Lieve edema osseo iliaco anteriore, spondilite?

Richiesta di Consulto Medico su Lieve edema osseo iliaco anteriore, spondilite?
Dolore alla bassa schiena da molto tempo circa due anni .A dicembre ho fatto visita da un reumatologo e mi ha prescritto una RM alle articolazioni sacro-iliache . Questo il referto che scrivo integralmente. Le teste femorali presentano modesti segni di osteofitosi marginale.in assenza di alterazioni focali dell’intensità di segnale.Simmetrica rappresentazione dello spazio articolare coxo femorale in assenza di versamento. Non si riconoscono alterazioni focali dell’intensità di segnale della spongiosa ossea dell’acetabolo bilateralmente. Piccola erosione sul versante iliaco anteriore della sicondrosi sacro-iliache di sinistra con lieve edema midollare sub condrale.simmetrica rappresentazione dei ventri muscolari loco regionali . regolare l’inserzione tendinea dei m.tendinei e dei m.adduttori. Premetto che ho 54 anni e sono stato un calciatore dilettante prima e poi un runner . Alla luce di questo referto devo preoccuparmi ? Cosa mi consigliate di fare da qualche giorno il mio reumatologo mi ha prescritto mobic da 15 mg e mi ha prescritto analisi ematiche HLA-B.Potrei avere la spondilite anchilosante? Questo dubbio mi preoccupa tanto . Grazie anticipatamente della risposta.

Adenomioma ed asportazione utero

Richiesta di Consulto Medico su Adenomioma ed asportazione utero
Buona sera professore sono una donna di 43 anni,circa un mese fa sono stata sottoposta ad intervento chirurgico per asportare in prima diagnosi un mioma in via di espulsione (era da più di 6 mesi che ero in lista per asportarlo ma poi si è deciso di uscire da solo). Da pochi giorni sono stata contattata dal primario della ginecologia per comunicarmi l’esito dell’esame istologico:adenomioma polipoide atipico. Il primario mi suggerisce di asportare solo l’utero per prevenzione alla mia persona, tenendo conto che sono già presenti tre altri piccoli fibromi. E questa effettivamente la soluzione? Io in questi mesi ho avuto sempre sanguinamento a causa del mioma che mi è stato tolto,quindi credo che il medico proponendomi questa soluzione voglia evitare che succeda ancora questo evento. Aspetto un suo consiglio.Grazie.

Addensamento polmonare dopo tiroidectomia

Richiesta di Consulto Medico su addensamento polmonare dopo tiroidectomia
Dopo radioiodio ho fatto la scintigrafia dalla quale è emerso in iperaccumulo al polmone quindi il radioterapista ha richiesto una tac: A destra a livello del segmento anteriore del lobo superiore in sede parascissurale si apprezza addensamento parenchimale a morfologia nastriforme nel quale sono presenti strutture bronchiali ectasiche. Cosa significa? Ringrazio anticipatamente per l’attenzione.

Addominoplastica e mastoplastica additiva

Richiesta di Consulto Medico su Addominoplastica e mastoplastica additiva
Dopo gravidanze ed un grande dimagrimento avvenuto anni mi ritrovo pelle cadente sulla pancia che è ancora gonfia per una diastasi  e tante smagliature. Ho deciso di sottopormi ad un intervento di addominoplastica. Sò che è un’operazione importante, impegnativa, sia per me che per il chirurgo, lunga….ma sto valutando di abbinarci contestualmente anche l’inserimento di protesi al seno (che è totalmente svuotato). Ho 50 anni. Non vorrei tornare sotto i ferri una seconda volta per quello. Pensa che sia una cosa fattibile? Il mio chirurgo plastico dice che per lui è fattibile, con il team di colleghi, e che il post operatorio sarà solo lievemente più complesso. Lei che ne pensa?

Aumento peso ingiustificato, che fare?

Richiesta di Consulto Medico su Aumento peso ingiustificato
Salve. Vi scrivo perche’ sono davvero preoccupata e stanca per il mio peso. Da novembre 2018, nonostante non abbia cambiato abitudini alimentari e’ in costante aumento. In media mezzo chilo in piu’ ogni mese. Sono ingrassata 10 kg e nonostante la dieta e l’attivita’ fisica, continua ad aumentare. Questa e’ la terza volta che mi capita negli ultimi 10 anni, ma le altre volte la situazione e’ rientrata spontaneamente alla normalita’. Questa volta no. Il medico di famiglia non mi crede, dice che sono di buona forchetta. Inoltre ho il colesterolo alto, 220…. allora ho tolto completamente i latticini e gli affettati (prima mi concedevo un panino con salame una vv a settimana e magari dello stracchino per cena). Ho fatto di mia iniziativa e a pagamento tsh, t4 ma e’ tutto nella norma. Non mi concedo neanche un pasto libero a settimana. Ho 40 anni, endometriosi e purtroppo peso 79 kg per 167 di altezza. Sono sempre stanca, perdo tanti capelli, ho pelle secca. Che esami diagnostici consigliate? Grazie.

