Anomalia dopo mastoplastica additiva

Richiesta di Consulto Medico su mastoplastica additiva
“Salve , cinque anni fa mi sono sottoposta alla mastoplatica adittiva con protesi sottomuscolo. Premetto che ho voluto aumentare il seno di una taglia permettendomi di arrivare ad indossare la terza. In questi cinque anni sono dimagrita sette/otto chili e anche se il seno é sempre molto tonico noto da qualche giorno che il seno destro è morbido al tatto mentre quello sinistro nella parte interna del seno la protesi è palpabile e quasi visibile. Diciamo che sento come una punta quindi non è liscio come il seno destro. Non avverto dolore o altri sintomi. Cosa può essere?”

Protesi al seno, nuovo caso PIP?

Protesi al seno: un nuovo caso scoppia in Francia. E chiama in causa la possibile correlazione tra una specifica tipologia di tumore ed il materiale utilizzato per questo ritocco estetico. E’ un nuovo caso PIP?

Vita sessuale migliore con mastoplastica additiva?

La mastoplastica additiva può migliorare la vita sessuale delle donne? Non ci crederete mai ma lo suggerisce uno studio condotto da un groppo di ricercatori brasiliani, secondo i quali questo intervento agirebbe quasi come un “coaudivante” per le esponenti del sesso femminile e la loro soddisfazione sessuale.

Chirurgia estetica, da giapponese a francese: foto e video

Si sottopone a più di 30 operazioni di chirurgia estetica per modificare il suo aspetto in quello di una “bambola” francese. E’ quello che sta facendo Vanilla Chamu, modella  decisamente ossessionata dai ritocchi estetici. Da giovane e ordinaria giapponese dai capelli scuri la donna si è trasformata in una ragazza dai connotati occidentali e dai capelli biondo cenere.

Mastoplastica additiva senza protesi, con lipofilling al seno

Aumentare il volume del seno senza usare le protesi? Non è un’ipotesi ma una realtà praticata già da qualche tempo grazie al lipofilling al seno. Il rischio e le paure connesse alla storia delle protesi PIP, sembrano aver diminuito sostanzialmente il ricorso alla mastoplastica additiva, almeno in Italia (secondo gli ultimi dati questo intervento è passato dal solito primo posto in materia di richieste, addirittura al quarto). La pratica del lipofilling può dunque essere una valida alternativa, anche se fino a poco tempo fa si nutrivano dei dubbi al riguardo. Scopriamo meglio insieme di cosa si tratta, con l’ausilio del professor Mario Dini, chirurgo plastico.

Mastoplastica additiva, dolore, post operatorio, costi e rischi

Aumentare il volume del seno per sentirsi più belle e stare bene con se stesse. E’ il desiderio di molte donne che oggettivamente viene anche esaudito piuttosto spesso. La mastoplastica additiva è infatti uno degli interventi di chirurgia plastica ed estetica maggiormente eseguiti. Ma in cosa consiste? C’è dolore post operatorio? Quando si torna alla normalità? E soprattutto quali i costi ed i rischi. Ne parliamo con il prof. Mario Dini specialista in chirurgia plastica ed estetica.

Mastoplastica additiva (aumento del volume del seno)

Si tratta di uno degli interventi di chirurgia estetica più richiesti in Italia, nonostante le ansie create dalla questione delle protesi PIP. E’ dunque importante fare chiarezza su cosa effettivamente sia la mastoplastica additiva, quali le tecniche operatorie, i tipi di protesi, le possibilità oltre queste, indicazioni, controindicazioni, il post operatorio, i successi, ecc. Come sempre facciamo approfondiamo l’argomento con il prof. Mario Dini specialista in chirurgia plastica ed estetica.

Tumore: ricostruire il seno con autotrapianto

Tumore al seno, ricostruire la mammella grazie ad un autotrapianto dopo l’asportazione delle cellule cancerose. Una tecnica, quella del trapianto con tessuti autologhi, già utilizzata da qualche tempo ma poco diffusa.

Utilizzando del tessuto prelevato dal basso addome è infatti possibile ottenere dei risultati più naturali con i quali la paziente è in grado di sentirsi a proprio agio in maniera sicura e veloce senza bisogno dell’inserzione di protesi.