Acqua contaminata a Roma Nord, è allarme

E’ allarme acqua contaminata a Roma Nord. Ad ad essere colpite da questo problema sono state alcune zone dei municipi XIV e XV a tal punto da rendere necessario il divieto di utilizzo dell’acqua domestica.

Nitrati nell’acqua, quando sono pericolosi

I nitrati sono Sali dell’acido nitrico largamente presenti in natura: nel terreno, nelle acque e nei vegetali, che assorbono nitrati per la sintesi di sostanze complesse indispensabili per la struttura e la funzione della pianta. I nitrati sono quindi un componente naturale nella frutta, verdura e cereali. I nitrati di potassio e di sodio, inoltre, vengono impiegati come additivi alimentari (indicati con le sigle E 250 e E 240) per la conservazione di alcuni alimenti (carne in scatola, insaccati crudi stagionati, insaccati cotti, carni preparate e/o conservate).

Acqua inquinata, rischio cancro in 128 Comuni italiani

L’acqua del rubinetto è sicura. O almeno così dicono. Pare però, secondo una recente indagine dell’Unione Europea, che questo discorso non valga dappertutto in Italia. La commissione sanitaria di Bruxelles ha avviato delle indagini per scoprire la qualità dell’acqua che esce dai rubinetti del Belpaese, ed ha scoperto dei risultati agghiaccianti: in 5 Regioni l’acqua è talmente inquinata da favorire l’insorgere del cancro.

Attualmente i limiti consentiti dall’Unione Europea di arsenico nell’acqua sono di 10 microgrammi per litro. Secondo i più recenti studi, non c’è alcun pericolo se si porta questa soglia fino ai 20 mg/l, mentre il Ministero della Salute italiano aveva addirittura chiesto di portare questi limiti almeno fino a 50 mg/l. Peccato che, secondo l’Ue, oltre i 20 microgrammi, il rischio di contrarre il cancro aumenta a dismisura, ed una scelta del genere potrebbe essere un rischio troppo grande per i cittadini.

Acqua:sai cosa bevi?

Ogni giorno ne dovremmo bere un litro e mezzo per stare bene e sono moltissime le ricette che ne richiedono l’utilizzo per la loro realizzazione, basti pensare a minestre, stufati, verdure bollite, te, caffè. Stiamo parlando dell’acqua che è fondamentale per il nostro metabolismo, ci disseta, rende la pelle luminosa, ci sgonfia, depura e aiuta a mantenerci in linea.

Gli studiosi hanno addirittura evidenziato che le persone in sovrappeso hanno sistemi cellulari disidratati e che una dieta ha successo se introduce più acqua nelle cellule così da rinvigorirle affinché possano bruciare più grassi. Gli impianti di trattamento dell’acqua potabile, quella che esce dai rubinetti di casa, aggiungono però cloro al punto di ingresso dell’acqua per rimuovere germi e, anche se la quantità di questo disinfettante non è considerata dannosa, esiste una discreta possibilità che tale elemento si associ a composti organici e produca sostanze tossiche come idrocarburi clorurati con conseguenti difficoltà per la salute.