Plaquenil in allattamento si può prendere?

Richiesta di Consulto Medico su Plaquenil in allattamento
Sono affetta da artrite reumatoide da 5 anni e sono in cura con il plaquenil. Ho avuto una bambina due mesi fa. In gravidanza ho continuato la Terapia, in allattamento posso continuare ad assumerlo? C’è qualche rischio? Grazie.

Nodulo alla tiroide con ago aspirato Tir 2

Richiesta di Consulto Medico su Nodulo alla tiroide con ago aspirato Tir 2
Salve, sono una donna di 60 anni e avrei bisogno di qualche delucidazione sull’ultima eco alla tiroide che ho fatto. Ho la tiroidite di hashimoto con 2 noduli uno a dx e uno a sx quest’ultimo comparso dopo qualche anno. Il referto dell’ultima eco è questo: Persiste la nota prevalenza volumetrica del lobo tiroideo destro sul controlato,con dimensioni max di circa 17 mm (diametro antero-posteriore) x 47 mm (diametro longitudinale); il lobo sx misura circa 15×44 mm. L’ecostruttura parenchimale risulta tuttora disomogenea soprattutto in sede lobare destra, ove, a localizzazione sottocapsulare anteriore, si conferma formazione nodulare solida a struttura “mista” con calcificazioni e qualche componente anecogena nel contesto, che mostra asse maggiore di circa 3,2 cm; alla valutazione con Color-Doppler è sempre apprezzabile pattern vascolare prevalentemente di tipo periferico. Concomita fine disomogeneità strutturale anche del lobo sinistro, con persistenza di qualche areola pseudonodulare ipoanecogena a contorni sfumati e dimensioni millimetriche. Non sono riconoscibili grossolane tumefazioni linfonodali in sede latero-cervicale bilaterale, ove si osservano diversi aspecifici linfonodi subcentimetrici, qualcuno con apparente ilo adiposo nel contesto, apprezzabili anche in adiacenza al margine inferiore dei lobi tiroidei. La trachea risulta sostanzialmente in asse. Volevo capire se le dimensioni, la struttura mista del nodulo e le calcificazione mi debbano far pensare ad un nodulo maligno e se anche i linfonodi mi debbano far pensare a qualcosa di brutto. In questi anni ho fatto due agoaspirati il primo con risultato TIR 2 il secondo a distanza di tempo risultato TIR 1 non diagnostico. Potete aiutarmi a capire? Grazie in anticipo.

Gonfiore dopo protesi al seno

Richiesta di Consulto Medico su gonfiore dopo protesi al seno
Gentile prof. Sala, mi sono sottoposta ad un intervento di mastoplastica additiva. Dal mio risveglio ho notato un gran gonfiore, non solo al seno, ma anche al collo, viso e soprattutto addome, nonché fino alle mani e caviglie. Sono passati 4 giorni dall’intervento e la situazione non mi sembra migliorare. Il chirurgo che mi ha operato dice che è normale, ma io ho paura di no. Possibile che il gonfiore sia arrivato fino ai piedi? Soprattutto quello che mi spaventa è la circonferenza aumentata della pancia. E se ci fosse un’emorragia a provocarla?

Nodulo al seno, carcinoma mammario?

