Allergia alle arachidi: un cerotto per contrastarla

L’allergia alle arachidi può essere molto pericolosa: lo shock anafilattico provocato dalle noccioline può essere mortale. Ora due pediatri francesi sembrano aver sviluppato una possibilità di cura. Si tratta di una sorta di vaccino, da applicare con un cerotto in grado di rilasciare con gradualità sotto la pelle minime quantità di olio di arachidi, con lo scopo di abituare l’organismo alla sostanza considerata tossica. Non è una novità ed è sicuramente una tecnica, definita di de-sensibilizzazione già usata anche in Italia, ma la pratica del cerotto per l’allergia alimentare alle arachidi sembra essere l’ultimo ritrovato in campo di praticità.

Allergie alimentari in aumento tra i bambini

Le allergie alimentari in Europa colpiscono 17 milioni di persone, 3,5 al di sotto dei 25 anni d’età, giovani, giovanissimi e sempre più bambini, la cui qualità della vita è minata dalla paura del cibo, una minaccia per la salute che viene dal piatto e che può trasformare in complesse, e talora fonte di disagio nelle relazioni interpersonali, anche azioni semplici, come il mangiare fuori casa, accettare un invito a cena, prendersi qualcosa al bar.

Disagio sociale che è avvertito soprattutto dai più piccoli, per i quali le rinunce alimentari sono certamente meno comprese e forse anche per questo più sofferte. Si stima che in Europa soffrano di allergie alimentari un milione e 200 mila bambini di età compresa tra 0 e 5 anni, un milione tra 5 e 10 anni e 800 mila ragazzi tra i 10 e i 18 anni.

5 cibi che possono uccidere: come fare per evitarli

Nel 1975 un famoso attore giapponese morì poco dopo aver mangiato del pesce palla. Più recentemente, una ragazza di 15 anni è morta dopo aver baciato il suo ragazzo che aveva appena mangiato degli arachidi. E nel 2003, nove studenti del Botswana sono morti dopo aver consumato delle bevande edulcorate al metanolo.

Mangiare è parte integrante della nostra vita, di certo non ne possiamo fare a meno, ma i cibi che mangiamo possono comportare rischi per la salute. E se facciamo delle scelte sbagliate, queste potrebbero essere letali. Sapete quali sono gli alimenti più pericolosi? Vediamoli dopo il salto.

Arachidi: in piccole dosi sono un “toccasana”

Anche se, a prima vista può sembrare strano, le arachidi, le famose noccioline americane, sono nella lista dei cibi più salutari. Questi “semi” sono, tra l’altro, un componente importante dell’alimentazione umana perchè, oltre che per essere mangiate così, magari spesso offerte come aperitivo, vengono impiegati anche per realizzare l’olio o ridotte in pasta per il saporito burro d’arachidi, apprezzato sopratutto Oltreoceano.

Una recente ricerca ha fornito dei risultati interessanti: le gustose noccioline, se assunte in maniera moderata, sono un toccasana per la salute grazie alle loro proprietà. Una riserva di minerali, antiossidanti e vitamine, in cambio però di qualche caloria in più. Tuttavia, se inserite in maniera controllata nel regime alimentare, sgranocchiare arachidi potrà aiutare anche a prevenire qualche importante patologia.