Clamidia nell’uomo, 3 sintomi da non trascurare

La clamidia è una infezione a trasmissione sessuale (STI) causata da un batterio, la Chlamydia trachomatis. E’ molto frequente anche negli uomini nonostante si tenda erroneamente a pensare che colpisca prevalentemente le donne. Quali sono i sintomi da non trascurare e che potrebbero essere ricondotto a clamidia nell’uomo?

Clamidia, diagnosi in un’ora?

Diagnosi di clamidia in un’ora? E’ quello che promette un dispositivo molto simile ad uno smartphone messo a punto dalla John Hopkins University di Baltimora che unisce la praticità del test alla velocità di analisi dei risultati.

Clamidia: cause, sintomi e terapia

La clamidia è una malattia a trasmissione sessuale tra le più diffuse fra la popolazione di ogni età. Scopriamone insieme le cause, i principali sintomi e la terapia possibile da applicare in caso di contagio.

Tampone uretrale per clamidia, quando farlo?

Richiesta di Consulto Medico
Salve Dottore /Dottoressa dopo 11 giorni da un rapporto orale (passivo) a rischio, ho fatto il tampone uretrale per la ricerca della Clamidia con il metodo Real – Time PCR, del Micoplasma e Colturale Miceti, tutti Negativi. Vorrei sapere se il test può essere considerato definitivo. Grazie

 

Telefono verde AIDS e IST: da luglio chiamate dall’estero

Il telefono verde AIDS e IST dell’Istituto Superiore di Sanità compie in questi giorni 27 anni di attività. Un periodo nel quale è stato di aiuto e conforto per molte persone. Ora grazie all’introduzione di Skype nel suo sistema, potrà ricevere da luglio anche chiamate dall’estero.

Clamidia e gonorrea in gravidanza, i rischi

Clamidia e gonorrea possono portare a sviluppare delle complicazioni del corso della gravidanza. Anche molto gravi. Lo conferma uno studio pubblicato sulla rivista di settore  Sexually Transmitted Infections e condotto dall’Università del New South Wales.

Il tampone vaginale: perché si fa e come

Il tampone vaginale è un esame utilizzato per rilevare la presenza di agenti patogeni responsabili di infezioni della vagina o della cervice uterina. Si tratta di un test molto semplice da eseguire e non eccessivamente fastidioso per la donna che per farlo deve comunque rivolgersi ad un medico ginecologo o ad un laboratorio di analisi attrezzato.

Gonorrea e clamidia, le infezioni riprendono a crescere

Le malattie a trasmissione sessuale sono un campo di ricerca molto scomodo perché difficile da valutare, visto che spesso chi è malato non lo sa o non lo vuole accettare. Negli ultimi anni si sentiva parlare sempre meno di queste epidemie perché, anche grazie alla maggior cultura legata al sesso sicuro, effettivamente erano un po’ calate. Ma secondo una ricerca effettuata presso il Centers for Desease Control and Prevention, non solo non siamo liberi da questa diffusione, ma alcune di queste malattie hanno ripreso a crescere.

Malattie sessuali, è allarme in Italia

E’ boom di malattie sessuali in Europa e l’Italia lancia l’allarme: anche nel nostro paese il contagio è molto alto. Secondo i dati del primo rapporto dell’Ecdc, European center for desease control, il quale ha raccolto i dati relativi alle patologie veneree degli ultimi 10 anni, i casi di malattie a trasmissione sessuale sono in continua crescita.

Educazione sessuale, in famiglia è tabù

L’educazione sessuale in famiglia è ancora argomento tabù, con quanto ne consegue per la salute degli adolescenti che spesso arrivano al primo rapporto sessuale impreparati e disinformati, con un correlato aumento delle malattie trasmissibili sessualmente. Pensate che tra le infezioni, il 68% dei casi di clamidia ed il 48% dei contagi di gonorrea si verificano proprio nei giovani sotto i 25 anni.

In una famiglia su tre non si è mai parlato di sesso e prevenzione di malattie e gravidanze indesiderate e la confusione dei genitori relativamente a metodi contraccettivi e vita degli adolescenti non aiuta certo a fare degli adulti interlocutori affidabili per i ragazzi e le ragazze che muovono i primi passi nel mondo del sesso. Dati preoccupanti, quelli che emergono dal recente sondaggio condotto dalla Sigo su un campione di 600 genitori.