Il tè verde potrebbe ridurre il rischio di cancro al polmone tra i fumatori

di Redazione 0

Bere tè verde potrebbe alleviare l’effetto del fumo sul cancro al polmone. Ad affermarlo è uno studio condotto a Taiwan presentato alla AACR-IASLC Joint Conference on Molecular Origins of Lung Cancer che si è appena conclusa.

Il cancro del polmone è la causa principale di tutte le morti per cancro in Taiwan. Il tè, tè verde in particolare, ha ricevuto molta attenzione in quanto i polifenoli del tè sono potenti antiossidanti, e hanno mostrato un’attività inibitoria contro la tumorigenesi

ha spiegato I-Hsin Lin, uno studente della Chung Shan Medical University di Taiwan.Tuttavia, studi precedenti sul tè verde sono hanno rilevato difetti del modello epidemiologico che rimanevano irrisolti. Lin e colleghi hanno condotto lo studio su 170 pazienti affetti da tumore polmonare e 340 persone sane. I ricercatori hanno somministrato questionari per ottenere caratteristiche demografiche, abitudini sul fumo di sigarette, il consumo di tè verde, l’assunzione attraverso la dieta di frutta e verdura, le pratiche di cucina e storia familiare di cancro al polmone. Essi hanno inoltre eseguito la genotipizzazione sull’insulina come fattore di crescita di polimorfismi sui seguenti fattori di crescita legati all’insulina: IGF1, IGF2 e IGFBP3, che sono stati tutti segnalati per essere associati al rischio di cancro.

Tra i fumatori e i non fumatori, coloro che non bevevano il tè verde hanno avuto 5,16 volte maggiore rischio di cancro al polmone rispetto a quelli che hanno bevuto almeno una tazza di tè verde al giorno. Tra i fumatori, coloro che non bevevano il tè verde per niente avevano 12,71 volte maggiore rischio di cancro al polmone rispetto a quelli che hanno bevuto almeno una tazza di tè verde al giorno.

Lin e colleghi hanno indagato sulla genetica, rilevando che questa può avere un ruolo per differenziare il rischio tra i vari soggetti. I bevitori di tè verde con genotipi IGF1 (CA) 19/(CA) e 19(CA)19/X non suscettibili hanno segnalato una riduzione del 66% del rischio di cancro al polmone rispetto ai bevitori di tè verde che trasportano il genotipo IGF1 X/X.

I fumatori pesanti che sono portatori di genotipi IGF1, IGF2 e IGFBP3 suscettibili hanno avuto anche un rischio più elevato di cancro al polmone rispetto ai fumatori che trasportano gli stessi genotipi non suscettibili.

Il nostro studio può rappresentare un indizio che, nel caso del tumore del polmone dovuto al fumo, la carcinogenesi potrebbe essere modulata dal consumo di tè verde e dai fattori di crescita ambientali

ha concluso Lin.

[Fonte: Sciencedaily]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>