Recessione gengivale, cos’è, cause e cosa fare

La recessione gengivale, ovvero quel disturbo che porta le gengive a ritirarsi lasciando scoperto i denti, colpisce i giovani più di quanto si potrebbe pensare. A soffrirne è un giovane su 5 secondo i dati snocciolati nel corso del 19esimo convegno della Società Italiana di Parodontologia e Implantologia (Sidp). Ma che cos’è la recessione gengivale e quali sono le cause che la determinano?

Scorbuto, 6 sintomi da non sottovalutare

Lo scorbuto è una malattia causata dalla carenza di vitamina C che può provocare conseguenze anche pesanti sullo stato di salute dell’organismo rendendolo debole e affaticato. Scopriamo insieme quali sono i sintomi più comuni dello scorbuto: una pronta individuazione può fare la differenza nel trattamento di questo disturbo.

Primi dentini, aiutare il bambino con l’omeopatia

I primi dentini rappresentano un momento particolare per i più piccoli. E’ quel periodo in cui il corpo del neonato cambia procurandogli dolore, in quella parte del corpo che loro utilizzano per tutti. Vediamo come aiutarli con l’omeopatia.

Gengivostomatite

Gengivostomatite

La gengivostomatite è un’infezione della bocca e delle gengive che porta a gonfiore e piaghe. Può essere causata da un virus o batteri.

CAUSE: La gengivostomatite è comune, soprattutto tra i bambini. Può verificarsi dopo l’infezione con il virus dell’herpes simplex di tipo 1 (HSV-1), che causa anche l’herpes labiale. La condizione può verificarsi anche dopo l’infezione con un virus coxsackie o nelle persone con scarsa igiene orale.

Fertilità: maggiori possibilità di concepire con denti sani

Le donne che desiderano avere figli devono tenere sotto controllo la propria bocca: i problemi gengivali e dei denti possono minarne la fertilità. E’ questo il risultato di uno studio recentemente pubblicato sulla rivista di settore Obstetrics and Gynecology e presentato a Stoccolma in occasione del meeting annuale della Società europea della riproduzione umana e embriologia (Eshre).

Anestesia senza ago dal dentista: nuovi metodi di cura

Sono veramente molte le persone che soffrono di disturbi gengivali, un termine che racchiude patologie diverse, dalla semplice gengivite alla più complessa parodontopatia (la comune piorrea). I sintomi sono differenti e non tutti possono manifestarsi in modo palese, ciò dipende dall’entità e dalla gravità della malattia. Molto spesso è presente un gonfiore generale ed un dolore acuto, in altri casi si può invece verificare sanguinamento gengivale ed una sensibilità diffusa.

Questa variabilità di sintomi, che può comprendere anche alitosi e mobilità del dente, amplifica la gravità della malattia che, per la sua connotazione di infezione dei tessuti di supporto e ancoraggio della dentatura, risulta al giorno d’oggi la principale causa della perdita dei denti. In genere la terapia prevede innanzitutto una “strumentazione” da parte del Dentista o dell’Igienista, anche nei casi in cui il paziente avverta dolore.