rivista JAMA Pediatrics, i piccoli che nei primi 24 mesi di vita sono stati sottoposti a terapie antibiotiche hanno avuto a che fare con problemi di peso più evidenti, nella misura del 16%. La spiegazione? Starebbe nel fatto che questi farmaci andrebbero a influenzare l’ambiente microbo-intestinale dei bambini che in qualche modo è correlato proprio all‘aumento di peso.

Cefalosporine: ridurre uso su animali per non creare resistenza nell’uomo

Il problema della resistenza umana agli antibiotici si sta man mano con il tempo approfondendo sempre di più. Molto spesso si tratta di un problema derivante da un uso scorretto di questi medicinali, a tal punto da rendere il nostro organismo poco reagente e i batteri “refrattari” al suo potere. La Food and Drug Administration statunitense ha sancito la restrizione di utilizzo delle cefalosporine negli animali da cortile.

Antibiotici: provocano danni permanenti?

Quando si parla di antibiotici, la prima cosa a cui si fa riferimento sono i batteri che debbono combattere s subito dopo a come l’abuso possa portare a sviluppare una resistenza agli stessi in grado di rendere il nostro corpo più vulnerabile. I ricercatori del NYU Langone Medical Center (Usa), guidati dal dott. Martin Blaser, sostengono che un uso indiscriminato di questo medicinale possa recare danni permanenti al sistema immunitario.

Antibiotici, una risorsa non rinnovabile a causa di un uso scorretto

Se ne è parlato già qualche mese fa, di come l’abuso degli antibiotici li renda a tutti gli effetti inefficaci dal punto di vista terapeutico. I batteri, i virus diventano più forti se conoscono il nemico e bisognerà creare farmaci sempre più potenti per combattere le infezioni e le malattie. Questo in parole semplici il monito che medici e scienziati del campo farmaceutico inviano ai pazienti. Gli antibiotici non sono affatto una risorsa rinnovabile, come fa giustamente notare Claudio Cricelli, a capo della SIMG (Società italiana di medicina generale):

Solo da un uso corretto degli antibiotici si potrà avere in futuro la garanzia di disporre di cure efficaci contro le infezioni. Questi farmaci sono una risorsa non rinnovabile, perché la ricerca medica ne produce un numero sempre più limitato. Le patologie infettive del presente e del futuro dovranno quindi essere trattate con molecole efficaci e di basso costo il cui impiego deve essere attentamente sorvegliato per evitare somministrazioni inutili.