Paraolimpiadi Londra 2012: sono atleti e non “disabili”

di Cinzia Iannaccio 0

Al via stasera le paraolimpiadi Londra 2012, gare e sfide che continueranno ad emozionare come solo lo sport di eccellenza può fare. A concorrere atleti diversamente abili, che provocatoriamente Philip Craven presidente del Comitato parolimpico internazionale chiede ai mass media di non chiamare “disabili”. E spiega perché.

“Questo è sport e non disabilità. La parola disabile sottolinea il fatto che ci sia qualcosa che non funziona. Basta chiamarli atleti, visto che riescono a fare anche cose che i non disabili non sanno fare”.

Una bella sfida dunque che si inserisce tra quelle di circa 4.200 atleti di 166 diversi paesi in competizione in 28 discipline. Sono di fatto delle olimpiadi parallele che in più di un occasione hanno visto campioni gareggiare sia nelle gare olimpiche che nelle paraolimpiche: l’ultimo in ordine di comparizione è stato Oscar Pistorius.

Gli atleti delle paraolimpiadi

Ma dunque chi partecipa e a quali gare? Sono ammessi alle 503 gare paraolimpiche di Londra 2012, tutti gli atleti con ridotta o mancata mobilità degli arti inferiori o superiori, con uno o più arti amputati e gli ipovedenti. Per questa edizione sono stati anche riammessi in competizione anche gli sportivi con disabilità intellettive e relazionali, in precedenza esclusi. Le competizioni si svolgeranno in 15 diversi impianti: le cerimonie di apertura e chiusura (il 9 settembre), ma anche le gare di altletica si svolgeranno presso l’Olympic Stadium, mentre quelle di nuoto avranno luogo presso l’Acquatics Center ed il basket ed il rugby in carrozzina, presso lo stadio del basket. Negli altri impianti, anche gare di tennis in carrozzina, sci alpino, bocce, canoa, rowing, football, ecc.

Paraolimpiadi Londra 2012: gli atleti italiani

Tra i rappresentanti dell’Italia volti noti, che già da tempo hanno abbattuto le barriere della disabilità in ogni campo che hanno frequentato: è il caso di Alex Zanardi, di recente conduttore televisivo, ex atleta di Formula 1 che, come ricorderete ha perso le gambe proprio in un incidente, gareggerà nell’Handbike. Tra le donne anche Annalisa Minetti (già concorrente a Miss Italia e vincitrice del Festival di Sanremo): la sua sfida è l’atletica. In tutto gli italiani sono circa 100 e saranno impegnati nell’atletica, nel basket, nel canottaggio, nel ciclismo, nell’equitazione, nel nuoto, nella scherma in carrozzina, nel tennis, nel tennis tavolo, nel tiro con l’arco, nel tiro a segno, nella vela. Purtroppo un escluso  Fabrizio Macchi, ciclista pluricampione mondiale e bronzo paralimpico ad Atene 2004, deferito per “presunte frequentazioni con persona interdetta per doping”. Un caso estremo: l’atleta nega ogni addebito ed avrà modo di chiarire, ma nel frattempo gli è preclusa la partecipazione alle paraolimpiadi. Anche in questo caso, come le tradizionali Olimpiadi si parla purtroppo di doping.

La manifestazione sarà seguita dai ben 5 canali Sky e da Rai Sport. Maggiori informazioni sul sito ufficiale. Nel frattempo un video introduttivo:

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>