Home » MEDICINA TRADIZIONALE » Oncologia » Linfoma non Hodgkin, l’adroterapia, funziona? Oncologo risponde

Linfoma non Hodgkin, l’adroterapia, funziona? Oncologo risponde

  Per il Linfoma non Hodgkin, l’adroterapia o terapia con i protoni come cura funziona? E’ questo in sintesi il quesito posto da un nostro lettore nel nostro spazio dedicato ai “Consulti Online su Medicinalive”. La risposta è affidata al dottor Carlo Pastore, oncologo. Ma leggiamo insieme la descrizione dettagliata del problema che ci parla anche di altre terapie che avremo modo di approfondire in futuro. Descrizione dettagliata del problema:

“Sono di Montevideo, uruguaiano ed ho 51 anni. Sono stato splenotomizzato per PTI nel 2006. Dopo 2 anni è cominciato un Linfoma non Hodgkin a livello midollare (cellule B grandi e mediani). La terapia è stata di 6 sezioni di Rituximab più CHOP. La remisssione è durata 4 anni. L’anno scorso si è sviluppata un’infiltrazione midollare di un linfoma a grandi cellule B. Dopo chemioterapia di seconda linea più nuovo ciclo di Rituximab ho potuto nuovamente avere la remissione (luglio 2012). Ho cominciato il metodo Hansi (Veleno di serpe dell’Amazzonia insieme a cactus). Questo è un metodo oncologico che con 30 anni di ricerca scientifica si è dimostrato stimolare il sistema immunitario. Da un anno prendo anche dell’acqua alcalina e (Ph 10) e faccio anche una dieta maggiormente alcalina. La mia domanda è: il nuovo metodo di curare i tumori con l’adroterapia a Pavia (PROTONTHERAPIE A HEIDELBERG) può anche funzionare per distruggere le cellule maligne a livello midollare? Aspetto l’accurata risposta di un medico. Scusi il mio italiano, solo imparato2 anni al liceo tanto tempo fa. I miei nonni erano della bella Genova. “

Specializzazione: Oncologia Tipo di Problema: linfoma non Hodgkin Risponde il dottor Carlo Pastore, oncologo e chemioterapista:

“Gentile Sig.re, da quanto leggo la chemioterapia di seconda linea più l’anticorpo monoclonale rituximab hanno portato ad una remissione completa della malattia. In questo momento, sempre basandomi sulla descrizione, consigliabile è uno stretto follow-up oncologico. L’adroterapia (maggiori dettagli a questo link http://www.cnao.it/index.php/it/l-adroterapia.html) è metodica di radioterapia moderna che non ha indicazione nella condizione descritta. Il fascio preciso e collimato trova impiego in neoplasie solide confinate.

Saluti. Carlo Pastore www.ipertermiaitalia.it“.

Per qualunque altro quesito potete scrivere direttamente alla nostra redazione attraverso la pagina “Chiedi all’esperto: consulti online si MedicinaliveE’ doveroso ricordare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento. Leggi anche:

Foto: Thinkstock

1 commento su “Linfoma non Hodgkin, l’adroterapia, funziona? Oncologo risponde”

Lascia un commento