Sindrome intestino irritabile: sintomi più lievi con Kamut nella dieta

La sindrome dell’intestino irritabile è un disturbo gastrointestinale che provoca dolore addominale e causa gonfiore soprattutto se si consumano alcuni prodotti alimentari particolari, come grano e derivati del latte. Secondo un recente studio, però, la sindrome dell’intestino irritabile conosce netti miglioramenti se nella dieta viene inserito il grano khorasan KAMUT®.

Chemioterapia: olio di emu per gli effetti collaterali

La chemioterapia è uno degli strumenti più utilizzati insieme alla radioterapia nella lotta ai tumori di ogni tipologia. Essa provoca però spesso gravi effetti collaterali. Prendendo ispirazione dalla tradizione aborigena, gli scienziati australiani hanno provato ad utilizzare l’olio di emu, ricavato da un uccello diffuso in loco simile allo struzzo, per combatterli.

Colite ulcerosa

Colite ulcerosa

La colite ulcerosa è una forma di malattia infiammatoria cronica intestinale che colpisce l’intestino crasso (colon) ed il retto.

CAUSE: La causa della colite ulcerosa è sconosciuta. Essa può colpire qualsiasi fascia di età, anche se ci sono picchi intorno ai 15-30 anni di età e poi di nuovo tra 50 e 70 anni. La malattia di solito inizia nella zona rettale e può estendersi attraverso l’intero colon. Ripetuti gonfiori (infiammazioni) portano ad un ispessimento della parete intestinale e del retto con tessuto cicatriziale.

La morte del tessuto del colon o sepsi (infezione grave) può verificarsi con una grave malattia. I sintomi variano in gravità e possono iniziare lentamente o improvvisamente. Molti fattori possono portare ad attacchi, comprese le infezioni respiratorie o stress fisico. I fattori di rischio includono una storia familiare di colite ulcerosa, o l’ascendenza ebraica.

Un batterio per amico: l’invisibile lotta tra buoni e cattivi nell’intestino

Morbo di Crohn, colite ulcerosa, sindrome dell’intestino irritabile: sono solo alcuni dei disturbi intestinali provocati dal temibile batterio Helicobacter hepaticus, un microorganismo dall’azione infiammatoria.
Ad ostacolarlo, in quella che sembra un eterna lotta tra buoni e cattivi che ha come campo di battaglia il nostro intestino, è proprio un altro batterio, il Bacteroides fragilis.

A rivelarlo è una ricerca effettuata da microbiologi dell’università di Harvard e pubblicata sulla rivista Nature.