Tumore polmone, terapie

Richiesta di Consulto Medico su terapie tumore al polmone
“Gentile dottore, mia Suocera, 78 anni, fumatrice fino a un mese fa, figura magra da sempre e ulteriolmente accentuata ultimamente sulla base di dolori alla schiena ha fatto una serie di analisi partite da Rx Tac Broncoscopia con biopsie e PET con i seguenti risultati: Processo adenodiscariocinetico polmonarwe sinistro cT4N2M0 stadio IIIB Ectasia aortica sottorenale (25mm) con aortosclerosi e focali ulcerazioni nel medesimo tratto Arteriopatia obliterante degli arti inferiori Ipertensione arteriosa Cisti epatiche multiple e cisti renali corticali bilaterali INDAGINE FISH PER ALK: analisi di riarrangiamento del gene ALK : NEGATIVA INDAGINE IMMUNOISTOCHIMICA per PDL1: risultato di cellule tumorali positive 2% EGFR non ancora acquisita. Sulla base di quanto sopra esposto vorrei conoscere le sue considerazioni generali e in particolare sulle possibili terapie dalla chemio sino agli ultimi ritrovati recenti di cui si decantano le qualità e anche una nota sul trattamento con l’adroterapia di Pavia. La ringrazio.”

Sospensione terapia ormonale oncologica per gravidanza

Richiesta di Consulto Medico su sospensione terapia ormonale oncologica per gravidanza
“Salve Dottore, sono una donna di 47 anni, tre anni fa ho subito una quadrantectomia a causa di un carcinoma duttale infiltrante G3 pt2 pn1 linfonodi negativi, ER 80%, PGR 40%, Li 90%, ho praticato 4 cicli di chemio EC e 25 sedute di radioterapia, attualmente in terapia con Enantone 3,75 ogni 28 giorni ed Exemestane. Poiché non ho figli, il mio desiderio di maternità è ritornato, la mia oncologa mi ha proposto di sospendere temporaneamente la terapia per tentare una gravidanza eterologa per poi riprenderla al termine di un’eventuale gravidanza. Mi chiedevo se assumendo comunque dei farmaci a base di estrogeni per ottenere lo spessore dell’endometrio e la stessa gravidanza non possano far risvegliare la malattia, grazie e cordiali saluti.”

 

Tumore fegato e spossatezza

Richiesta di Consulto Medico su tumore al fegato e spossatezza
Mio marito ha 79 anni, di costituzione longilinea, prima del tumore pesava 63 kg ora ne pesa 57 kg. Dal 2014 si sottopone ad embolizzazioni al fegato, (circa 2 all’anno) stiamo aspettando il 7° ricovero. Queste terapie miracolose gli hanno allungato la vita, anche se ogni volta deve sopportare gli effetti collaterali. Le scrivo Dottore, perchè non riesco ad avere da altri medici una risposta a questa domanda: mio marito ogni giorno perde forza ed energia, la sua mente vuole camminare, ma le sue gambe vanno con fatica, è una conseguenza del tumore ? Se si, non è possibile dargli forza in qualche modo, con alimenti, ricostituenti ? La sua alimentazione da quando si è ammalato è prevalentemente a base di carne bianca, pesce, verdura, frutta, legumi, poco pane e raramente la pasta. Grazie infinite.”

Carcinoma mammario her2 positivo, guarigione e rischio recidiva

Richiesta di Consulto Medico su carcinoma mammario her2 positivo, guarigione e rischio recidiva
“Gentilissimo Dottore, mia moglie di 39 anni nel mese di dicembre u.s. è stata operata di mastectomia, a seguito di quadrantectomia, NAC SPARING con inserimento espansore. L’esame istologico ha dato il seguente esito: carcinoma duttale in situ di alto grado nucleare, di tipo solido e codecomico, associato ad isolati focolai di microinfiltrazione (carcinoma microinfiltrante sec WHO 2012). Nessuno dei focolai di microinfiltrazione ha diametro maggiore di 1mm. Presente cancerizzazione dei dotti. Non è stata documentata infiltrazione neoplastica endovascolare, ematica e linfatica. Linfonodi ascellari (n.2) negativi esaminati con la tecnica del linfonodo sentinella. Caratteristiche del carcinoma: Recettore per estrogeno: 90% Recettore progesterone: 40% Ki67: 30 % HER-2/NEU (policlonale) 3+ pT1mic N(0) M(0) Tutti gli esami strumentali (eco addome, rx torace e scintigrafia ossea) hanno dato esito negativo. Terapie proposte: Taxolo 12 sedute (una settimanale) + Herceptin per un anno + terapia ormonale. Vi chiedo: 1) se, in base alle caratteristiche sopra descritte, ci sono probabilità di guarigione completa; 2) se è probabile che alcune cellule abbiano già lasciato la sede del tumore primitivo, anche se attualmente non visibili attraverso esami strumentali; 3) se le terapie proposte sono adeguate alla tipologia di carcinoma; 4) rischio recidiva. Grazie anticipatamente”

