Malattia renale e rischio insufficienza renale

Sviluppare una malattia renale è più comune di quanto non si creda. Per fortuna però solo una piccola percentuale di queste comporta un’insufficienza renale che richiede di essere trattata con dialisi o trapianto di rene. Ma è sempre opportuno avere la situazione sotto controllo. Le persone con malattie renali devono infatti sottoporsi a test e ad eventuali terapie per evitare un peggioramento della situazione. Ecco cosa occorre sapere al riguardo.

Cibi e dieta con insufficienza renale

Richiesta di Consulto Medico su cibi e dieta in caso di insufficienza renale
Buongiorno dottoressa Coppola. Le scrivo per mia madre che ha 74 anni con insufficienza renale cronica. Siamo in attesa per lunedì della visita nefrologica, ma il suo medico ed il cardiologo, concordano già su questa diagnosi. Cosa deve mangiare e cosa evitare? Da anni ha avuto tracce di sangue nelle urine e creatinina al limite superiore. Il medico di base ha sempre detto che andava bene. Ricoverata per un problema ortopedico invece circa 10 anni fa hanno provato a vederci chiaro, facendo eco, risonanze e di tutto di più senza trovare una causa o altre problematiche. Di fatto, per obesità aveva negli anni precedenti anche avuto degli attacchi di ipertensione e sindrome metabolica- lei che ha sempre sofferto di pressione bassa. E’ tutt’ora in cura per ipertensione nonostante il peso in eccesso sia rientrato e sia scomparsa la sindrome metabolica. La creatinina è sempre rimasta alta e quando anche l’uricemia è salita, insieme al colesterolo e triglicerdidi, l’ho convinta a cambiare medico di base (visto che il suo continuava a dire che era tutto ok per l’età!). Questi gli ha dato una cura per l’uricemia ed i valori sono rientrati, ma a settembre con analisi di routine, tutti i valori sono schizzati nuovamente. Creatina altissima, potassio addirittura a 6.4, crearance creatina bassissima (34) sodio alto, uricemia alta, eccetera. Il cardiologo mi ha detto che dovrà fare probabilmente una dieta aproteica o ipoproteica, ma non so cosa si intende…..vorrei fargliela iniziare subito, prima di andare dal nefrologo….ho letto che le proteine sono fondamentali e trovato cibi aproteici che però sono “pasta e pane” (?). So che deve togliere il sale, ma poiché la sua ipertensione è a tratti giornalieri, togliendo il sale ha svenimenti per pressione troppo bassa…il sale iposodico contiene comunque potassio…Anche le verdure contengono sali minerali….insomma, non sappiamo che pesci pigliare, , in attesa che il nefrologo ci suggerisca anche la dieta adeguata. Grazie”.

Sindrome di Alport negli uomini e nelle donne

Che cosa è la sindrome di Alport? Si tratta di una malattia renale ereditaria, provocata da una mutazione genetica che può portare all’insufficienza renale, così come alla sordità. Gli uomini sono più gravemente colpiti rispetto alle donne. Ecco cosa occorre sapere.

Dialisi, come funziona e durata

Come funziona la dialisi e quale è la sua durata? Quando l’insufficienza renale fa calare la funzionalità dei reni dell’85%-90%, il paziente necessita di espellere dal corpo le scorie ed i liquidi che gli organi non sono più in grado di eliminare. Tale processo serve proprio a questo.

Rene policistico: cause, sintomi e diagnosi

Il rene policistico è una delle malattie genetiche più comuni a danno dei reni . Ed è la principale causa di tale tipo di insufficienza renale nell’adulto. Essa consiste nella formazione di cisti in entrambi i reni che possono aumentare di dimensioni e numero nel corso degli anni.

Sindrome di Alport, cos’è

Cos’è la sindrome di Alport? Si tratta di una malattia rara (circa 1 caso su 50.000 neonati) genetica caratterizzata da una non fisiologica formazione di collagene: colpisce essenzialmente i reni portandoli a fibrosi renale progressiva fino-purtroppo- ad insufficienza renale. Può anche provocare problemi all’udito (fino alla sordità) e più raramente agli occhi. La patologia prende il nome dal medico che l’ha identificata e descritta per la prima volta nel 1927, il Dott. Cecil A. Alport.

Insufficienza renale cronica, stadi e sintomi

L’insufficienza renale cronica è quella condizione in cui i reni smettono di funzionare. Essi non riescono più a regolare l’equilibro idrico e salino dell’organismo ed ad eliminare dallo stesso le scorie e le tossine. Scopriamone insieme stadi di gravità e sintomi.

Trattamento acque per consumo umano, le linee guida per le apparecchiature

Il Ministero della Salute ha pubblicato le linee guida relative alle apparecchiature per il trattamento delle acque per uso umano: ovvero una serie di indicazioni e consigli per scegliere adeguatamente tra quei dispositivi che ci consentono di bere acqua potabile filtrata o eventualmente arricchita.

In dialisi dopo troppo tè freddo

E’ finito in dialisi dopo aver bevuto per 4 anni di seguito troppo tè freddo rispetto a quello consigliato dal medico. Vi sono delle storie di medicina che debbono farci riflettere sulla “misura” che dobbiamo applicare nelle cose: questa è una di quella.

Avocado, proprietà nutritive, controindicazioni e benefici

Sono moltissimi i benefici dell’avocado sulla salute: questo gustoso frutto esotico, infatti, avrebbe il potere di abbassare il colesterolo cattivo, secondo quanto confermato da un recente studio pubblicato sul Journal of the American Heart Association. Ma le proprietà dell’avocado sarebbero davvero moltissime e l’unica attenzione dovrebbe essere rivolta alle calorie: questo frutto infatti non è tra i più light in circolazione.

Trapianto di rene da vivente non compatibile: a Pisa

Un trapianto di rene da donatore non compatibile è stato eseguito lo scorso 26 marzo su un bambino di 8 anni. L’incompatibilità riguardava sia il gruppo sanguigno che gli anticorpi. Otto mesi dopo, il bambino e sua madre (la donatrice) stanno bene e presentano una regolare funzionalità renale.

Gotta: sintomi, dieta e cura (FOTO)

La gotta è una malattia cronica che provoca dolore e difficoltà alle persone che ne vengono colpite, portandole talvolta a sperimentare uno stato di disabilità derivante dalle sensazioni dolose che scatena. Vediamo insieme quali sono i suoi sintomi, la dieta da seguire ed la cura.

Azotemia bassa: cosa significa, valori, sintomi e dieta

 

L’azotemia bassa nel sangue indica l’abbassamento dei valori dell’azoto non proteico nel sangue. Cosa comporta un livello basso di questo elemento? Quando dobbiamo iniziare a preoccuparci davvero? E possiamo riconoscerne i sintomi?

Azotemia alta: sintomi, cause, valori e dieta

L’azotemia è il parametro che si utilizza per misurare la funzionalità renale. Esso indica quanta concentrazione di azoto non derivante da proteine è contenuto nel nostro sangue. Vediamo insieme quali sono i valori di riferimento e cosa fare se questi ultimi non vengono rispettati.