Lesione del legamento crociato anteriore

Lesione del legamento crociato anteriore

La lesione del legamento crociato anteriore è la parziale o totale rottura del fascio di tessuto fibroso posto al centro dell’articolazione del ginocchio: esso è basilare nel dare a questa parte del corpo stabilità nel movimento estensivo e in quello di rotazione.

Distorsione ginocchio dx e lesione LCA, cosa fare, operare?

Richiesta di Consulto Medico
Salve nel periodo di novembre ho avuto una distorsione al ginocchio causata da una partita a calcetto…in ospedale mi danno 30giorni di riposo con ghiaccio; io vado da uno specialista ke mi richiede una risonanza magnetica con esito distorsione ginocchio dx con lesione lca edema da impatto cfe e piatto tibiale..mi danno un tutore per 30 giorni; vado a controllare di nuovo dopo questi 30 giorni e mi fanno un intervento in artroscopia del ginocchio e sinoviectomia del ginocchio con diagnosi: patologie della membrana sinovale dei tendini e delle borse, lesione inveterata del legamento crociato anteriore e altri due mesi di riposo e riabilitazione con rafforzamento del quadricipite………

 

Contusione ginocchio e dolore a scendere le scale, che fare?

Richiesta di Consulto Medico
“Buongiorno Dottore ho 55 anni … in seguito ad un’incidente stradale in bicicletta ho subito un grosso ematoma con diffuso gonfiore al ginocchio SX e dopo circa un mese ho problemi seri a scendere le scale (a salire NO) . Ho effettuato una RMN come segue: Quesito:Gonalgia e tumefazione in esiti di trauma. Le sequenze applicate non evidenziano alterazioni ossee o midollari riferibili al recente evento traumatico.Disomogeinità di tipo artrosico degenerativo e forse da esiti di antico trauma a livello del piatto tibiale centralmente in sede di inserzione del crociato anteriore. ……….

Se il legamento fa crack..la rottura del legamento crociato anteriore

Se ne sente parlare per set­timane, nelle trasmissioni sportive, quando succede a un calciatore. La rottura del legamento crociato anteriore è sempre un grosso problema per i professionisti: l’intervento chirurgico, il riposo, la riabilita­zione. Stare lontani dal prato verde amareggia i tifosi e rischia di scombussolare il campionato. Ma, a parte questi episodi, è uno di quegli argomenti di cui in ge­nere non si trova traccia, anche se colpisce molte persone. Spie­ga Massimo Magi, chirurgo orto­pedico, già primario dell’ospedale di Bormio e Sondalo

 «Pensare che la rottura del legamento cro­ciato anteriore sia appannaggio dei calciatori significa avere una visione distorta della realtà»

Perché no­nostante i titoloni delle pagine sportive dei quotidiani del lunedì, a rischiare di più sono proprio i non professionisti, gli sportivi della domenica. Ed è anche meglio pre­cisare che non è il calcio lo sport più pericoloso per il ginocchio, bensì lo sci. E la ragione è sempli­ce: gli scarponi alti bloccano la ca­viglia, preservandola da traumi, ma a questo punto il ginocchio di­venta la prima articolazione che assorbe gli urti.