Rinoplastica, 10 cose da sapere prima di rifarsi il naso

La rinoplastica è un intervento di chirurgia in cui non si interviene solo sull’aspetto estetico del naso, ma anche su quello funzionale. Molto spesso infatti, ricorrendo al bisturi, si cercano di risolvere alcuni disturbi specifici, per esempio quelli legati alla difficoltà di respirare bene. Cosa sapere però prima di rifarsi il naso?

Renato Calabria, è italiano il miglior chirurgo plastico europeo

E’ italiano il miglior chirurgo plastico europeo: si chiama Renato Calabria ed è a lui che va il 3° Trofeo Anti-Aging & Beauty 2015-2016, il premio europeo di medicina e chirurgia estetica e anti-età che da tre anni viene assegnato da AMEC, Congresso europeo di medicina estetica e anti-età. Un attestato dunque di grande prestigio in un campo delicato come quello della chirurgia estetica.

Naso rifatto delle vip, foto prima e dopo

Il naso rifatto è una caratteristica comune a molte Vip, soprattutto donne, che arrivate ad un certo punto della loro carriera hanno deciso di ricorrere al ritocchino estetico per migliorarsi ancora, anche se di base magari erano già piuttosto piacenti. Quali sono le Vip che si sono rifatte il naso e che, nonostante lo neghino con vigore, vengono inchiodate dal raffronto con il periodo del loro pre-successo?

Mastoplastica additiva (aumento del volume del seno)

Si tratta di uno degli interventi di chirurgia estetica più richiesti in Italia, nonostante le ansie create dalla questione delle protesi PIP. E’ dunque importante fare chiarezza su cosa effettivamente sia la mastoplastica additiva, quali le tecniche operatorie, i tipi di protesi, le possibilità oltre queste, indicazioni, controindicazioni, il post operatorio, i successi, ecc. Come sempre facciamo approfondiamo l’argomento con il prof. Mario Dini specialista in chirurgia plastica ed estetica.

Rinoplastica chiusa, aperta, etnica, costi e dolore post operatorio

Con il termine “rinoplastica” si indica l’intervento di chirurgia estetica finalizzato alla correzione delle anomalie del naso, a volte abbinate anche a problematiche funzionali. Rifarsi il naso è un’esigenza molto comune, e la rinoplastica è dunque una delle operazioni maggiormente richieste al chirurgo plastico. Scopriamone insieme le caratteristiche insieme al nostro esperto, il professor Mario Dini specialista in chirurgia plastica ed estetica come sempre disponibile a rispondere alle nostre domande e alle vostre che eventualmente seguiranno.

Come scegliere il chirurgo plastico: il decalogo

Di certo l’estate non è la stagione giusta per rivolgersi al chirurgo plastico, ma è sicuramente quella in cui si matura maggiormente il desiderio di farlo: la prova costume non sembra essere superata totalmente nonostante gli sforzi e per il prossimo anno l’unica soluzione sembra essere quella drastica e decisiva della chirurgia plastica estetica. Alzare i glutei, rimodellare il seno, togliere le borse sotto agli occhi, eliminare la cellulite o rifarsi il naso, può diventare però un incubo se non ci si affida alle mani giuste, quelle di un chirurgo plastico esperto e che usi tecniche, mezzi e trattamenti autorizzati dalla legge. Ma come fare ad orientarsi, a capire se lo specialista a cui abbiamo intenzione di  rivolgerci è quello giusto?

Cellulite: esperta spiega come combatterla contemporaneamente con dieta proteica, sport e trattamenti estetici

E’ passato molto tempo da quando la cellulite per me poteva essere un problema, ovvero quando ero sempre lì con le amiche a controllare i classici buchetti sulla pelle che assume la configurazione a buccia d’arancia. In realtà sono tra le poche fortunate che la cellulite non l’ha mai avuta, ma ricordo ancora che l’imperativo, tra noi donne attente all’inestetismo era: mettersi rigorosamente a dieta ferrea. Nulla di più sbagliato. Di fatto oggi sappiamo che la cellulite è una patologia che dipende dalla costituzione fisica di una donna (quelle mediterranee, con i fianchi pronunciati saranno più soggette a svilupparla rispetto alle altre), dalla familiarità (ovvero una mamma con le stesse problematiche), ma soprattutto è legata a problemi di circolazione sanguigna e di ritenzione idrica.

Chirurghi plastici aprono sportello informativo per le protesi PIP

Il clamore mediatico riguardo alle protesi PIP (Poly Omplant Prothese) si sta gradatamente affievolendo, ma di certo non l’ansia delle donne, di tutte coloro che negli ultimi anni si sono sottoposte all’impianto di protesi mammarie, per motivi estetici o quale ricostruzione dopo una mastectomia, dovuta ad un tumore al seno. Lo sanno bene i chirurghi plastici, diretti interessati, che ancora si trovano subissati di richieste di informazioni da parte delle loro pazienti, confuse. E’ per questo motivo che l’AICPE (Associazione Italiana Chirurghi Plastici ed Estetici) ha dato vita ad un vero e proprio “sportello PIP”, dedicato a chi ha ancora dubbi e perplessità, ma soprattutto paure.

Chirurgia estetica: i ritocchi delle donne dopo i 45 anni anche col mutuo

La chirurgia estetica rappresenta un ancora di “salvezza” per chi non si sente a proprio agio nel proprio corpo o comunque per quelle donne che dopo una o due gravidanze, solcata la soglia dei 40 anni vuole riacquistare la femminilità del tempo passato. Ebbene il 25% delle italiane tra i 45 ed i 60 anni, per realizzare questo desiderio spesso chiede dei finanziamenti in banca. A porre l’accento sulla questione il chirurgo plastico Giulio Basoccu, primario del Reparto di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva dell’INI (Istituto Neurotraumatologico Italiano) che sottolinea anche come gli interventi correttivi più richiesti, con questa modalità siano legati ad aspetti dovuti alla maternità: l’addominoplastica e l’aumento del seno (mastoplastica additiva), rispettivamente causati dal rilasciamento dei muscoli e della pelle della pancia post-maternità e dell’afflosciamento del seno causato dall’allattamento.

Cristina ha un seno finto e “rifatto male”

Svelato il segreto di Cristina Del Basso, la maggiorata del Grande Fratello che sta facendo impazzire milioni di italiani. Tra i nostalgici delle maggiorate e i fans della televisione trash, l’inserimento della 21enne nella casa del Grande Fratello ha fatto molto scalpore, dato che è in grado di attirare tutti gli occhi su di sè. O meglio, su una parte di sè.

Lei è contenta di questo, e si vanta del suo seno, millantato come vero. Così affermò durante la trasmissione di quest’estate “Veline“, e così ha continuato ad affermare anche una volta entrata nella casa del GF. Ma sono bastati pochi giorni per smascherarla e cogliere la sua confessione:

Voglio una sesta, abbondante

ordinata ad un chirurgo plastico. Oggi arriva anche l’ammonimento da parte di Giulio Basoccu, chirurgo estetico e docente all’università La Sapienza di Roma, il quale arriva ad affermare che il seno di Cristina non solo è antiestetico, ma è stato fatto proprio male.