Richiesta di Consulto Medico su nodulo al seno e carcinoma mammario
Salve sono una donna di 60 anni e a luglio 2017 ho eseguito un’eco al seno con la quale era stata rilevata nella regione superiore del QIE dx,la presenza di piccola formazione nodulare ipoecogena (diam 5.8 mm) che all’esame ecocolor-doppler è sede di minuti “spots” vascolari intralesionali.A sn, tra QSE E QIE, si rilevava piccola formazione cistica del diam di 0.4 cm. Non linfoadenopatie del cavo ascellare bilateralmente. Qualche giorno dopo ho eseguito un’altra eco e una mammografia che non evidenziavano formazioni nodulari,lesioni infiltrative né calcificazioni atipiche.Indenni i piani cutanei.Negativo anche il successivo controllo ecografico se si eccettui per il riscontro i qualche piccola cisti.Ad ottobre ho fatto una risonanza e anche in questo caso non è stato rilevato niente. A Gennaio di quest’anno ho eseguito una mammografia con il seguente referto: L’esame mammografico è stato condotto con tecnica digitale, nelle proiezioni cranio-caudale e medio laterale con fascio di incidenza obliqua ed integrato da tomosintesi nelle proiezioni oblique. Mammelle a struttura mista, con presenza di discreta componente ghiandolare ed aspetto displasico micro- fibro-nodulare,distribuita in tutti i quadranti.In particolare nei QSE di entrambi i seni si rileva qualche formazione nodulare, a morfologia ovalare, con generici caratteri mammografici di benignità e diametro massimo di circa 6 mm a dx e 4 mm a sx; tali rilievi, tuttavia, necessitano sempre di integrazione con esame ecografico per una sicura valutazione. In atto, per quanto mammograficamente rilevabile, non si apprezzano immagini riferibili a lesioni a carattere infiltrante e/o retraente, né microcalcificazioni di morfologia sospetta. Si segnala la presenza di qualche piccolo linfonodo di verosimile significato reattivo in entrami i pilastri ascellari. Potete darmi un parere. Dal di luglio 2017 continuo ad essere preoccupata per il nodulo che era stato riscontrato. Adesso con quest’ultima mammo ne compaiono due uno a dx e uno a sx. Oltre ad un’eco dovrei fare altro. Sono indici di ca mammario?Grazie in anticipo per la risposta che mi darete.

 

Markers tumorali alti: ca 19.9

Richiesta di Consulto Medico su Markers tumorali alti: ca 19.9
Salve, le scrivo perché mia mamma è stata ricoverata in ospedale inizialmente x dei calcoli biliari. Ieri la brutta notizia : markers tumorali alti ( ca 19.9 a 700) Il medico ci ha detto che sicuramente è tumore. Premetto che aveva fatto questi stessi esami un mese fa ed erano perfetti. Lunedi avrà la tac. Secondo lei potrebbe trattarsi di un falso positivo?o il valore è troppo elevato? Grazie

Addensamento polmonare, un tumore?

Richiesta di Consulto Medico su addensamento polmonare e tumore
Buongiorno a tutti … innanzitutto mi scuso per essere un po’ lungo nello scrivere , ma devo spiegare bene come sono andate le cose . Mia moglie, di 65 anni di età , circa un mese fa , la mattina inizia a tossire molto forte e insistentemente che fuoriusciva molto sangue dalla bocca , al punto che decidiamo di chiamare l’ambulanza e ricoverarla al pronto soccorso . Al pronto soccorso gli fanno tutti gli accertamenti del caso che elenco : pressione 160-85.. visita orl ( ipertrofia del palato molle e dell’ugola , non segni di sanguinamento in atto ) analisi sangue ( tutto regolare , tranne il glucosio un po fuori della norma )ECO Addome Completo ( tutto nella norma ) RX Toracica ( tutto nella norma ) Gastroscopia ( tutto regolare ) . Dopo tante ore di osservazione , viene dimessa , dicendo che non si doveva preoccupare e se compariva latro sangue di stare tranquilla che tutti gli esami fatti erano negativi . Nei giorni successivi , la tosse era presente e fuoriusciva ogni tanto del sangue coagulato , che ci faceva preoccupare al punto che , su richiesta del pneumologo viene effettuata una TAC toracica con contrasto … la TAC ha dato il seguente risultato : L’esame documenta la presenza di una neoformazione solida captante il mdc localizzata in sede apicale destra di circa 5×2 (APxLL). Tale formazione inferiormente raggiunge le diramazioni segmentarie arteriose per il lobo superiore, infiltrando alcuni rami subsegmentari (Trombosi neoplastica ? ) Non linfoadenomegalie, non versamento pleuro, non lesioni focali a carico degli organi parenchimatosi dell’addome superiore. Successivamente viene fatta una broncoscopia : broncoscopia negativa e bronco aspirato negativo per neoplasia . A questo punto si decide per effettuare una PET che sarebbe servita per poi fare una biopsia e successivamente un’operazione per asportare la neoformazione . La PET ha evidenziato quanto segue : Al controllo non si rilevano captazioni patologiche del tracciante nei vari distretti corporei esaminati. In particolare l’addensamento polmonare segnalato alla TAC , non risulta essere presente . E’ chiaro che lo stupore c’è stato ed sono state annullate tutte le successive fasi quali biopsia e operazione . Ipotetico scambio di referti è stato annullato perché sono evidenti particolari che assicurano che a fare la TAC e la PET ( come da immagini ) è la stessa persona . Faccio presente che dopo la TAC , man mano le traccie di sangue coagulato sono sempre diminuite , fino a sparire del tutto . Mentre io sono abbastanza tranquillo, mia moglie continua ad avere dubbi ed è per questo che vi ho scritto , per sapere un vostro parere . Pochi giorni fa ha ripetuto le analisi sangue dove sia emocromo che altro è tutto nella norma . Conclusione : potrebbe essere stata una broncopolmonite ad aver causato quel sangue ? è possibile che nella TAC sia stato evidenziato del sangue coagulato ( scambiato per massa tumorale ? ) Durante questo periodo , le condizioni fisiche di mia moglie erano e sono buone ( nessuna debolezza ) solo tosse residua e molto giù di morale … grazie mille e attendo una vostra delucidazione in merito per tranquilizzarci … grazie.

