Cosa è il fascicolo sanitario elettronico

Cosa è il fascicolo sanitario elettronico? Vediamo insieme in cosa consiste questo nuovo modo di catalogare le informazioni sanitarie approvato finalmente attraverso la firma del decreto dedicato da parte del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin.

Privato e pubblico nel Servizio Sanitario Italiano

La spending review di Matteo Renzi passa anche per la Sanità Italiana. Il taglio è previsto di 4 miliardi, una cifra che desta non poche preoccupazioni. Il Fondo Sanitario Nazionale, infatti, già di per sé in crisi, sarà costretto a risparmiare ancora. Chi salverà la nostra Sanità? Una risposta arriva dal partenariato pubblico-privato, argomento affrontato oggi nell’ambito di un convegno presso la Camera dei Deputati a cui ha preso parte anche il Ministro Beatrice Lorenzin.

Servizio Sanitario Nazionale a rischio, sì o no?

Servizio Sanitario Nazionale a rischio oppure no? Ma certo che sì. Purtroppo. Ci domandiamo dove abbiano vissuto coloro che ieri si sono scandalizzati a sentire l’affermazione del presidente del Consiglio Mario Monti in collegamento video con Palermo per l’inaugurazione di un nuovo Centro per le Biotecnologie e la Ricerca Biomedica, organizzato dalla Fondazione Rimed. Queste all’incirca le parole del Premier:

Ospedali in rosso è allarme: tredici miliardi di spreco

La sanità è il primo comparto che cade sotto attacco nei momenti di crisi. Lo abbiamo visto con il caso romano dell’IRCCS Santa Lucia, e lo possiamo riscontrare in ogni regione. Sempre sotto osservazione per casi di presunta malasanità, il comparto ospedaliero è di contro anche quello che in materia di soldi pubblici spreca di più rispetto alle cure fornite al cittadino: ben tredici miliardi di euro.

Tbc al Gemelli: 7 indagati per epidemia colposa

La Procura di Roma ha iscritto nel registro degli indagati 7 persone, in relazione al caso di TBC che si è diffusa dal reparto di Neonatologia del Policlinico A. Gemelli in seguito al caso dell’infermiera malata. I capi di imputazione: epidemia colposa e lesioni personali. In seguito agli accertamenti attivati, il contagio avrebbe riguardato più di 100 neonati, venuti al mondo nel nosocomio romano tra lo scorso febbraio ed il mese di luglio, quando la donna, orai ammalata, ha dovuto lasciare il posto di lavoro: è l’unica passata dalla positività al test della tubercolina alla malattia vera e propria, purtroppo però insieme alla bimba ricoverata al Bambino Gesù di Roma, accudita alla nascita, proprio nel reparto dove lavorava l’infermiera.

Malasanità in Italia, boom di errori

In Italia, ogni settimana si registrano 4 casi di presunta malasanità. Lo rivela il rapporto della Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori in campo sanitario e i disavanzi sanitari regionali.

Medicina alternativa in ospedale, Garattini: “Perché non fare spazio anche a maghi e guaritori”?

Medicina alternativa in ospedale a carico del Servizio Sanitario Nazionale: sono destinate a scatenare polemiche e dure reazioni dei professionisti del settore le parole di Silvio Garattini sull’agopuntura, l’omeopatia e la fitoterapia. Garattini, che dirige l’Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri”, in un servizio realizzato dal settimanale Oggi, è intervenuto adottando toni poco concilianti ed abbastanza scettici sull’ingresso all’ospedale di Grosseto delle alternative in ambulatori dedicati, sollevando perplessità a cui le autorità sanitarie, condivisibili o meno, non hanno ancora dato una risposta.

Garattini non accetta che le medicine alternative, che definisce completamente senza prove, e medicina vera, ovvero basata su certezze sempre maggiori della validità del metodo a tutela del paziente, vengano equiparate. Inoltre, si chiede Garattini, davvero il paziente può essere lasciato libero di scegliere il trattamento che più desidera senza controllo? Diritto incontestabile, ma ben altra cosa è invece il denaro pubblico che bisognerebbe investire in terapie che diano risposte concrete ai pazienti, a prescindere dalle loro preferenze.

Ospedali psichiatrici giudiziari: tra video shock e promesse

Una assistenza adeguata, per il malato psichiatrico è di fondamentale importanza. Non ha potere di garantire sempre una ripresa o una guarigione, ma rappresenta e deve rappresentare sempre il punto cardine di un processo riabilitativo necessario.

Ha creato quindi grande scalpore la visione del filmato, prodotto dalla commissione  d’inchiesta sul Servizio Sanitario Nazionale, relativo alla attuale situazione di 6 OPG italiani, tra i quali figura la struttura tristemente nota del nosocomio psichiatrico giudiziario di Aversa.

Servizio Sanitario Nazionale, medici precari rischiano il licenziamento

Il precariato non risparmia nessuna categoria, nemmeno i medici. Malgrado il blocco del turn over incomba, come avvertiva qualche giorno fa la Fnomceo, la Federazione della categoria, Ignazio Marino, senatore Pd lancia l’allarme su quella che, a suo avviso, è una minaccia reale che mette a rischio il Servizio Sanitario Nazionale, ovvero il licenziamento, pare prossimo, con il nuovo anno, di molti medici precari.

Spiega Marino:

Abbiamo notizia che alcuni assessorati regionali, tra cui quello del Lazio, stanno già sollecitando gli ospedali affinché licenzino il 50% dei medici precari. Ecco perché i dati presentati oggi dalla Cgil Medici sono allarmanti soprattutto se associati al blocco del turn over pronosticato da Fnomceo, secondo cui nell’arco di dieci anni almeno 4 medici su 10 andranno in pensione e non saranno sostituiti. Il licenziamento di almeno 4mila precari sull’intero territorio nazionale entro il 31 dicembre 2010 indebolirà il nostro Servizio Sanitario Nazionale in maniera irrimediabile.

Sconfiggere il diabete non è più una chimera

Sono 3 milioni gli italiani malati di diabete: il 59% dei quali ha più di 65 anni, il 33,7% è compreso tra i 45 e i 65 anni, oltre il 7% ne ha meno di 35 anni. Il costo annuale di un diabetico per il servizio sanitario nazionale è di 2.589 euro, così suddivisi: il 31% della quota serve a coprire i farmaci, il 42,9% per i ricoveri dovuti alle complicanze, il 18,9% per prestazioni specialistiche e diagnostiche.

La percentuale di diabetici in cura con ipoglicemizzanti orali è del 61,3%, il 17,7% si cura con insulina, il 9,5% utilizza entrambi i trattamenti e l’11,5% usa solo interventi sullo stile di vita. La percentuale di diabetici di tipo 2 che è obesa si attesta sul 35%, meno del 20% risulta normopeso.

L’Italia è un Paese per vecchi

L’Italia è ai primissimi posti in Europa e nel mondo per longevità, con un’età media di 78,3 anni per gli uomini e di 83,9 per le donne, che sono al secondo posto, in Europa, dopo la Francia (84,4 anni); i maschi sono terzi, dopo Svezia e Cipro (78,8 anni). Tutelare e garantire il benessere di una fascia così ampia della popolazione risulta dunque fondamentale.

A questo proposito, è al via l’ottava edizione del convegno sulla “Terza età, ideato e promosso da Salute di Repubblica e organizzato da Somedia, in programma giovedì 22 e venerdì 23 maggio al Complesso Monumentale Borgo Santo Spirito, a Roma, poco distante dal Vaticano.