Epidermolisi bollosa, terapia e cosa è

Epidermolisi bollosa o malattia dei bambini farfalla. Cosa è e quale è la terapia per contrastarla? Cosa si può fare contro questa particolare patologia della pelle che rende i più piccoli molto “fragili” e dalla salute cagionevole?

 

Infezioni ferite croniche, un aiuto dal miele

Il miele potrebbe essere un valido alleato contro le infezioni causate dai batteri responsabili delle ferite croniche, che non riescono a rimarginarsi e che, generalmente, prevedono la cura a base di antibiotici, non sempre esente da effetti indesiderati. A sostenerlo, sono i ricercatori della Cardiff Metropolitan University, in Inghilterra, che hanno pubblicato i risultati del loro studio su “Microbiology”.

Ustioni? Ora si può stampare la pelle

Fino a qualche tempo fa sembrava pura fantascienza: ora è divenuata realtà. Parliamo di un dispositivo in grado, al pari di normali stampanti all’inchiostro, di stampare letteralmente della pelle.

Quella che sembra essere appena uscita da un film o da un romanzo è ormai una realtà quotidiana negli Stati Uniti. E più nello specifico in Carolina del Nord, dove ricercatori dell’Università di medicina “Wake Forest” hanno presentato finalmente al pubblico questa straordinaria invenzione nel corso del congresso AAAS, (American association for the advancement of science,ndr) una delle associazioni cardine per ciò che riguarda il progresso scientifico tecnologico americano.

La vermo-terapia batte gli antibiotici

Faranno un pò ribrezzo, ma le medicine del domani proverranno da animali…vivi. Una recente terapia, autorizzata dal sistema sanitario americano, prevede l’utilizzo delle larve di alcune mosche o dei vermi per guarire le piaghe da decubito, le cicatrici post-intervento chirurgico e le ulcere del piede che avvengono a causa del diabete.

Finora questo genere di “medicina alternativa” era stata utilizzata solo in mancanza di medicinali per i casi di emergenza come in alcune battaglie della Prima Guerra Mondiale da parte del dottor William S. Baer, il più famoso tra gli altri pionieri. Oggi invece la sperimentazione ha potuto constatare che alcuni vermi cresciuti in cattività possono servire per “sbrigliare” le ferite, alimentare il tessuto malato ed aiutare le cellule sane ad evitare le infezioni.

Ricerca, miele accelera guarigione di lievi ustioni

Il miele, il dolce oro gelosamente custodito dalle api, è noto per le sue proprietà nutritive e balsamiche.
Una recente ricerca andrebbe ad aumentare la lista delle qualità terapeutiche del miele aggiungendovi la guarigione di bruciature dell’epidermide di media e lieve gravità.

Sembrerebbe, infatti, che il prodotto dei laboriosi insetti, riduca notevolmente i tempi di guarigione di alcune ferite causate da scottature ed ustioni.
I ricercatori, facenti capo all’equipe della Clinical Trials Research Unit della University of Auckland, in Nuova Zelanda, hanno infatti realizzato, dopo una serie di studi e di accurate sperimentazioni, che il miele potrebbe potenzialmente rappresentare una valida alternativa alle medicazioni tradizionali nel trattamento delle ustioni.