Tiroide ingrossata, rimedi naturali

Esistono alcuni rimedi naturali utili per curare la tiroide ingrossata ma è bene tenere a mente che è questo un disturbo da non sottovautare e che non può non prevedere il consulto con un bravo endocrinologo. Alcune erbe officinali, reperibili nelle migliori erboristerie, possono però essere in grado di coadiuvare nel controllo di alcuni dei disturbi più comuni che riguardano la tiroide e che provocano l’ingrossamento di questa ghiandola. Scopriamo insieme quali sono.

Ft4 basso in gravidanza, che significa?

Richiesta di Consulto Medico
Buonasera io sono in gravidanza al quarto mese, ho fatto le analisi del sangue per la tiroide ed il valore dell’ FT4 risulta basso: è 0.77 invece di 0.89 /1.76 , cosa significa? Attendo una vostra risposta, saluti.

Problemi alla tiroide? I 5 sintomi più comuni

I problemi alla tiroide lanciano campanelli d’allarme importanti che molto spesso però possono essere confusi con altre patologie. La tempestività della diagnosi in questi casi è fondamentale ed ecco perché è necessario consultare subito un medico qualora notiate uno o più sintomi sospetti. Ma appunto, quali sono quelli più comuni che possono nascondere un malfunzionamento della tiroide?

Disfunzione tiroide, sintomi da non trascurare ed analisi da fare

Si celebra oggi, 25 maggio la Giornata mondiale della Tiroide a culmine di una settimana di eventi di informazione e screening su tutto il territorio. L’obiettivo è quello di sensibilizzare circa la prevenzione delle malattie tiroidee (ad esempio il gozzo con una buona iodioprofilassi) e le complicanze che queste possono portare su altri organi. Non c’è infatti adeguata consapevolezza circa l’importanza di questa ghiandola per il nostro stato di salute.

Nodulo alla tiroide, quali esami da fare per la diagnosi e quale specialista

I noduli alla tiroide o sono delle formazioni, spesso di tipo cistico e più raramente di tipo tumorale, che possono formarsi all’interno di questa ghiandola del corpo umano. Essi possono essere caldi e quindi produrre ormoni tiroidei o freddi e quindi privi di questa funzione. Possono essere solidi o liquidi o misti. Qual è lo specialista che si occupa di loro? Come si esegue la diagnosi? Quali esami si devono fare?

Nodulo alla tiroide: freddo, caldo, vascolarizzato, o solido, quale è la differenza?

Il nodulo alla tiroide rappresenta una serie di formazioni di varia natura che possono venirsi a creare all’interno della ghiandola. Solitamente si tratta di rigonfiamenti di diversa consistenza,  diffusi spesso nella popolazione più anziana  e con maggiore incidenza nelle donne. Le loro misure possono passare da pochi millimetri a svariati centimetri. Scopriamo insieme la differenza tra il nodulo freddo, caldo, vascolarizzato o solido.

Tiroide e iodio: come funziona il loro rapporto

Il rapporto tra iodio e tiroide, rientra in uno dei più grandi interrogativi della medicina: non per endocrinologi e medici che ne conoscono a dovere funzionamento ed espressione, quanto per il comune mortale che nelle diverse notizie riguardanti gli studi si trova talvolta a leggere tutto ed il contrario di tutto, ottenendo solamente di trovarsi più confuso. Oggi cercheremo di capire meglio come funziona l’intera questione.