5 motivi per cui ridurre il seno troppo grande

5 motivi per cui ridurre il seno troppo grande, ovvero tutte le cose che possono accadere dopo che ci si è sottoposti ad una mastoplastica riduttiva: vediamo insieme come può cambiare la vita.

Un nuovo seno, senza cicatrici con la TUBA (transumbilical breast augmentation)


Ogni anno, in Italia, sono oltre 20 mila le donne che decidono di sottoporsi alla mastoplastica additiva, intervento chirurgico che aumenta il volume del seno. Da oggi una nuova tecnica di mastoplastica si chiama TUBA ed è una particolare tecnica attuabile con una sola piccola incisione dall’ombelico (transumbilical breast augmentation, appunto TUBA). Nel corso del colloquio preliminare, il chirurgo discute con la paziente per capire quali sono i suoi obiettivi, le sue aspettative, quindi viene illustrata la tecnica.

Chiaramente, nel disegno d’intervento il ruolo maggiore è giocato dai tessuti e dall’anatomia stessa della donna. E se tutto corrisponde alle caratteristiche richieste si può portare avanti il discorso. Dopo queste valutazioni e l’esatta indicazione del tipo di intervento, la paziente viene ricoverata per esami in Day Hospital. In particolare le vengono effettuati gli esami del sangue, l’elettrocardiogramma, una accurata visita cardiologica ed anestesiologica. Solo a questo punto potrà iniziare l’intervento vero e proprio. Sottolinea il dottor Pasquale Adilardi, Direttore dell’Unità Operativa di Chirurgia Plastica della Domus Salutis Città di Legnago:

Il tramonto delle taglie forti. Avere un seno abbondante fa male alla salute

Nonostante il diffondersi dell’ossessione per la magrezza, sostenuto dall’avvento delle supermodelle anoressiche, avere una taglia di reggiseno superiore alla terza è ancora considerato un priviliegio. Guardate con invidia dalle donne un pò meno “dotate” e con ammirazione dagli uomini, le “taglie forti” hanno un posto tutto per sè nell’olimpo della seduzione. Lo prova il numero di interventi di mastoplastica addittiva in forte aumento soprattutto oggi che le adolescenti, sempre più bombardate da messaggi mediatici che promuovono l’adesione a modelli di bellezza stereotipati, fanno più fatica del normale (per la loro età) ad accettare la propria fisicità.

Tuttavia avere un seno molto grande non ha solo aspetti positivi e non solo da un punto di vista estetico. E’ noto infatti da tempo che un seno troppo grande può causare differenti problematiche fra cui l’arcinoto mal di schiena e contratture muscolari causati dall’assunzione di una postura scorretta che può essere anche alla base di disturbi come scoliosi e dolori articolari. Anche dal punto di vista psichico un seno troppo abbondante può rapresentare una fonte di disagio portando le donne, paradossalmente a sentire la propria femminilità inibita e mortificata. Per risolvere il problema molte donne, molte più di quante non si creda comunemente, ricorrono alla mastoplastica riduttiva, un intervento che, in certe condizioni, è possibile anche fare in convenzione con il sistema sanitario.