Tubercolosi, 7 cose da sapere

La tubercolosi è una malattia ancora diffusa in diverse parti del mondo nonostante gli antibiotici e l’avanzare della medicina. In occasione della Giornata Mondiale che la riguarda il prossimo 24 marzo, vediamo insieme le 7 cose da sapere su questa patologia.

Leucocitosi

Leucocitosi

Sotto il nome di leucocitosi viene riconosciuto l’aumento dei leucociti, ovvero una tipologia specifica di globuli bianchi, nel sangue.

Rischio tubercolosi da guano: mito o possibilità?

Rischio tubercolosi da guano: è un mito o una possibilità? La grande quantità di escrementi di uccelli che colpisce Roma ogni giorno grazie alla massiccia presenza di storni nel cielo non solo ha creato alcuni incidenti ma inizia a preoccupare dal punto di vista sanitario. Ne vale la pena?

Super antibiotico contro superbatteri resistenti

Un superantibiotico contro i superbatteri, messo a punto dagli scienziati della Northeastern University di Boston, è in grado di uccidere i batteri resistenti ai normali antibiotici. Vediamo insieme come funziona.

Tubercolosi, come eradicarla nei prossimi 30 anni

Eliminare la tubercolosi da più di 30 paesi. Totalmente. E’ questo l’obiettivo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e dell’European Respiratory Society attraverso un piano di intervento mirato ed appositamente creato per i paesi dove l’incidenza del batterio è bassa.

Nelson Mandela è morto

Nelson Mandela si è spento all’età di 95 anni circondato dall’affetto dei suoi cari all’interno della sua abitazione a Pretoria in Sudafrica. Malato da tempo, le sue condizioni di salute si erano aggravate questa estate.

Tubercolosi, eradicata nel 2050 secondo Oms

L‘Organizzazione mondiale della Sanità fa il punto della situazione sulla tubercolosi sostenendo che sarà possibile eradicarla nel 2050. Un goal che secondo gli esperti potrà essere considerato valido per quella “tradizionale” e non per le sue varianti resistenti agli antibiotici.

Tubercolosi, messo a punto nuovo vaccino

La tubercolosi può contare su un nuovo “nemico”: i ricercatori dell’università McMaster in Ontario hanno sviluppato un nuovo vaccino contro la malattia da utilizzare come sostegno dell’attuale profilassi conosciuta ed utilizzata in tutto il mondo.

Tubercolosi, mancano fondi per terapia e diagnosi per tutti

La tubercolosi è una malattia pericolosa e molto diffusa purtroppo, anche in Europa, benché si ritenga il contrario. I dati appena presentati da parte dell’ECDC (centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie) in collaborazione con l’OMS Europa, sono rassicuranti, ma non per questo bisogna abbassare la guardia: nel 2011 si è registrata una diminuzione dei casi del 5%, ma più di 1000 persone ogni giorno, nel Vecchio Continente si ammalano ancora di tubercolosi (TBC), oltre 380.000 ogni anno. La maggior parte di questi pazienti (87%) vive nella zona orientale dell’Europa ed è tra loro che si ha il maggior numero dei decessi (44.000). Nel resto del mondo, quello più povero, la situazione è ancora più drammatica.

Aids e influenza suina: supervaccino da virus canino?

Si parla spesso della creazione di un supervaccino in grado di debellare diversi virus e quindi sconfiggere malattie potenzialmente mortali. Ora negli Stati Uniti, i ricercatori dell’università della Georgia sono al lavoro per creare una formulazione che sia in grado di proteggere dall’influenza suina, dall’Aids, dalla tubercolosi  e dalla malaria. Partendo da un virus che colpisce solo i cani.

Terapia contro tubercolosi, lo studio dell’ISS

L’ISS, in collaborazione con l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive (INMI)  Lazzaro Spallanzani ha scoperto una possibile terapia contro la tubercolosi, che fa leva sull’autofagia cellulare. Si tratta di un processo naturale in grado di riciclare materiale estraneo o non più utile che si accumula all’interno della cellula per sviluppare un vaccino contro il Mycobacterium tuberculosis (Mtb), il bacillo responsabile della tubercolosi nell’uomo.

Tubercolosi resistente ai farmaci, in aumento anche in Italia

La tubercolosi, malattia che avevamo dimenticato per qualche tempo, è ormai quasi una quotidianità nella cronaca del nostro Paese, con picchi anche allarmanti, basti pensare ai fatti del policlinico Agostino Gemelli di Roma. Diagnosticata, la Tbc è una malattia curabile, purtroppo però quello che deve preoccupare è l’aumento dei casi di tubercolosi resistente ai farmaci (TB MDR), o tbc multiresistente, numerosi nelle aree endemiche ed ora anche in Italia.