Emicrania, tra le cause troppe gomme da masticare

Masticare troppo chewing gum potrebbe darvi l’emicrania. Se pensavate che fosse solo una vostra impressione sviluppare il mal di testa dopo aver tenuto tra i denti una gomma da masticare, beh, sarete contenti di sapere che una ricerca condotta dall’Università di Tel Aviv ha mostrato la correlazione tra i due eventi.

Mal di testa causa modifiche al cervello?

L’emicrania, il mal di testa che talvolta ci spinge a dover prendere degli antidolorifici per solo poter pensare di aprire gli occhi può modificare in modo permanente la struttura del cervello. A sostenere questa ipotesi sono i ricercatori dell’Università di Copenaghen.

Lo stress raddoppia il rischio di infarto

Se vivete una situazione di stress, cercate di non far passare tutto come semplice stanchezza mentale o fisica: fate attenzione a non sottovalutare i rischi se volete mantenervi in buona salute ed evitare patologie più gravi e debilitanti come malattie cardiovascolari e infarto in misura doppia rispetto alla media.

Mal di testa: possibili cure alternative ai farmaci?

Una cura alternativa per ogni tipologia di mal di testa, che esuli dai farmaci. Una possibilità sempre più reale, come dimostrato nel corso del convegno Pain, Emotion and Headache che si è tenuto a Stresa e nel quale sono stati presentati dei dispositivi davvero unici. Ma saranno risolutivi?

Botox utile contro parkinson e malattie croniche?

Il botox utile contro Parkinson e malattie croniche come la paralisi cerebrale e l’emicrania? Se i risultati venissero confermati vi sarebbe una vera rivalutazione della tossina botulinica. Almeno stando ai dati prodotti dal dott. Enrico Ferrari dell’Università di Lincoln, in Inghilterra.

Mal di testa? Sesso come antidolorifico

Mal di testa addio? A quanto pare una soddisfacente attività sessuale sembra essere un vero toccasana contro cefalee ed emicrania. Una nuova conferma è arrivata da una ricerca condotta dal dipartimento di Neurologia dell’Università di Münster e pubblicata sulla rivista di settore Cephalalgia.

Emicrania, fra le prime 10 cause di disabilità

L’emicrania, una delle principali forme di cefalea, caratterizzata da dolore intenso e ricorrente che colpisce metà della testa, è all’ottavo posto fra tutte le malattie che causano disabilità nel mondo, e con la cefalea tensiva si colloca al settimo posto. È quanto emerso dal Global Burden of diseases 2010, pubblicato su Lancet.

Gli antidolorifici causano mal di testa?

Gli antidolorifici fanno venire il mal di testa? E’ una domanda sulla quale farsi venire davvero un’emicrania, visto che solitamente usufruiamo di questi medicinali proprio per far scomparire il dolore che questo disturbo arreca. Eppure il National Institute for Health and Clinical Excellence inglese suggerisce, attraverso uno studio dedicato che antalgici come l’ibuprofene, l’aspirina e il paracetamolo possano essere in grado di fare aumentare le sue manifestazioni dolorose.

Sintomi della cefalea, in arrivo le linee guida Agenas

Per la prevenzione e la terapia della cefalea nell’adulto, una patologia che colpisce 12 milioni di italiani e in prevalenza donne, sono in arrivo le linee guide nazionali a cura dell’Age.Na.S., l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali. La cefalea cronica è diventata di fatto la principale causa di disabilità e di utilizzo dei servizi, assorbendo circa l’80% dell’intera spesa sanitaria.

Coliche nei neonati, correlazione con emicrania della madre

Vi è una correlazione tra le coliche dei neonati e l’emicrania della madre. Lo suggerisce uno studio condotto da una squadra di ricercatori in neurologia di stanza presso l’Università della California di San Francisco, che spiega come i bambini nati da donne non sofferenti di episodi di “mal di testa” siano meno soggetti alle coliche infantili.

Dopo un ictus si sveglia e sembra parlare italiano, ma è scozzese: ecco la Sindrome dell’accento straniero

Sindrome da accento straniero? La donna che vedete nella foto è veramente speciale: ha 48 anni e lo scorso Novembre ha avuto un ictus ed al suo risveglio si è ritrovata a parlare italiano (o meglio con un accento riconducibile a questa lingua), pur non avendo mai visitato il nostro Paese o fatto un corso per studiarne l’idioma. E’ questa la cosiddetta “sindrome dell’accento straniero” che sembra colpire solo 60 persone in tutto il mondo e si manifesta dopo una lesione cerebrale, proprio come un ictus oppure dopo una violenta emicrania.

Emicrania, arrivano le lenti colorate

Contro l’emicrania, arrivano le lenti colorate. Si tratta di occhiali speciali, in grado di ridurre del 70% i disturbi associati alla fotofobia, l’insofferenza alla luce, tra cui il mal di testa. A rivelarlo, è una ricerca condotta negli Stati Uniti, e pubblicata sulla rivista “Cephalgia”.

Emicrania, un aiuto dalla neuromodulazione

La neuromodulazione, ovvero la stimolazione elettrica del nervo occipitale, è in grado di ridurre la frequenza e l’intensità degli episodi di emicrania cronica. Ad annunciarlo, è uno studio clinico presentato in occasione della 15ma edizione del Congresso Internazionale sulle Cefalee che si è tenuto a Berlino.