Nuovo vaccino efficace testato contro l’Alzheimer

Un vaccino efficace contro l’Alzheimer. Sembra essere questo il risultato di una ricerca condotta dal Karolinska Institutet la cui sperimentazione, appena conclusasi, ha meritato di essere pubblicata sulla rivista di settore Lancet Neurology. Se i risultati fossero ulteriormente confermati da successivi studi, si potrebbe essere al cospetto di un enorme passo in avanti della ricerca neurologica.

Ictus, scoperto interruttore che autocura

La riabilitazione dopo un ictus è un processo spesso lento e difficoltoso e non sempre avviene con successo, garantendo il pieno ripristino delle capacità motorie. Una nuova ricerca potrebbe aver trovato una soluzione per accelerare il cammino verso la guarigione, grazie ad un semplice interruttore presente nel cervello che provvede, se attivato, ad una sorta di autocura.

A compiere la straordinaria scoperta un gruppo di ricercatori italiani coordinato da Maria Pia Abbracchio, del Dipartimento di Scienze Farmacologiche dell’ Università di Milano e da Mauro Cimino dell’Università di Urbino.
Il recettore individuato dagli studiosi, responsabile dell’avvio del processo di guarigione, si chiama GPR17 e se stimolato costruisce nuove cellule nervose che andranno a sostituire quelle danneggiate.

Resuscitare? Oggi è possibile con il…ghiaccio!

Le tecniche di rianimazione finora adottate possono salvare la vita, ma spesso causano gravi danni alle cellule nervose. Ma oggi esiste una nuova arma per salvare la vita dei pazienti: il freddo.

Si, proprio così, avete capito bene. Sarebbero le basse temperature a rianimare i corpi dei moribondi. Se dopo aver rianimato un paziente in arresto cardiaco, si diminuisce la sua temperatura corporea, si evita il decadimento delle cellule e aumentano di conseguenza le probabilità di una completa guarigione.