Azalee contro il cancro al seno il 10 maggio (VIDEO)

Azalee contro il cancro al seno il prossimo 10 maggio. Domenica, in occasione della Festa Della Mamma, l’Airc (Associazione Italiana Ricerca sul Cancro, N.d.R.) scende nuovamente in campo con i suoi volontari per raccogliere fondi per la ricerca contro le principali tumori femminili.

Contro il cancro le Arance della Salute AIRC 25 gennaio 2014

Anche quest’anno torna in 2mila piazze italiane l’appuntamento con le Arance della Salute di AIRC. La manifestazione si svolgerà sabato 25 gennaio e vedrà i volontari dell’Associazione, affiancati di ricercatori, distribuire 330mila reticelle contenenti due chili e mezzo di arance rosse. Questo frutto, infatti, è stato eletto a simbolo della sana e corretta alimentazione.

Regali solidali, salviamo vite con Airc ed Unicef

Vogliamo continuare a parlarvi di regali solidali con le iniziative dell’Airc e dell‘Unicef. Cosa può esserci di più bello che fare un regalo ai proprio cari o un offerta sapendo che i soldi che spendiamo andranno a salvare delle vite? Secondo noi nulla.

Tumori: arance della salute Airc oggi in piazza

Tornano oggi in piazza e nelle scuole italiane le “Arance della Salute” dell’Airc, l’Associazione italiana per la Ricerca sul Cancro. Un’iniziativa che negli anni non ha mai mancato di apportare la giusta spinta economica in un settore in cui la presenza di fondi può rappresentare per molti la differenza tra la vita e la morte.

Giornata per la ricerca sul cancro AIRC 9 novembre 2012

Il 9 novembre si celebra la Giornata per la ricerca sul cancro. Il concetto chiave è la velocità del viaggio, concetto che vuole rappresentare il percorso che va dal cuore della cellula, il DNA, sino al letto del malato. In questi ultimi 10 anni la ricerca oncologia ha schiacciato il piede sull’acceleratore, accorciando di molto le distanze tra gli studi in laboratorio e la cura della malattia. Il merito è della genomica, il suo avvento, infatti, ha permesso di fare nuove scoperte, che hanno cambiato la storia.

Festa della Mamma 2012 e azalee dell’AIRC: video di Arisa ed Emma Marrone

Domenica 13 Maggio è la Festa della Mamma e già in molti cominciano a pensare a quale gradito regalo fare. Perché non concentrarsi sulle azalee dell’Airc (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro)? Le azalee sono dei fiori meravigliosi, facili da curare, colorati e vivaci, simbolo della primavera, che ogni donna amerebbe ricevere. Un motivo dunque importante che si affianca però allo scopo prezioso dell’iniziativa: raccogliere fondi destinati alla ricerca sui tumori che maggiormente colpiscono le donne.

Cancro: tra dieci anni pronti farmaci antistaminali tumorali

Il tumore basa la sua evoluzione e la sua “rigenerazione” sulle cellule staminali tumorali: punto principale della resistenza del cancro perché essenzialmente resistenti alla chemioterapia e difficili da combattere.  Grazie ad una ricerca del prof. Stefano Piccolo dell’Università di Padova ora si apre la speranza di poter mettere a punto dei medicinali contro le staminali cancerose entro dieci anni.

Tumori, i malati tra assistenza e difficoltà lavorative

Il cancro è la vera piaga dell’umanità. E gli italiani non vengono risparmiati. Lo sottolinea il Censis nella sua indagine “Ad alta voce”che alla vigilia della Giornata Nazionale della ricerca contro il cancro mette davvero il punto su una realtà difficile da affrontare e complessa da sostenere per almeno 2,2 milioni di persone. Sia dal punto assistenziale che lavorativo. Sapevate che in seguito al cancro almeno l’80% dei malati ha dovuto cambiare lavoro perchè insufficiente al mantenimento o per licenziamento?

Airc, Giornata nazionale della ricerca contro il cancro il prossimo 11 novembre

Il prossimo 11 novembre si celebrerà in Italia la Giornata Nazionale per la Ricerca sul Cancro patrocinata dalla Airc, associazione italiana da tempo in prima linea per il contrasto dei tumori attraverso la ricerca. Ancora una volta si accenderanno i riflettori sulle più comuni patologie tumorali e sulla loro possibile cura. Si parlerà di prevenzione e si patrocineranno progetti specifici per la raccolta di fondi in tutta Italia.

L’Airc denuncia “il taglio del 5 per mille uccide la ricerca”

60 milioni di euro l’anno. Era questa la cifra stanziata in passato per l’Airc, l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, una delle tante Onlus che beneficiavano del 5 per mille sulla ricerca. 15 milioni è quello che il Ministro Tremonti vuol lasciargli: soltanto briciole.

Per questo i rappresentanti dell’Airc e delle altre associazioni sono insorti in quanto, in un periodo in cui si sta tagliando tutto il tagliabile, ed anche l’intagliabile, la ricerca rischia di essere letteralmente ammazzata. Nel 2007 la legge Finanziaria stabilì 400 milioni di euro per le organizzazioni no profit, mentre il Ministero dell’Economia quest’anno ne vuole sottrarre 300 da destinare ad altre voci di spesa.

Tumori: la Giornata Nazionale per la Ricerca sul Cancro


Torniamo a parlare di tumori. Si è celebrata ieri la tredicesima Giornata Nazionale dell’Airc dedicata alla ricerca sul cancro. Come sempre la cerimonia di apertura si è svolta al Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. In questa occasione è stato consegnato il tradizionale premio Guido Venosta per la ricerca in campo oncologico. Il riconoscimento è andato alla Prof.ssa Lisa Licitra, oncologa dell’Istituto Nazionale Tumori di Milano e responsabile della struttura per il trattamento dei tumori della testa e del collo, quale centro di riferimento per la cura e la ricerca sui carcinomi del distretto cervico-facciale.

Si tratta di tumori rari, sconosciuti, per i quali c’è un alto tasso di mortalità: questo perché si arriva alla diagnosi tardivamente e poco si fa per la prevenzione: parliamo di cancro del cavo orale, della laringe, dell’ipofaringe, dei seni paranasali, delle ghiandole salivari, della tiroide, ecc.).

Sandra Mondaini: il suo impegno contro il cancro

Sandra Mondaini: la donna che ha sconfitto il cancro, se ne è andata. Ha raggiunto il suo Raimondo dopo 5 mesi di dolore per la perdita. Era stata ricoverata 10 giorni fa in gravi condizioni a causa di una seria insufficienza respiratoria presso il San Raffaele di Milano.

Soffriva da tempo di vasculite, una patologia dei vasi sanguigni che le aveva provocato dolori atroci ed una progressiva atrofia muscolare. Per questo già da qualche anno era costretta su una sedia a rotelle. Eppure sempre meravigliosa: nonostante i suoi 79 anni, la malattia e la perdita del caro compagno di vita. Mi piace ricordarla come Sbirulino, con questo personaggio che aveva creato quando già non era più una ragazzina. Eppure lo sembrava.