Nichel e allergia, cosa sapere

L’allergia al nichel è più diffusa di quanto si potrebbe pensare e molto spesso è causa di disturbi più o meno importanti: arrossamento della pelle, gonfiore, prurito.

8 sintomi dell’allergia al nichel

L’allergia al nichel è troppo spesso sottovalutata eppure ha sintomi ben precisi che non sono troppo difficili da notare. Vediamo quali sono i più comuni per cercate di individuare subito questo disturbo.

Allergia al nickel, il vaccino

Un vaccino contro l’allergia al nickel è stato messo a punto dagli scienziati del Policlinico Gemelli di Roma in collaborazione con i colleghi dell’Università di Chieti. Ed è stato già testato su un gruppo selezionato di pazienti.

Allergia al nickel, ragazzino in ospedale per l’iPad

Il tanto desiderato iPad si è trasformato in un incubo per un povero ragazzino di undici anni finito in ospedale per via della sua allergia al nickel. Ignorava infatti che questo elemento facesse parte del materiali con i quali il tablet era stato costruito.

L’allergia al nichel rende pericolose alcune monete ?

Può il nichel contenuto in alcune monete provocare allergia e dermatite da contatto? Secondo una lettera recentemente pubblicata sul British Medical Journal e composta dalla dermatologa inglese Danielle T. Greenblatt, del St. John’s Institute of Dermatology a nome di diversi ricercatori del Regno Unito, la risposta sarebbe più che positiva.

Allergie, attenzione alla bigiotteria sottocosto

Attenzione alla bigiotteria a basso costo: potrebbe portare alla comparsa di allergie e reazioni cutanee. Soprattutto in presenza di nickel. A lanciare l’allarme ci pensa una ricerca pubblicata sulla rivista Journal of the European Academy of Dermatology and Venereology,  sulla quale si sottolinea che la maggior parte degli orecchini in commercio a basso prezzo ne contiene una quantità pericolosa per la salute dell’essere umano.

Cosa mangiare e cosa evitare in caso di allergia al nichel

L’allergia al nichel che solitamente si manifesta con una dermatite da contatto più o meno violenta è una patologia insidiosa, che può sviluppare la sintomatologia in qualunque momento. Spesso anche con crisi respiratorie tipiche dell’asma o gastroenteriti. La causa sta nel fatto che il nichel è praticamente ovunque ed anche se non vogliamo in un modo o nell’altro rischiamo di venire a contatto con questo metallo: è presente anche negli utensili da cucina, nei detersivi e nei cibi, oltre che nei gioielli, e nei cosmetici tutte cose che solitamente vengono maggiormente usate dalle donne rispetto agli uomini, tant’è che l’appartenenza al genere femminile rappresenta un vero e proprio fattore di rischio.

Come prevenire l’allergia al nichel

Ridurre l’esposizione al nichel è un ottimo metodo per prevenire l’allergia al nichel, prima ancora che si manifesti. Questo soprattutto se si appartiene a particolari categorie a rischio. Quali? Le donne in genere sviluppano allergia al nichel più facilmente degli uomini, dunque l’appartenenza a questo genere rappresenta di per se già un fattore di rischio. Non è però ben chiaro il perché. Forse dipende dal fatto che le signore tendono ad indossare gioielli sin da giovanissime: il nichel è comunemente usato in gioielleria e bigiotteria, quindi evitare il contatto prolungato con piercing ed altri monili contenente tale metallo è già un buon punto di partenza.

Patch test per le allergie da contatto, cos’è e come si fa

Il Patch test è un’indagine diagnostica semplice ed indolore atta ad identificare una dermatite da contatto dovuta ad una particolare sostanza. Le dermatiti da contatto sono di due tipi: la prima è quella dovuta ad una sostanza irritante, urticante, come può essere ad esempio una pianta, l’ortica, l’altra invece rappresenta una reazione allergica, che parte dal sistema immunitario ed è dovuta dunque alla sensibilizzazione ad un preciso allergene. E’ il caso ad esempio dell’allergia al nichel.

Allergia al nichel: cause, sintomi, diagnosi e terapie

L’allergia al nichel è più frequente di quanto si pensi, anzi, rappresenta la più comune causa di dermatite allergica da contatto, e compare quando si tocca un oggetto che contiene nichel: nulla di più scontato se consideriamo che questa sostanza si trova in molti oggetti di uso quotidiano: collane, orecchini, piercing e bracciali, monetine, cinturini di orologi, occhiali, utensili da cucina, cibi, zip di pantaloni, chiavi e portachiavi, cinture o bottoni dei jeans!