Home » MEDICINA TRADIZIONALE » Ortopedia » Algodistrofia caviglia dopo frattura, che fare?

Algodistrofia caviglia dopo frattura, che fare?

Richiesta di Consulto Medico
A seguito di una banale caduta il 12 gennaio ho subito la frattura scomposta del malleolo peroneale. Dopo 8 giorni (20 gennaio) mi hanno operato (intervento di osteosintesi con chiodo di Rush). Ho portato il gesso per 30 giorni e il tutore per altri 13, con chiare indicazioni dell’ortopedico che mi ha operato, di non appoggiare assolutamente il piede a terra. Dopo 45 giorni di immobilità inizio la fisioterapia, ma non la magnetoterapia in quanto è incompatibile con il chiodo di Rush che mi hanno inserito nell’operazione (la caviglia e tutto il piede si presentava molto gonfio, tumefatto e il dolore era tanto)………..

………La situazione del mio piede/caviglia a due mesi dall’intervento era il seguente: gonfiore nella zona della caviglia con zone un po’ piu’ scure (simile a lividi) nella zona operata, dolore “sopportabile” quando sono a riposo ma dolore intenso durante la fisioterapia e quando cerco di caricare, appoggiare il piede a terra. Il 18 marzo (quindi a quasi due mesi dall’intervento) dalla radiografia emerge un inizio di osteoporosi proprio nella zona del malleolo operato (caviglia) e mi diagnosticano un’algodistrofia post-traumatica da postumi di frattura del malleolo peroneale.

Continuo con la fisioterapia ma riesco solo a fare qualche passo ancora con l’aiuto delle stampelle. Ad oggi, 20 aprile, a tre mesi dall’intervento, inizio a fare qualche passo con una sola stampella, la caviglia risulta gonfia nella zona operata e intorno le zone scuse ci sono ancora, il dolore è sempre presente ma alcuni giorni è piu’ forte di altri. In generale dopo un mese di fisioterapia il piede lo sento piu’ “sciolto” ma la zona operata è sempre gonfia e sembra tumefatta. Inizio a “consultare” diversi medici per avere le idee piu’ chiare, ma la confusione regna sovrana! I punti discordanti riguardano essenzialmente l’opportunità di fare la magnetoterapia in presenza del chiodo di Rush, il carico completo totale e la necessità di togliere il chiodo in breve /brevissimo tempo, ma soprattutto i tempi di guarigione e se ci sara’ una guarigione!

In particolare tra fine marzo e aprile sono stato visitato da tre ortopedici che mi hanno confermato tutti l’algodistrofia ma con indicazioni terapeutici ben diverse: ORTOPEDICO 1: SI carico totale, NO magnetoterapia, SI togliere il chiodo ORTOPEDICO 2: NO carico totale, SI magnetoterapia, NO togliere il chiodo ORTOPEDICO 3: SI carico totale,SI magnetoterapia, NO togliere il chiodo Premetto che anche le “spiegazioni” sull’algodistrofia sono state diverse, alcuni rassicuranti (“si guarisce ma ci vuole tempo, almeno sei mesi”) e altri molto meno (“.. se non si cura bene e in tempo non riuscirà ad appoggiare piu’ il piede a terra… non porterà a passeggio i suoi bimbi…. quindi mi sbrighi a curarsi…”). Sono completamente in confusione, non so cosa fare e soprattutto dove andare… continuo con la fisioterapia, faccio qualche passo con una sola stampella cercando di “caricare”, ma tra il pomeriggio e la sera la caviglia si gonfia tanto per poi sgonfiarsi la mattina (ma non del tutto) e il dolore è sempre presente e mi accompagna per tutto il giorno. Qualcuno mi puo’ dare qualche consiglio/indicazioni? grazie mille

 

Specializzazione Ortopedia e Medicina dello Sport
Tipo di Problema algodistrofia frattura malleolo peroneale

 

Risponde il  professor Francesco Bizzarri specialista in ortopedia e traumatologia, medico dello sport, dipendente dell’Università di L’Aquila e presidente nazionale della Società Italiana di Ginnastica Medica:

 Per contatti diretti: [email protected] o al cellulare 338/5665050

Egr.Sig.Antonio,per rispondere alle sue domande dovrei avere visionato almeno i suoi ultimi due controlli radiografici.La frattura è guarita???? se si il chiodo va tolto.Deve poggiare a distanza di tutti questi mesi ed assumere anche una terapia sia per osteoporosi (banalissimo calcium Sandoz cps 1 a pranzo per 30gg),sia una terapia antiedemigena (reparil cps 1 cps dopo colazione ed 1 cps dopo cena per 10gg).Rimosso il chiodo può fare la magneto…ma importante è il carico e come FKT faccia la piscina.Saluti F.Bizzarri

 
>> Leggi tutte le risposte del Dottor Francesco Bizzarri

 

Se avete altre domande da porre ai nostri specialisti visitate la pagina specifica “Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive”.

Vi ricordiamo che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

Foto: Thinkstock

Lascia un commento