Cocco, 5 benefici del mangiarlo

Quali sono i benefici del mangiare cocco? Questo frutto tropicale si sta man mano diffondendo alle nostre latitudini e sempre di più sta diventando parte della nostra dieta. Vediamo perché questa sua presenza sia da considerare qualcosa di positivo.

8 effetti benefici del magnesio sulla salute

Tanti sono gli effetti benefici del magnesio sulla salute e per questo motivo sarebbe importante garantire all’organismo le giuste quantità di questo minerale. Il magnesio si trova in elevate dosi in alcuni alimenti specifici, in alternativa in commercio ci sono numerosi integratori. A cosa fa bene il magnesio?

Perché trema l’occhio?

L’occhio che trema, o che dà la sensazione di battere, è una situazione che può capitare di frequente: quali possono essere le cause principali che determinano questo piccolo disturbo? Insomma perché batte l’occhio? A cosa dobbiamo questo fastidio? Sono queste le domande che di solito ci poniamo quando capita di avere a che fare con occhi che “ballano”. E allora cerchiamo di capire i motivi che comportano il tremore della palpebra.

10 alimenti più ricchi di magnesio (FOTO)

Il magnesio è un elemento indispensabile per la salute dell’organismo: protegge il cuore, riduce i sintomi della sindrome premestruale, salvaguarda la salute dei muscoli e abbassa il rischio di osteoporosi. Ecco perché è opportuno fare largo uso di tutti queli alimenti che lo contengono in buone dosi. Quali sono i 10 più ricchi di magnesio?

Carenza di magnesio: sintomi, cause e rimedi

Quali sono i sintomi, le cause ed i rimedi della carenza di magnesio? Vediamoli insieme. Questo minerale è molto importante per la nostra salute: ne abbiamo bisogno in rapporto al nostro peso corporeo e all’età giornalmente.

Alzheimer, magnesio cura efficace?

Il magnesio come possibile cura per l’Alzheimer? Questo ancora non si può affermare con certezza. Ma che faccia bene al nostro cervello ed alla nostra salute mentale sembra essere stato assodato dai ricercatori cinesi del Tsinghua-Peking Center for Life Sciences, della scuola di medicina della Tsinghua University.

Sindrome premestruale, rimedi naturali e farmaci

Mal di pancia, cefalea, insonnia, stanchezza e cattivo umore. Se uno di questi disturbi (o tutti) si manifestano di regola in prossimità dell’arrivo del ciclo mestruale, è possibile che ci si trovi in presenza di una sindrome premestruale. Con questo termine infatti si intendono una serie di sintomi/disturbi fisici e psichici che compaiono proprio nel momento in cui l’organismo femminile si appresta ad affrontare il flusso mestruale mensile. Ne soffrono molte donne, è una sindrome abbastanza comune, che però può colpire con diversa intensità. Nella maggior parte dei casi è lieve e passeggera (tutti i disturbi tendono a scomparire dopo un paio di giorni dall’arrivo delle mestruazioni), ma per il 4-6 % delle donne è fortemente invalidante: i disturbi correlati alla sindrome premestruale sono cioè talmente violenti da alterarne la normale quotidianità. In questi casi di parla di “sindrome disforica della fase luteale tardiva”, un disturbo grave che richiede una terapia specifica.

Pressione bassa? Cosa fare per combattere l’ipotensione

Il caldo si inizia a sentire e con esso aumentano anche i casi di malore derivati da pressione bassa. Gli anziani sono sicuramente a maggior rischio dei giovani ma l’ipotensione (cioè la pressione bassa) anche se meno pericolosa dell’ipertensione (pressione alta) non deve essere presa sotto gamba e quando ci sentiamo venir meno per il caldo eccessivo la prima cosa da fare è sdraiarsi, alzare le gambe e allentare lacci e cinture per favorire l’afflusso di sangue al cervello e al cuore. I sintomi sono diversi: stanchezza, giramenti di testa, svenimenti (sincope) mancanza di appetito, annebbiamento della vista.

Invecchiamento cerebrale, rallentarlo con magnesio, corsa e sonno

Cosa hanno a che vedere magnesio, corsa e sonno tra loro? Apparentemente niente, se non fosse che sono tutti e tre tra i metodi migliori per rallentare l’invecchiamento cerebrale e mettere il turbo al nostro cervello. Insieme a giocare a tetris, prendere il sole, mangiare cioccolata.

La lista dei fattori e delle buone abitudini per mantenere attiva la mente è stata pubblicata dal Daily Telegraph, che ha raccolto alcuni risultati accreditati di svariate ricerche sull’argomento.
L’ultima in ordine di arrivo è stata realizzata da un’équipe di ricercatori dell’Università della Pennsylvania e riguarda il rapporto tra invecchiamento cerebrale e sonno. Non però il sonno tradizionale, quello che ci porta a dormire ogni notte, bensì le ore di riposo aggiuntivo, il sonno extra del week-end o di giornate libere dal lavoro ad esempio.