San Valentino, la formula dell’amore è chimica

di Redazione 0

Testosterone, ossitocina, feniletilamina, ormoni di cui parliamo spesso perché coinvolti in numerosi processi del nostro organismo. Quando si parla di sentimenti, però, come l’amore, sembra riduttivo ridurre tutto ad una formula chimica. Eppure gli esperti ne sono convinti da tempo: la passione amorosa è tutta questione di chimica, in ogni sua sfumatura, dall’avventura di una notte alla fedeltà all’attaccamento morboso, sono gli elementi chimici a governare, o comunque ad avere un ruolo non trascurabile, nelle relazioni interpersonali.

Ce lo ricorda, in occasione di San Valentino il Consiglio Nazionale dei Chimici, regalandoci la formula dell’amore ma anche della fine di una storia. Chi lo sa che in futuro non misureremo un compagno fedele sottoponendolo ad un test diagnostico di tradimento?

Rivelatori dell’infedeltà potrebbero essere valori bassi di vasopressina. La donna da scegliere come compagna per la vita, beh, quella invece, dalle analisi, risultata ben dotata in ossitocina.
Il testosterone alle stelle è sinonimo di una passione travolgente e di forte attrazione fisica.
In una nota i chimici spiegano come da anni la ricerca sui meccanismi dei sentimenti abbia svelato un legame molto stretto con la presenza/assenza di alcune sostanze chimiche.

Tutta la filiera dell’amore è governata dalla chimica. Si inizia dai colpi di fulmine, associati sempre ad alte quantità di ormoni in circolo. I feromoni sono responsabili dell’attrazione, e la produzione di testosterone nell’uomo è legata alla passione erotica.

E l’amore romantico? Questione di feniletilamina (PEA), dopamina e norepinefrina e di una bassa attività di serotonina nel cervello. Durante le prime fasi dell’innamoramento sentiamo il bisogno di sentire spesso il partner proprio per via della feniletilamina, una molecola che rilascia la dopamina e stimola un forte attaccamento all’altro.

Si può discutere se le molecole siano la causa, i trasmettitori o solo un effetto dei moti dell’anima, proseguono i chimici. Certo è che siamo davanti ad un indizio preciso di cosa sta accadendo o potrebbe accadere. Il fatto che la chimica sia così importante in tutti gli aspetti della nostra vita, compresi quelli più intimi e personali come l’amore e la fedeltà non deve stupirci né disorientarci. La natura non ha paura della chimica, ma la usa sapientemente. Noi dobbiamo imparare a fare altrettanto, perché non c’è vita senza chimica e la qualità della vita dipende dalla chimica stessa.

Uomini, a San Valentino, tenete d’occhio i livelli di ossitocina della vostra compagna con coccole e carezze che li portano alle stelle. Donne, occhio alla vasopressina negli uomini, più è alta e meno rischiate il tradimento.

Articoli correlati

Scoperto l’ormone della gelosia: è l’ossitocina, lo stesso dell’amore

Oxytocin party, la nuova tendenza delle feste dell’amore

La chimica cerebrale influenza i nostri comportamenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>