Super batteri, i nuovi antibiotici per contrastarli

In arrivo quattro nuovi antibiotici contro i ceppi multiresistenti per il trattamento dei pazienti che non rispondono ad altri tipi di cure: i dati confermano che in Europa si registrano oltre 33mila morti causate da batteri resistenti ai farmaci e di questi addirittura un terzo in Italia. 

Grazie a un accordo siglato lo scorso anno con l’azienda americana Melinta Therapeutics, la Menarini ha acquisito, i diritti per la commercializzazione di quattro antibiotici che riescono ad essere efficaci su ceppi multiresistenti che causano infezioni gravi: si tratta nel dettaglio di antibiotici che non dovranno essere di largo utilizzo, ma dovranno essere destinati a un uso ospedaliero e solo nei pazienti che manifestano resistenza. 

Tumore polmone, tra le cause virus e infezioni?

Virus e infezioni tra le possibili cause del tumore al polmone? Fino ad oggi abbiamo sempre individuato nel fumo il fattore scatenante di questo tipo di cancro e ancora è così. Ma le recenti affermazioni di Harald zur Hausen, Premio Nobel per la Medicina nel 2008, aprono nuovi scenari.

Infezioni in sala operatoria, linee guida Oms per combatterle

L’Oms, Organizzazione Mondiale della Sanità, interviene con nuove linee guida per combattere le infezioni in sala operatoria. Sempre più spesso, infatti, quelli che vengono definiti super batteri sono protagonisti di conseguenze spesso anche gravi per la vita del paziente che sta subendo un intervento chirurgico e che si appresta ad affrontare poi una convalescenza più o meno lunga.

Rio 2016, protocollo contro infezioni per gli atleti

Tra quale mese avranno inizio le Olimpiadi di Rio 2016 e l’istituto di Medicina e Scienza della Sport e l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive del CONI in collaborazione con l’ospedale Lazzaro Spallanzani hanno messo a punto un protocollo contro le infezioni per gli atleti che andranno in Brasile.

6 cose da sapere sul virus Zika

Ecco 6 cose da sapere sul virus Zika. Questo agente patogeno, endemico in alcune zone del pianeta è diventato il protagonista delle cronache per gli effetti che causerebbe nei feti delle donne in attesa. Scopriamo insieme ciò che è necessario tenere sempre a mente su questa malattia.

8 cose da evitare prima di un intervento chirurgico

Prima di un intervento chirurgico ci sono alcune cose assolutamente da evitare. Sapete quali? Ecco un breve elenco che mette a fuoco tutti quei comportamenti da non mettere in atto quando si ha in programma una operazione, di qualsiasi genere essa sia: sono contenuti nel volume Going Into Hospital? A Guide For Patients, Carers And Families.

Prurito ai piedi, cause e rimedi possibili

Il prurito ai piedi è un disturbo molto diffuso che può nascondere cause diverse tra loro. Cosa fare per trovare sollievo quando il prurito ai piedi non ci abbandona? A quali rimedi ricorrere? Vediamo cosa fare in questi casi.

Isterectomia shock, ferita si apre come una zip

L’isterectomia, la rimozione degli organi riproduttivi femminili, già da sola rappresenta un passaggio molto difficile da vivere per una donna. Figuriamoci se la ferita dell’operazione appena subita si apre come una zip mentre la stessa si trova in casa. E’ successo in Inghilterra.

Sistema immunitario, ecco come si è evoluto

Come si è evoluto il sistema immunitario? E’ la stessa domanda che si sono fatti, e risposti, i ricercatori dell’IRCCS Eugenio Medea e Fondazione Don Gnocchi, l’Università degli Studi di Milano e l’Università di Milano Bicocca in uno studio comune che analizza la storia evolutiva dei geni adibiti alla nostra difesa.

Morso del gatto? Può portare al ricovero in ospedale

I gatti sono animali incredibili con i quali rapportarsi, ma talvolta mordono e graffiano. Anche se solo per gioco. Questo atto per gli uomini potrebbe rivelarsi in qualche modo più pericoloso di quanto si pensi. Un loro morso infatti potrebbe portare una persona a necessitare il ricovero in ospedale. Niente allarmismi però: non sono necessari.

Giornata Mondiale della Sepsi 13 settembre 2013

Oggi 13 settembre 2013 ricorre la Giornata Mondiale della Sepsi, una sindrome che si instaura in seguito ad un’infezione e che ogni anno colpisce circa 26milioni di persone, con una mortalità media del 30%. La tempestività della diagnosi è determinante, tuttavia è resa difficile dal fatto che i sintomi (febbre o temperatura inferiore ai 35°C, battito superiore ai 90 battiti al minuto, frequenza respiratoria maggiore di 20 respiri al minuto, infezione) possono essere confusi con altre malattie.

Ameba “mangia cervello”, sopravvissuta una bambina

Ameba “mangia cervello”: non vi è migliore descrizione per il microrganismo alla base della meningoencefalite amebica primaria, un’infezione in grado di portare alla morte nel giro di una settimana coloro che ne vengono colpiti. Si tratta di una patologia rara e quella che vogliamo raccontarvi oggi è la storia di una delle poche persone sopravvissute a questa malattia.