Bambini e lastre, rischi e benefici

Bambini e lastre: quali sono i benefici ed i rischi dell’utilizzo? Scopriamoli insieme grazie all’Associazione Italiana di Fisica Medica che si occupa di studiare e gestire l’uso e le conseguenze delle radiazioni sull’essere umano.

Alzheimer favorito dai viaggi spaziali?

Lo sviluppo dell’Alzheimer potrebbe essere favorito dai viaggi spaziali. Ovviamente in questo caso la categoria più colpita sarebbe quella degli astronauti, ma su una cosa gli scienziati sono sicuri: le radiazioni spaziali possono danneggiare il nostro cervello.

Nube radioattiva sull’Europa: per l’Aeia è un mistero. Quali sono i rischi?

Sebbene la notizia sia passata decisamente in sordina sui maggiori quotidiani nazionali, vi è una nuvola radioattiva di Iodio 131 nei cieli di Europa. Come accade quasi sempre quando si parla di radiazioni, non vi è una informazione corretta rispetto ai possibili pericoli. E la paura più grande è che vi possa essere un rischio di contaminazione. L’Aeia, agenzia internazionale per il nucleare, spiega che il livello di radiazione è basso, ma sul da farsi, vige ancora mistero. Quali rischi vi sono per la nostra salute?

I raggi X aumentano il livello degli antiossidanti

Sembra che l’esposizione ai raggi X generi un meccanismo di autodifesa da parte dell’organismo in grado di aumentare il livello degli antiossidanti. A sostenerlo, è uno studio del Consiglio nazionale delle ricerche, coordinato da Eugenio Picano, direttore dell’Istituto di fisiologia clinica (Ifc-Cnr) di Pisa, e condotto in collaborazione con l’Istituto di scienze dell’alimentazione (Isa-Cnr) di Avellino. L’esito è stato appena pubblicato sul “European Heart Journal”.

Radioterapia: gli effetti collaterali

Abbiamo parlato ieri della radioterapia, una procedura che tramite radiazioni tenta di curare il cancro. Osservando i dati della letteratura medica pare che questa terapia abbia un largo margine di successo, ma come spesso accade con le terapie aggressive (ma anche con i farmaci tra i più lievi), ci possono essere degli effetti collaterali.

Visto l’ampio utilizzo delle radiazioni, la domanda che in molti si fanno è se la radioterapia renderà il paziente radioattivo. Purtroppo la risposta non è semplice. I malati di cancro sottoposti a radioterapia possono subire degli effetti delle radiazioni a seconda del tipo di radioterapia a cui si sottopongono.

La radioterapia esterna di solito non rende il paziente radioattivo. I pazienti non hanno bisogno di evitare il contatto con le altre persone a causa del trattamento. La radioterapia interna (interstiziale, endocavitaria o endoluminale) che emette radioattività direttamente all’interno del corpo del paziente, richiede una degenza in ospedale in quanto alcune precauzioni devono essere prese per proteggere il paziente stesso, ma anche il personale ospedaliero e i visitatori. Le sorgenti interne sigillate (cioè fissate nel punto in cui c’è il tumore) inviano la maggior parte delle loro radiazioni principalmente attorno all’area dell’impianto, così mentre quest’area è radioattiva, tutto il corpo del paziente non lo è.