Influenza 2016, quanto dura la febbre

Quanto dura la febbre dell’influenza 2016? Scopriamolo insieme prendendo in considerazione la tipologia di ceppo ed i sintomi che caratterizzano l’ondata annuale di influenza stagionale.

Influenza stagionale 2016-2017

Come sarà l’influenza stagionale 2016-2017? Quali sintomi comporterà? Il virus ed il ceppo di appartenenza ormai lo conosciamo.Quando sarà possibile contare sul vaccino e chi sarà obbligato a subire l’inoculazione? Vediamolo insieme.

Influenza già arrivata in Italia

L’influenza è già arrivata in Italia. Con netto anticipo sui tempi rispetto alla media è stato diagnosticato il primo caso di questa patologia stagionale. Il paziente “zero” quest’anno è un bambino di 3 mesi. Il virus è stato trovato nel tampone faringeo eseguito sullo stesso e rilevato dai medici dell’Università di Parma.

Influenza, estrogeni la forza delle donne

Le donne affrontano meglio l’influenza. La loro vera forza? Gli estrogeni. Sono questi ormoni a regalare una maggiore resistenza e capacità di ripresa alla compagine femminile. Lo spiega uno studio condotto dai ricercatori  della Johns Hopkins University a Baltimora.

Influenza 2015-2016, isolato primo caso A/H3

L’influenza 2015-2016 è ufficialmente arrivata: è stato isolato il primo caso di A/H3 presso l’Ospedale Sant’Orsola di Bologna. Si tratta del primo caso italiano e di uno dei primi registrati  in Europa.

Influenza A-H1N1, morta una donna

L’influenza A-H1N1, ad oggi, ha messo a letto circa 1 milione di italiani e il picco è previsto per la fine del mese, a cavallo di febbraio. Si stima che alla fine dell’inverno le persone ammalate saranno quasi 6 milioni. Il virus H1N1 ha fatto la prima vittima, una donna di 59 anni, che era ricoverata all’ospedale san Leonardo di Castellammare di Stabia (Napoli).

Influenza, vaccino universale grazie a superanticorpo?

Il vaccino universale contro tutti i tipi d’influenza potrebbe essere più vicino ora che un gruppo di ricercatori americani ed olandesi hanno scoperto un anticorpo che si lega perfettamente ai ceppi di virus A e B eliminandone l’infettività. Già ribattezzato “superanticorpo”, CR9114 potrebbe essere in grado di rivoluzionare il mondo nel quale ci approcciamo alla patologia con la vaccinazione.

Influenza A è stata più letale di quanto stimato

Nel 2009 il mondo ha avuto a che fare con una terribile pandemia relativa all’influenza A, conosciuta anche sotto il nome del suo virus, H1N1. Secondo i ricercatori del Centro per il controllo delle Malattie di Atlanta (CDC) negli Stati Uniti i numeri reali, in contagi ma soprattutto in quanto a vittime,  sarebbero decisamente più alti di quelli stimati in un primo momento.

Influenza, italiani creano antivirale universale

L’influenza, con le sue numerose varianti ed i disturbi che comporta, è una delle patologie che creano, stagionalmente, più fastidio all’uomo. Ora, direttamente dalla ricerca italiana arriva un antivirale in grado di sconfiggere tutti i virus influenzali in grado di colpire l’uomo, tra cui, potenzialmente anche il pericoloso H5N1, (l’influenza aviaria, n.d.r.) se mai dovesse diventare pandemico anche per l’uomo.

Vaccino anti-H1N1 l’Ema raccomanda alcune restrizioni

Vaccino anti-H1N1, da evitare sotto i 20 anni? Sorpresa? Non per tutti, l’Ema (European medicines agency) nei giorni scorsi ha diffuso un documento ufficiale in cui “si raccomanda una restrizione”per l’uso del vaccino anti-influenza A (H1N1) Pandemrix della GlaxoSmithKline. Tale suggerimento riguarda i giovani ed i bambini e specifica che tale farmaco andrebbe usato solo in caso di indisponibilità del vaccino trivalente contro l’influenza stagionale e solo in caso di categorie fortemente a rischio nell’eventualità di infezione da virus H1N1.