Giovani, alcool e droghe per riuscire a fare sesso


Un terzo dei maschi tra 16-35 e un quarto delle coetanee bevono alcol per aumentare le proprie chance sessuali, fanno uso di cocaina, ecstasy e cannabis intenzionalmente per aumentare l’eccitazione o prolungare il sesso. E quanto emerso da un’indagine su 1300 giovani di vari paesi europei, condotto da Mark Bellis della John Moores University di Liverpool.

I risultati dicono che il consumo di alcol e droghe è intenzionalmente legato al sesso. Disinibiti ed “efficaci”. Da un questionario è risultato anche che i giovani usano l’alcol per favorire le conoscenze che poi possono portare al sesso occasionale, inoltre per disinibirsi e arrivare all’incontro sessuale con maggiore tranquillità.

Cocaina: in aumento l’uso fra le donne

Per combattere ansia e stress anche le donne si rifugiano, sempre più spesso, nella cocaina. Questo il dato emerso nel corso del convegno “L’altra faccia della coca” svoltosi all’Università Cattolica di Milano. E ad affermarlo è la psicologo Gabriella Gilli, docente di psicologia dell’arte e di psicologia della personalità presso l’ateneo milanese. Il consumo di coca cresce tra le giovani studentesse e tra le donne in carriera che assumono in maniera occasionale la sostanza stupefacente per affrontare stress, stanchezza, ansia, ma anche paure e insicurezza legate agli impegni di studio e di lavoro. Oltre a costituire una soluzione illusoria, avverte la docente milanese, l’assunzione occasionale di cocaina espone al rischio di sviluppare una vera e propria dipendenza dalla quale è poi difficilissimo uscire.