Laser fraxel e tempi per i risultati

Richiesta di Consulto Medico su Laser fraxel e tempi per i risultati
Buogiorno. Circa 18 giorni fa mi sono sottoposta ad un trattamento con laser fraxel (apparecchiatura ellipse) per rendere meno evidente una cicatrice sotto il naso (piccola, all’incirca 1cm) esito di una caduta di 2 anni e mezzo fa. Per 2 giorni ho avuto gonfiore. Poi successivamente si è formata una piccola bolla (tipo ustione) che dopo una settimana esatta si trasformava in una crosta che è rimasta per nove giorni. Caduta la crosta mi rimane una piccola lesione infossata a lato della cicatrice (che non è per ora assolutamente migliorata). E’ possibile sia stata un’ustione? Questo esito sarà a vostro avviso permanente? Il problema è che sono peggiorata invece che migliorare. Ovviamente sto facendo controlli dal dermatologo che mi ha effettuato il trattamento che per ora si è limitato a consigliarmi una crema 2 volte al dì. Datemi un consiglio e un’opinione se potete. Un grazie in anticipo

Nodulo tiroide disomogeneo

Richiesta di Consulto Medico su nodulo tiroide disomogeneo
Salve, ho effettuato un’ecografia alla tiroide ed è risultato questo: Tiroide in sede Margini regolari In sede lobare sinistra formazione nodulare solida,cercinata,disomogenea del diametro di circa 31 mm con area anaecogena centrale e vascolarizzazione sia intra che pervascolare a sviluppo discendente. In sede lobare destra formazione nodulare ipoecogena del diametro di 3 mm. Lobo destro dap 15 mm Lobo sinistro dap 28 mm. Non evidenza di significative tumefazioni linfonodali in sede latero cervicale bilaterale. Trachea in asse. Necessaria valutazione specialistica e approfondimento diagnostico. Sono molto preoccupata,soprattutto perché leggo vascolarizzazione sia intra che pervascolare,è una cosa grave?Cordiali saluti e grazie.

Carcinoma mammario e guarigione

Richiesta di Consulto Medico su Carcinoma mammario e guarigione
Gent.mi Dott.ri, ho 40 anni e lo scorso anno sono stata operata al seno sinistro (mastectomia di completamento a seguito di quadrantectomia). L’istologico ha dato il seguente esito: carcinoma duttale in situ della mammella di tipo solido e comedonico, di alto grado nucleare, associato ad isolati focolai di micro infiltrazione (carcinoma microinfiltrante sec.WHO 2012) nessuno dei focolai di micro infiltrazione ha diametro maggiore di 1mm. Non è stata documentata infiltrazione neoplastica endovascolare, ematica e linfatica pT1mi N(0) M(0); recettore per estr. 90%; recettore per il prog. 40%; ki67-30%; HER2 Positivo (score 3+). Tutti gli esami pre-operatori (rx torace, eco addome e scintigrafia ossea) e controlli successivi, ad oggi eseguiti, sono risultati negativi. Terapia eseguita: taxolo settimanale 12 sedute; Trastuzmab 18 infusioni sottocute (che sto terminando) e terapia ormonale per 5 anni. Vi chiedo la prognosi del mio tumore, il rischio che possa sviluppare metastasi o recidive e se ci sono possibilità di guarigione. Grazie infinitamente per il Vostro continuo impegno.