Primo polmone riparato con cellule staminali

Delle cellule staminali mesenchimali sono state in grado di riparare letteralmente un polmone, o meglio una fistola bronchiale, di un paziente italiano. Lo studio del quale questa particolare operazione ha fatto parte è stato pubblicato dalla rivista di settore New England Journal of Medicine.

Linfoma di Hodgkin, Adcetris diventa rimborsabile

Una buona notizia per coloro che soffrono di linfoma di Hodgkin: l’Adcetris, un anticorpo monoclonale utilizzato per curare la malattia è divenuto rimborsabile ed è stato inserito in Classe H, ovvero quelli ad uso esclusivo ospedaliero il cui costo viene affrontato dal Sistema Sanitario Nazionale.

Metodo Stamina, Strasburgo: stop a cure è lecito

Arriva un no pesante da Strasburgo in merito al metodo Stamina. Il protocollo ideato da Davide Vannoni sottolinea la legittimità italiana dello stop alla cura proprio nelle stesse ore in cui un giudice, sul suolo italiano, obbliga a somministrare la terapia ad una bambina di 2 anni malata da tempo.

Metodo Stamina, nessuno sblocco da Napolitano

Lo avevamo predetto: la querelle sul metodo Stamina di Davide Vannoni non si sarebbe fermato con l’essere indagato di quest’ultimo. E le associazioni di famigliari dei pazienti che hanno chiesto l’intervento del Presidente della Repubblica, hanno anche incassato un “no” da Giorgio Napolitano.

Stamina, i primi pazienti erano raccomandati?

I primi pazienti sottoposti al metodo Stamina erano raccomandati? La sola ipotesi ci lascia davvero terribilmente perplessi. Eppure è questo il quadro che si apre sulla questione, attraverso le parole di Mario Andolina, vicepresidente di Stamina Foundation.

Metodo Stamina, via libera alla sperimentazione per Noemi

E’ arrivato il via libera all’utilizzo del metodo stamina per Noemi, la bimba di 18 mesi di Chieti al quale il Tribunale de L’Aquila aveva precedentemente rifiutato la possibilità di sostenere la sperimentazione con il protocollo a base di cellule staminali.

Metodo Stamina, Tar dà ragione a Davide Vannoni

Il Tar dà ragione a Davide Vannoni sul metodo Stamina sospendendo il decreto di bocciatura del Ministero della Salute. In questo modo si riaprono le speranze dei malati per un eventuale sperimentazione e viene “bloccato” il giudizio negativo sulla stessa.

Stamina: si o no alla sperimentazione? Sondaggio

Come annunciato è arrivato il no definitivo alla sperimentazione del metodo Stamina da parte del Ministero della Salute. E vogliamo chiedervi: secondo voi è giusto o sbagliato? Avrebbe dovuto avere una chance in più rispetto a quella realmente avuta? Ci sono stati troppi pregiudizi sul metodo ideato da Vannoni? Vorremmo che rispondeste al nostro sondaggio.

Metodo Stamina, no alla sperimentazione

Il no alla sperimentazione del metodo Stamina potrebbe essere molto vicino. E sebbene pensassimo inizialmente che con molta difficoltà si sarebbe giunti ad una soluzione “accettabile” per tutte le parti coinvolte, dobbiamo ammettere che ora le speranze di uno studio serio si stanno affievolendo dentro di noi.

Metodo Stamina: il decreto è ora legge

Alla fine l’ha spuntata il metodo Stamina. La sua possibilità di applicazione è diventata legge grazie all’ultimo passaggio al Senato. Chi è in cura con questo metodo può continuare le terapie e le cellule staminali in questione saranno sottoposte ad una sperimentazione di 18 mesi come auspicato dal Ministero della salute.

Metodo Stamina: via libera dell’Aifa alla sperimentazione

E’ arrivato, dopo proteste e tanta attesa, il via libera ufficiale dell’Aifa e del Ministero della Salute in merito alla sperimentazione del metodo Stamina, il trapianto di staminali mesenchimali messo a punto dalla Stamina Fondation ed al centro di tante polemiche. Ora la parola passa alla politica.