Carboidrati: perché non eliminarli completamente

Quando si parla di diete le persone pensano sempre che i carboidrati debbano essere visti come dei nemici indiscussi da combattere in ogni forma e da eliminare dal proprio regime alimentare: niente di più sbagliato, dato che questi sono comunque dei nutrienti utili per il funzionamento dell’organismo.

Diete basate su intolleranze alimentari, una bufala

Le diete basate sulle intolleranze alimentari sono più efficaci? No si tratta di una bufala. Su questo tema mettono il punto la Società di Italiana di Diabetologia e diverse altre associazioni di nutrizionisti e dietisti italiani. E’ necessario fare corretta informazione, sottolineano con il loro intervento, se si vogliono approcciare in modo esatto obesità e sovrappeso.

Le diete ad alto contenuto di grassi rendono pigri e… stupidi

Che mangiare cibi ad alto contenuto di grassi, in particolare quelli saturi, facesse ingrassare lo sapevamo già. Quello che ancora ignoravamo è che le diete ipercaloriche ci renderebbero anche pigri e stupidi, influendo sulle nostre attività sia fisiche che mentali. A dirlo è una recente ricerca effettuata da un’équipe di studiosi dell’Università di Cambridge nel Regno Unito.

A quanto si evince dai dati raccolti in uno studio sui ratti, i grassi consumati in eccesso abbassano il livello delle nostre capacità cognitive e diminuiscono la resa e la resistenza fisiche. E non è tutto. Per regime ad alto contenuto di grassi non si intende una dieta sregolata che va avanti da anni o comunque da molto tempo. I risultati negativi dello strafare a tavola si vedono a breve termine. Molto breve.

Problemi a dimagrire? Provate con il disegno

Uno dei grandi problemi del nostro secolo è il peso. Larga parte della popolazione Occidentale (anche chi non ne avrebbe bisogno) si preoccupa del proprio peso forma, e non è mai contenta del proprio giro vita. Oggi ci rivolgiamo a quelle nostre amiche (ed anche amici, perché no) che le provano tutte, ma davvero tutte, per riuscire a buttare giù qualche chilo di troppo, ma nonostante tutti i dietologi della loro città le conoscano benissimo, ancora non sono riuscite a smaltire la ciccia in più.

Ad aiutarci, ci viene in soccorso Carol Lay, famosa disegnatrice americana, nota per le sue vignette satiriche sul Wall Street Journal e sul New Yorker. La Lay oggi ha una perfetta linea, ma ha passato gran parte della sua giovinezza a lottare contro il proprio corpo con molti chili di troppo. Come ha fatto? Semplice, con il disegno e tanto senso dell’umorismo.

Le diete invecchiano la pelle delle donne, tra linea e rughe cosa scegliereste?

Le diete invecchiano. Questa la clamorosa notizia proveniente da oltreoceano che in questi giorni sta impensierendo le donne perennemente in lotta con la bilancia, ponendo davanti all’amletico dubbio se sia meglio un po’ di ciccia sui fianchi piuttosto che un viso segnato dal tempo.
Magre e attempate o giovani e in carne? In verità le cose non stanno proprio così, perchè la ricerca americana che ha sollevato non poche perplessità tra le rappresentanti del genere femminile in realtà si è limitata ad evidenziare un’età della pelle decisamente più matura per chi perde almeno una taglia, ma solo dopo i quarant’anni.

Esattamente lo studio pubblicato sul Plastic and Recostructive Journal ha analizzato un campione di donne composto da duecento gemelle omozigote per un periodo di due anni, annotando il loro Bmi, indice di massa corporea, e facendo gli opportuni confronti.

Pasti sostitutivi: bocciati da Altroconsumo

Un’indagine di Altroconsumo pubblicata da Test Salute mette in guardia tutti coloro che vogliono perdere qualche chilo di troppo ricorrendo ai cosiddetti pasti sostitutivi: barrette e beveroni non costituiscono un alimento sano ed equilibrato e non offrono alcun vantaggio rispetto alle tradizionali diete dimagranti.

Sono state analizzate le etichette di dodici tipi di pasto sostitutivo comunemente in vendita tanto in farmacia quanto al supermercato e i dati emersi sono piuttosto sconfortanti: anzitutto il loro apporto calorico è troppo basso, anche per chi intende smaltire i chili di troppo, i sostituti del pasto forniscono infatti dalle 202 alle 328 kcal, mentre i prodotti che pretendono di sostituire tutti i pasti della giornata, i cosiddetti sostitutivi dell’intera razione giornaliera, apportano meno di 900 calorie al giorno.

Prevenzione, diagnosi e cura diventeranno personalizzate

La rivoluzione in atto nei centri di ricerca parla di nuovi approcci ai nuovi risultati che man mano si sviluppano. La ricerca scientifica sui tumori è l’esempio più evidente della necessità di procedere tenendo presente i risultati scientifici ottenuti da altri e quelli in corso che costituiscono un bagaglio di informazioni imprescindibili per varcare nuove frontiere. L’Istituto nazionale dei tumori di Milano è giunto così a esporre nuove scoperte sulla cura dei tumori.