Recidiva epatica ed ossea di carcinoma della mammella

Richiesta di Consulto Medico su recidiva epatica ed ossea di carcinoma della mammella  
Buongiorno, vorrei gentilmente chiedere un consulto sul seguente referto e inoltre sapere cosa si può fare per l’abbassamento dei globuli bianchi. Normotesa-h.168-kg. 54 2007 intervento conservativo mammella destra per CDI diametro 16mm + CDIS G2 pN0 ormonosensibile- ER80% PgR 80% CerbB2 neg Linfonodi non sono stati intaccati – esaminato solo linfonodo sentinella: negativo successiva radioterapia e ormonoterapia con tamoxifene e successivamente anastrozolo per 5 anno concluso nel 2012. Controlli successivi sempre regolari Asintomatica. Nel corso degli esami annuali di controllo effettua ecografia addome 16.1.2018 con riscontro di 2 nodularità nel lobo destro S7 del diametro di 21 e 15mm con aspetto a bersaglio suggestive per lesion ripetitive. Mammelle clinicamente regolari non linfoadenopatie ascellari palpabili. 6.2.18 visionati ematici nella norma 5.2.18 pet presenza di multiple focali ipercaptazioni ossee a livelli di soma di C7 processo trasverso destro di D4 lamina sinistra di D11 massivamente i somi di L5 ed S1 ; aletta sacrale sinistra;VI costa di destr. Due focali ed intense captazioni si evidenziao a livello delle lesioni epatiche in Sg7:Multiple linfoadenopatie ipercaptanti in regione ascellare destra, mediastiniche in sede sottocarinaleed ilare polmonare bilaterale. Lo studio pet indica presenza di malattia ad elevato metabolismo glucidico Agobiopsia epatico: cellule di carcinoma mammario Recettore nucleare per gli estrogeni clone SP1..75% “” “” ” progesteroe ” 1E2..80% Cellule in fase attiva del ciclo cell.(Ki67) ” 30-9….10% Prodotto oncogene c-ERB B2/neu ” 4B5…score 2+ Terapia:Ribociclib 600mg die x 21 gg. poi 7 di pausa Letrozolo 2.5mg 1 la sera Radioterapia: di C7 somministrazione di 8Gy in monoseduta – L5-S1 somministrazione di 20Gy/4fr da 5Gy/fr con fotoni X da 6 MV mediante tecnica 3D-CRT. .In questi giorni si è verificato gonfiore al braccio destro mi è stata fatta una ecografia con questo referto: non sono evidenziabili segni di trombosi a livelli dell’asse succlavio-axillo-omerale e giugulare dx. si segnala calibro ridotto della succlavia dx nel solo tratto retroclaveare, che appare responsiva alle manovre di elicitazione distale: esiti di pregressa trombosi completamente ricanalizzata? E’ possibile che sia dovuto a Letrozolo e Ribociclib che sto assumendo? Ringrazio per l’attenzione e resto in attesa di vs. riscontro.”

