Ebola, quale cura e si può guarire?

L’ebola è una malattia causata da un virus appartenente alla famiglia Filoviridae la cui contagiosità mette a dura prova le zone colpite. Vediamo insieme se vi è una cura e si può guarire dal virus.

Ebola 2014, sintomi da non trascurare

L’epidemia di ebola che sta mettendo a ferro e fuoco l’Africa ha portato il crescere della paura anche in occidente dove protocolli di sicurezza sono stati messi in atto per evitare qualsiasi contagio. Nel caso in cui si può essere venuti a contatto con situazioni incerte, quali sintomi non sono da trascurare?

Ebola 2014 in Italia, news di oggi

L’ebola mette in allerta la popolazione anche in Italia. Un medico di Emergency, originario della Val d’Aosta, di ritorno dalla Sierra Leone verrà posto in quarantena preventiva al fine di eliminare ogni possibile probabilità di contagio.

Ebola Nigeria e Africa, tutte le news

Se la Nigeria è stata dichiarata già da qualche giorno libera dal virus, purtroppo non si può dire lo stesso del resto dei paesi africani colpiti dall’epidemia di ebola. Gli esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità si aspettano infatti un picco di contagi per il prossimo dicembre.

Ebola: contagio, incubazione e prevenzione

Un medico di New York è stato trovato positivo al virus dell’ebola. Era appena tornato dalla sua missione in Guinea per Medici senza Frontiere. Come è rimasto colpito dalla febbre emorragica? Vediamo insieme come funzionano contagio, incubazione e prevenzione della malattia.

Ebola, sintomi e incubazione della malattia

L’ebola è una malattia priva di cura, causata da un virus la cui mortalità è quasi sempre molto alta a a prescindere dai ceppi della stessa. Molti gruppi di ricerca sono impegnati nel mettere a punto una terapia funzionante. Vediamo di capire meglio come funzionano i sintomi e l’incubazione della malattia.

Ebola, drammatica testimonianza dalla Sierra Leone

E’ drammatica la situazione in Sierra Leone. L’ebola ha ucciso senza sosta, e la popolazione dopo tanta sofferenza sta iniziando ora a non vedere con occhio sospettoso l’aiuto dei medici stranieri. Le parole di un missionario che gestisce un centro di cura ci aprono uno squarcio triste e straziante su quella che è la realtà di un paese afflitto da un virus mortale.

Ebola 2014 News, il punto

Quando si parla di ebola, sottovalutare il rischio è l’errore peggiore che si possa fare. La Regione Lazio ha varato un protocollo ufficiale per i medici che potrebbero trovarsi a contatto con dei casi sospetti o conclamati di ebola, recependo le indicazioni dell’OMS. Vediamo insieme le linee guida messe a punto dagli esperti.

Ebola in Europa, ultime news

Un nuovo caso sospetto di ebola in Europa. E’ stata l’Agenzia di Salute Pubblica della Catalogna in Spagna a dare l’allarme, attivando il protocollo necessario in caso di possibile contagio da ebola nella zona. Si tratta di un paziente di 48 anni, ricoverato a Barcellona.

Ebola 2014, vaccini ed altre news

E’ praticamente impossibile la preparazione di un vaccino su larga scala contro l’ebola prima del 2016. E’ questa la notizia che oggi rimbalza tra i media, facendo cadere la speranza di una possibile difesa per le persone che stanno morendo in Africa per l’epidemia.

Ebola in Italia, news di oggi

Tre falsi allarmi di contagio da ebola. Ecco come può essere riassunta questa giornata italiana per ciò che concerne la preoccupazione di possibili contagi da parte del virus che sta mietendo migliaia di vittime innocenti nel continente africano.

Ebola, immagini e realtà degli invisibili

Gli invisibili sono i veri protagonisti dell’epidemia di ebola che sta colpendo l’Africa. Le vittime di cui non conosciamo la storia. Le immagini di un mondo che vediamo a tratti, oscurati dal fatto che effettivamente, del corso della malattia, ci siamo interessati solo quando ha varcato i nostri confini.

Ebola 2014 News, altro contagio in Texas

Si è verificato il secondo caso di contagio di ebola in Texas. E’ risultata infatti positiva, oltre all’infermiera che si occupava del paziente liberiano deceduto, anche l’operatrice sanitaria che fungeva di supporto.