Ictus, 10 fattori di rischio

Sono di diversa tipologia i fattori di rischio dell’ictus. Scopriamoli insieme, ricordando quanto uno stile di vita poco corretto possa effettivamente influenzare la nostra salute più di quanto pensiamo.

Fibrillazione atriale, sintomi

Quali sono i sintomi della fibrillazione atriale? Scopriamo più da vicino questa malattia, le sue manifestazioni e in che modo può influenzare la vita di una persona che ne soffre.

Staminali fai da te, sviluppa tumore al midollo

Il trapianto di cellule staminali, condotto all’interno di procedure mediche controllate e coordinate da scienziati preparati, può curare numerose malattie: è accaduto in molte sperimentazioni. Ma un approccio alle staminali di tipo “fai da te” può portare, come nel caso di un uomo americano di 66 anni, alla crescita di un tumore al midollo difficile da bloccare.

Ictus, terapia cellule staminali efficace?

Può una terapia a base di cellule staminali essere efficace contro gli effetti permanenti dell’ictus? Uno studio condotto dall’Università di Standford apre a questa possibilità: è ciò che appare essere successo ai pazienti affidati alle cure dei suoi scienziati.

“Bancomat” del cuore: dati cardiovascolari in una card

Uno speciale bancomat che racchiude tutte le informazioni utili per la salute del cuore: si chiama BancomHeart ed è stato ideato dell’ANMCO (Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri) insieme alla Fondazione per il Tuo cuore HCF Onlus. Tutti i dati cardiovascolari dunque saranno raccolti in una card dotata di password e di pin e che consentirà di accedere a informazioni preziose per il paziente in qualsiasi momento.

Curcuma contro ictus e Alzheimer?

La curcuma, pianta tropicale dalla quale si ricava l’omonima spezia, potrebbe essere un ottimo strumento da utilizzare contro l’ictus e l’Alzheimer. Ad avere questo effetto di protezione nei confronti dell’encefalo sarebbe un composto bioattivo della stessa.

Nuovi Anticoagulanti Orali, ora c’è l’antidoto per le emergenze

Da tre anni a questa parte anche l’Italia può contare sui NAO, Nuovi Anticoagulanti Orali, che si rivelano efficaci nella prevenzione della fibrillazione atriale che si stima possa essere la causa del 15% dei casi di ictus cardioembolici ovvero quelli dovuti a trombi. E’ questo un disturbo causato essenzialmente da una alterazione del battito cardiaco che può rivelarsi davvero molto pericolosa per la salute.

Ictus, meglio chirurgia o farmaci?

Meglio la chirurgia o i farmaci per approcciare l’ictus? Se c’è un fattore certo che deve essere rispettato nella terapia di questa malattia è senza dubbio la velocità d’intervento. Ed in alcune situazioni, soprattutto quelle nelle quali il disturbo è causato da un embolo, agire chirurgicamente apparire essere l’approccio migliore.

Sindrome coronarica acuta, Ticagrelor consigliato

Le maggiori associazioni di cardiologi statunitensi consigliano il Ticagrelor come trattamento per la sindrome coronarica acuta. Sia l’American College of Cardiology (ACC) che l’American Heart Association (AHA) hanno infatti pubblicato l’aggiornamento delle linee guida sulla durata della terapia relativa a questa patologia.

Aritmia più frequente dopo un lutto?

L’aritmia è più frequente dopo un lutto? Secondo uno studio della Aarhus University danese, la risposta sarebbe positiva. Il dolore in questo caso avrebbe un effetto molto importante sul cuore e sulla salute generale della persona.  In questo caso la psiche lavora contro il corpo.

Alteplase ed ictus emorragico?

Alteplase contro ictus emorragico come prospettiva terapeutica? Sembra essere questa la strada intrapresa dai ricercatori dell’Università di Chicago per rendere possibile una riabilitazione il più possibile veloce e completa delle persone colpite dalla patologia.

7 esami da eseguire dopo i 50 anni

Quando si supera la soglia dei 50 anni è bene eseguire alcuni esami di controllo per verificare il proprio stato di salute ed assicurarsi che non vi siano delle patologie nascoste e non ancora palesatesi. Vediamo insieme quali sono.