Tumore ai polmoni, che fine ha fatto la pillola per curare il microcitoma polmonare?

Il microcitoma polmonare o carcinoma a piccole cellule rappresenta circa il 18% di tutti i casi di tumore ai polmoni. E’ molto aggressivo, ma anche estremamente sensibile ai chemioterapici, che rappresentano dunque la terapia d’elezione per questa neoplasia, rarissimi e selezionati i casi di possibile chirurgia. Purtroppo però la sua prognosi è ancora piuttosto infausta: la sopravvivenza a 5 anni è solo del 5%.

La cura dei tumori attraverso il calore: è l’ipertermia

I tumori si curano anche grazie al calore, attraverso una particolare metodica che si chiama ipertermia. Si tratta di una tecnica coadiuvante che va effettuata in concomitanza alle più tradizionali e conosciute chemioterapia e radioterapia. Come indica il nome, consiste nell’innalzamento della temperatura corporea attraverso particolari strumentazioni, nel punto da trattare. Il risultato terapeutico è da tempo noto alla comunità scientifica, tanto è che l’applicazione di questa cura coadiuvante è anche in convenzione con il servizio sanitario nazionale.