Biopsia tumore al seno, capire il referto

Richiesta di Consulto Medico su biopsia tumore al seno e referto
“Buonasera volevo chiedere un parere per mia madre che è stata operata al seno di tumore c4. Le è stata fatta una quadrectomia con asportazione di un nodulo sentinella e pulizia ascellare. Adesso è arrivato il risultato dell’ esame istologico e volevo chiedervi se mi aiutate a capire cosa c’è scritto. Il referto dice: cavo ascellare di destra linfonodi di 3 livello descrizione microscopica: linfadectomia ascellare da cui si isolano 9 linfonodi ( 1 e 2 livello) ; frammento di tipo adiposo da qui non si isolano linfonodi di 3 livello. Diagnosi a) tutti i linfonodi isolati sono liberi da lesioni b) il quadro morfologico mostra esclusivamente tessuto finto adiposo, non si osserva parenchima linfodale. “

Chemioterapia, leucociti bassi e dieta alimentare

Richiesta di Consulto Medico su Chemioterapia, leucociti bassi e dieta alimentare
“Mio padre a novembre dell’anno scorso è stato operato al colon per un grande tumore ed aveva anche moltissime aderenze ( dall’ intervento precedente -tumore praticamente allo stesso posto). Lui ha 79 anni. Adesso sta facendo la chemio in compresse a casa ( la Capecitabina) siccome aveva un linfonodo con le cellule cancerogene. Lui non ha avuto molti problemi finora a parte l’eritema sulle mani e sul dorso. Però non ha molte forze, si sente molto debole. I suoi leucociti sono molto bassi. Un paio di giorni fa ha fatto le analisi del sangue e i leucociti erano : 2,73. Può essere che si sono abbassati così tanto per la chemioterapia ? In ogni caso ha sempre avuto i leucociti un po'”bassini”,( 3,13 – 4,45 ) ma mai a questi livelli. La formula leucocitaria va bene, tutto nella norma. Mi interessa in che cosa dovrebbe consistere la sua dieta alimentare ? Dovrebbe mangiare più proteine ? I minerali ? Tipo zinco, betacarotene..? Grazie mille, per ogni consiglio .”

Risultato PET dopo tumore

Richiesta di Consulto Medico su Risultato PET dopo tumore
“Buongiorno vorrei chiedere un parere sulla PET di mia nonna fatta per rialzo del marcatore tumorale. A novembre 2016 è stata operata di un tumore al utero. La pet è la seguente: accumulo focale di FDG all’ incrocio dei vasi illaci di destra che si conferma ad una acquisizione dedicata tardiva con atteggiamento incrementale, di sospetta natura linfoadenopatica. Ispessimento pseudonodulare del tessuto adiposo peritoneale meglio visibile lungo la doccia parietocolica sx ed all’ingresso pelvico di destra,metabolicamente attivo. Si segnalano alcune formazioni nodulari solide nel grasso dello spazio cardiofrenico dx caratterizzato da debole ma focale metabolismo glucidico non riconoscibili nella precedente indagine di sospetto evolutivo. Si osserva la comparsa di un linfonodo con analoghe caratteristiche metaboliche in sede mediastinica para tracheale superiore. Piccola raccolta liquida in pelvi in sede paramediana dx. Non si osservano ulteriori aree di alterata distribuzione del radio farmaco nei restanti distretti corporei indagati. Grazie mille buona giornata.”

 

Adenocarcinoma polmonare con metastasi ossee ed ipertermia

Richiesta di Consulto Medico su Adenocarcinoma polmonare con metastasi ossee ed ipertermia 
“A mio marito a seguito di una visita oculistica è stata prescritta fra gli altri esami una TAC torace, da lì una serie di esami, broncoscopia, PET, da cui la diagnosi adenocarcinoma polmonare con metastasi ossee allo stadio IV: multipli metameri cervico-dorso-lombari, sacro, bacino, coste, scapole, III distale clavicola dx, femore sx. Ci hanno mandato all’IRST di Meldola che ci vedrà giovedì, ma hanno già detto che si farà chemio. La radio hanno detto che solo un pazzo la farebbe per possibile intossicazione. Premetto che mio marito sta benissimo di salute. Volevo sapere se nel suo caso potreppe servire l’ipertermia. Grazie in anticipo”.

Tumore glioneurale, può tornare?

Richiesta di Consulto Medico su tumore glioneurale: può tornare?
“Sono stato operata al cervelletto per asportazione di una massa la diagnosi e’ stata tumore glioneurale del quarto ventricolo nn ho fatto radio ne chemio ce stata una grandissima pulizia , sono passati 5 anni e grazie a dio i controlli sono amdati sempre bene !!! Vorrei sapere qualcosa su questo tipo di neoplasia !! E se si potesse trattare in futuro con gamma knife in caso di un eventuale ripresa !!!!???!?Grazie

Che significa “attività metabolica glucidica “nella PET dopo tumore al seno?

Richiesta di Consulto Medico su significato “attività metabolica glucidica “nella PET dopo tumore al seno?
Buongiorno Dopo mastectomia bilaterale e svuotamento ascellare il 01/ 04 /2015, questo è il risultato della pet fatta per un nodulo al polmone scoperto con tac a gennaio 2018. L’esame, limitatamente al potere risolutivo della metodica (circa 5mm),mette in evidenza lieve e sfumata attività metabolica glucidica (SUVmax 1.7) a carico del noto micronodulo localizzato a livello del segmento apicale del LSDX. È una ripresa della malattia? Grazie mille per la risposta. A presto

Adenocarcinoma colon e rischio recidiva

Richiesta di Consulto Medico su adenocarcinoma Colon e rischio recidiva
“Salve Dottore volevo fare un domanda Ho 69 anni Sono stata operata di adenocarcinoma al colon sinistro Tac addome e torace negativi prima dell’intervento Dopo intervento l istologico risulta un adenocarcinoma G3 T3N0MX Linfonodi tolti 30 di cui TUTTI negativi risulta un infiltrazione vascolare Ora sto facendo una chemioterapia di capecetabina 3300 mg il giorno per 8 cicli Fino a 4 Gennaio 2018 La mia domanda e’le probabilità di recidiva nel mio caso sono alte o basse avendo fatta anche questa terapia? Sto’ riaquistando peso e mi sento molto bene adesso anche la capecetabina a parte un po di alopecia non mi a dato grossi fastidi anche questo pensa sia positivo oppure per essere efficace doveva darmi disturbi? Grazie”.

Leiomiosarcoma o istiocitoma maligno?

Richiesta di Consulto Medico su Leiomiosarcoma o istiocitoma maligno
“Salve..vorrei un chiarimento sull’esame istologico di una cisti sulla coscia asportata a mia madre. La sintesi del referto è:nell’ambito di una diagnosi differenziale ,in primo luogo tra un leiomiosarcoma ed un istiocitoma fibroso maligno alcuni aspetti fanno propendere maggiormente per la prima ipotesi….. Mi può dare un aiuto a capire. La ringrazio moltissimo”.

Innalzamento CEA dopo carcinoma seno

Richiesta di Consulto Medico su Innalzamento cea dopo carcinoma seno
“Buongiorno Vorrei esporvi nel modo piu sintetico possibile il complicato caso clinico di mia mamma al fine di ricevere la vs preziosa consulenza. Soggetto non fumatore di anni 66, cardiopatica (insufficienza mitralica e lieve scompenso) e bronchite cronica. Nel 91 uterectomia per presenza polipi. Nel 2003 k seno dx (quadrantectomia per carcinoma duttale infiltrante stadio G1,) trattata con radio e ormonoterapia; 2007 glaucoma con riduzione del campo visivo poi lentamente recuperato. Polipi benigni alla tiroide 2008; rettocolite ulcerosa (asportazione polipetti) benigni e inizio terapia farmacologica; 2011 pancreatite acuta fortunatamente rientrata .Dal 2003 segue meticolosamente il follow-up post carcinoma sottoponendosi sempre a tutti gli esami prescritti. Tutto nella norma tranne la settimana scorsa quando a seguito mammografia si consiglia eco per area addensata nel seno “buono”sx. Fortunatamente addome completo e cavi ascellari all’esame ecografico risultano ok.  Inoltre il marcatore cea ha subito negli anni la seguente evoluzione: da una media di 2,5-2,8 è passato nel 2016 a 3,8 e la settimana scorsa purtroppo a 4,46 tutti gli esami sempre nello stesso laboratorio con un limite max di 4,1 ng/ml.  Il marcatore ca 15-3 invece nei 14 anni è sempre stato nella norma e mai in evoluzione Purtroppo ha saltato la colonscopia prevista nel 2014 anche se ha sempre continuato la cura farmacologica……