Vitamine e minerali contro la perdita dell’udito

Circa 10 milioni di persone solo negli Stati Uniti, a partire dalle truppe di ritorno dalla guerra agli adolescenti che ascoltano musica ad alto volume utilizzando auricolari, sono affetti da disturbi dell’udito.
Al fine di trovare un rimedio e porre un freno alla graduale perdita dell’udito, un gruppo di ricercatori dell’Università del Michigan Kresge Hearing Research Institute sta valutando la possibilità di utilizzare un cocktail di vitamine e minerali di magnesio.

Un particolare mix di nutrienti che ha già dimostrato, nelle sperimentazioni in laboratorio, di essere efficace per prevenire i danni all’orecchio provocati da forti rumori e traumi. Ora gli studiosi sono al lavoro per cercare di verificarne l’efficacia anche sull’uomo.

Rimedi naturali per concentrarsi sul lavoro

Sicuramente in vacanza abbiamo avuto a disposizione tutto il tempo libero che desideravamo. Abbiamo fatto anche le ore “piccole“, e meno male perché anche questo fa parte della ‘libertà vacanziera’. Ma al rientro è necessario rispolverare qualche regola salutare: come, per esempio, dare un giusto ritmo alle nostre giornate, andare a letto sempre all’incirca alla stessa ora, non saltare i pasti o comunque non trangugiarli distrattamente tra una telefonata e l’altra.

Vari sono i preparati che possono aumentare la nostra energia. Possono essere singoli ma, ancora meglio, possiamo assumerli in formulazione composta. In questo caso, infatti, garantiscono un’azione certamente più completa. I tonici fitoterapici tradizionali sono utili grazie alle loro proprietà chimiche: l’Aswagandha della tradizione medica ayurvedica ed il Ginseng di quella cinese e coreana hanno un ruolo importante nell’aumentare l’energia e la vitalità. Altri preparati meno conosciuti, ma non meno rilevanti sono la Withania somnifera, l’Asparago racemosus che ci pervengono dalla medicina ayurvedica (scienza millenaria che ci suggerisce in primo luogo una routine giornaliera equilibrata) ma anche rimedi energetici come lo Chyavanprash, composto da ben 36 erbe. E’ una marmellata molto sostanziosa da assumere in piccole quantità mattino e sera, usata non solo come rinvigorente ma anche in caso di convalescenza dopo malattie od interventi chirurgici importanti.

Bibite estive: riabilitati i succhi di frutta

Nonostante le temperature miti di questi giorni facciano sembrare l’estate ancora molto lontana è meglio non farsi trovare impreparati quando finalmente avremo un sole deciso e delle temperature abbastanza elevate (speriamo non troppo) da permetterci di andare finalmente in vacanza o comunque di raggiungere le agognate spiagge. Può quindi esserci utile ricordare che durante la bella stagione è di fondamentale importanza bere molto sia per sopportare meglio il caldo sia per reintegrare i liquidi persi con la sudorazione.

Naturalmente, come raccomandano gli esperti, la regola principale da seguire è aumentare il consumo di acqua, stando bene attenti che abbia una temperatura massima di 15-16 gradi. Ma se si desidera dissetarsi bevendo qualcosa di più “sfizioso” anche le spremute di frutta rappresentano un’ottima soluzione. Meglio evitare invece le bevande gassate e zuccherate che, oltre a mettere ancora più sete, contengono in genere quantità troppo elevate di carboidrati e zuccheri che rischiano di nuocere tanto alla linea quanto alla salute.