Giornata Mondiale contro il Cancro: l’importanza dell’attività fisica nella prevenzione

di Cinzia Iannaccio 9

Si celebra oggi, 4 Febbraio,  la Giornata Mondiale contro il Cancro, voluta dall’OMS. Quest’anno l’attenzione è puntata sull’importanza dell‘attività fisica nella prevenzione dei tumori oltre che di tutte le altre malattie non trasmissibili (MNT). In particolare le ricerche scientifiche hanno lungamente dimostrato come la sedentarietà sia responsabile del 21/25% dei casi di tumore al seno e di cancro al colon, oltre che, come sappiamo del 27 % dei casi di diabete e del 30 % delle malattie cardiache ischemiche.

“Queste patologie sono ampiamente prevenibili con interventi efficaci che affrontano quattro fattori comuni di rischio: uso di tabacco, alimentazione scorretta, la sedentarietà e il consumo nocivo di alcol

ha affermato il dottor Gauden Galea, direttore della Divisione di malattie non trasmissibili e Promozione della Salute presso l’OMS Ufficio Regionale per l’Europa. Giornate come quella di oggi servono per informare la popolazione circa gli effettivi pericoli che uno stile di vita errato può creare: ridurre i fattori di rischio del cancro significa salvare milioni di vite.

Nella strategia globale che l’Oms ha sviluppato in questo senso, troviamo infatti le “Raccomandazioni sulla attività fisica per la salute”: l”obiettivo di queste vere e proprie linee guida è quello di fornire ai responsabili delle politiche sanitarie a livello nazionale e regionale, indicazioni precise circa la tipologia dell’attività fisica, l’intensità, la durata, la frequenza e la quantità totale in base all’età,  in grado di fornire una risposta utile circa la prevenzione delle MNT. Le fasce d’età individuate sono 3:  5-17 anni; 18-64; 65 ed oltre.

Per ciò che riguarda gli adulti (18-64) ad esempio, l’Oms suggerisce un minimo di 150 minuti settimanali di attività fisica moderata: deve essere prevalentemente di tipo aerobico e consecutivo di almeno 10 minuti. Ma quali attività scegliere? Va bene camminare, andare a fare escursioni, ballare, nuotare, andare in bicicletta! Più tempo si dedicherà a queste pratiche e maggiori saranno i benefici per la forma fisica, la bellezza l’apparato cardiocircolatorio e respiratorio, la salute delle ossa, e minore sarà il rischio di incappare nella solitudine e nella depressione o di contrarre le malattie non trasmissibili, cancro compreso.

Articoli correlati:

[Fonte: OMS]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>