Obesità e diabete, la prevenzione nei videogiochi per bambini

Obesità e diabete: l’eccesso di peso patologico e la malattia/epidemia del nuovo millennio viaggiano spesso sullo stesso binario, tanto che è stato coniato il termine diabesità per identificarne la stretta relazione. Ebbene, sappiamo che un consumo maggiore di frutta e verdura ed una maggiore attività fisica possono scongiurare i rischi di incorrere nella sindrome, causata ed aggravata dalla cattiva alimentazione e da stili di vita scorretti.

A preoccupare, negli ultimi anni, è in particolar modo il vertiginoso ed inarrestabile incremento dell’obesità infantile. Spesso risulta difficile per i genitori convincere i bambini a fare più movimento e a mangiare frutta e verdura, soprattutto la verdura. La vita sedentaria nei più piccoli è dovuta anche alle molte ore trascorse davanti ai videogiochi. Da qui l’idea di fare prevenzione contro obesità e diabete, sensibilizzando i bambini ad una corretta alimentazione avvalendosi proprio dei videogiochi, uno strumento interattivo efficace per trasmettere messaggi di forte impatto ai giovanissimi.

Rimedi naturali: sì a frutta e verdura

Frutta e verdura sono salutari. Lo sappiamo, eppure ne consumiamo sempre meno. Forse abbiamo dimenticato il vecchio motto che dice: “una mela al giorno leva il medico di torno”. Probabilmente non ne comprendiamo più il significato: eccoci allora pronti a scoprire come e perché frutta e verdura possono essere considerate buoni “rimedi naturali”  per numerose patologie.

Dobbiamo sottolineare prima di tutto che contengono fibre: il che significa che fanno assorbire meno grassi e meno zuccheri (quindi sono utili anche per dimagrire). Sono poi ricche di vitamine, minerali e preziosi antiossidanti. Possibilmente vanno mangiate fresche e crude. La cottura (ma anche il congelamento ed altre forme di conservazione) fa perdere molte vitamine ed altri preziosi nutrienti.

Attento a cosa mangi. Cibi buoni assunti male portano più danni che benefici

I cibi comunemente “salutari”, come frutta e verdura, fanno bene in una ampissima gamma di casi. Essi servono per dimagrire, per sudare meno d’estate, per abbassare il colesterolo e addirittura per rallentare l’invecchiamento. Però secondo gli esperti, molti di questi, se assunti in maniera sbagliata, cioè in interazione con altri cibi o fattori esterni, rischiano di comportare dei danni.

L’esempio più incredibile è quello della carota. Mangiare questo ortaggio ha tantissimi effetti positivi, come la preservazione della vista e l’azione degli antiossidanti. Se però a mangiarlo è un fumatore, non solo questi effetti possono svanire, ma fumando una grande quantità di sigarette e mangiando tante carote, si potrebbe ottenere l’effetto contrario, accelerando il processo dell’invecchiamento e favorendo la nascita di diversi tumori, non solo di quello al polmone. Ma non finisce qui.

A dieta nel 2009 per smaltire i chili del 2008, qualche consiglio pratico

Finite le feste, tra pacchetti scartati e avanzi di cibo per settimane, un altro regalo, meno gradito, è l’ultimo lascito del 2008: qualche etto in più da eliminare.  La Coldiretti ha stimato in due chili il peso in più accumulato dagli italiani più golosi durante le feste, tra Natale e Capodanno.

Per chi ha molti più chili da perdere, occorre certamente rivolgersi ad un dietologo affidabile, senza prestare attenzione alle diete che si trovano on-line e ai consigli fai-da-te. Spesso i consigli dei non professionisti fanno sì perdere peso in fretta e dimagrire subito, ma a discapito della propria salute e, soprattutto, facendoli riacquistare altrettanto in fretta, non appena si ricomincia a mangiare come d’abitudine. Per chi deve soltanto eliminare la pancetta e i grassi accumulati durante le feste, l’ideale è di disintossicarsi seguendo una dieta ricca di frutta e verdura.