Home » Endocrinologia » Difficoltà di concentrazione e astenia, sintomi tiroidite? Endocrinologo risponde

Difficoltà di concentrazione e astenia, sintomi tiroidite? Endocrinologo risponde

Stanchezza, astenia generalizzata e difficoltà di concentrazione possono essere sintomi di una tiroidite autoimmune? E’ il quesito posto da un lettore nella nostra rubrica “Chiedi all’esperto. Consulti online su Medicinalive”. Risponde al caso specifico, l’endocrinologo, il dottor Mario Francesco Iasevoli.

 

Descrizione dettagliata del problema:

“Buonasera, desidero gentilmente porre questo quesito: da parecchi mesi mi sento spossato, con astenia e difficoltà di concentrazione, ho fatto moltissili esami tutti negativi; i valori relativi alla tiroide sono risultati questi: TSH 5,62* (0,34-5,60)FT4 0,70 (0,61-1,12)FT3 3,14 (2,50-3,90). Gli anticorpi tiroidei sono negativi, mentre il referto dell’ecografia è il seguente: Tiroide dimensionalmente nella norma, con parenchima normoecogeno fatta eccezione per modesta disomogeneità della porzione anteriore di entrambi i lobi e dell’istmo, da possibile tiroidite autoimmune. Nessuna formazione nodulare.Volevo sapere se è possibile imputare i miei malesseri alla tiroide e se mi consigliate di prenotare una visita con uno specialista in endocrinologia oppure non è necessario.Grazie per l’attenzione.

Specalizzazione: Endocrinologia e Malattie metaboliche

Tipo di Problema: Sospetta tiroidite

 

Risponde il dottor Mario Francesco Iasevoli specialista in endocrinologia e malattie del metabolismo presso l’Unità Operativa Complessa Endocrinologia-Azienda Ospedaliera Universitaria II Policlinico-Sun di Napoli.

 

“Gentile utente, i valori degli esami ematochimici da lei indicati mi fanno concludere che la sua tiroide è un pò pigra, ma non presenta patologie in atto tali da richiedere un trattamento. I valori delle frazioni libere sono nei limiti della norma mentre il tsh ai limiti alti, ma non possiamo parlare nemmeno di ipotiroidismo sublicinico. Il referto dell’eco, anche se il collega descrive una disomogeneità e la associa ad eventuale tiroidite autoimmune, in assenza di positività degli autoanticorpi, mi fa sospettare per un artefatto e di fatto essendo modesta non può essere significativa perchè spesso la tiroide si presenta disomogenea fisiologicamente.

I sintomi che lei descrive non possono correlati alla condizione clinica descritta , ma va correlata ad altre cause.

Non ritengo strettamente necessario un controllo specialistico, ma un semplice controllo a 3 mesi dei valori di TSH, Ft4 ed a 12 mesi ripetizione di eco tiroide. le consiglio una dieta ricca in pesce, di effettuare passeggiate lungo il mare, di prendere un pò di sole e di svolgere attività fisica regolare 2-3 volte a settimana. Spero sia stato chiaro e di aiuto. [email protected]

 

Per altre domande visitate la pagina Consulti Online su Medicinalive.

Si ricorda inoltre che: non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento