Assistenza alle famiglie e ai portatori di spina bifida

In occasione del suo 30° anniversario dalla fondazione, l’Associazione Lombarda per l’idrocefalo e la spina bifida ha organizzato un convegno il 23 novembre per coinvolgere le famiglie e i portatori di spina bifida, una grave malformazione del tubo neurale, che coinvolge il midollo spinale, cervello, cervelletto, tronco e strutture adiacenti (meningi, vertebre, muscoli, legamenti) del feto.

Acido folico, benefici in gravidanza e non solo

L’acido folico è la vitamina B9, necessaria per la sintesi del DNA, delle proteine, per la formazione dell’emoglobina ed è molto importante per le cellule in rapida riproduzione, in particolare per lo sviluppo dell’embrione. L’acido folico non viene prodotto naturalmente dall’organismo, ma deve essere assunto con la dieta o gli integratori.

Talidomide: dopo 50 anni arrivano le scuse

Dopo esattamente cinquanta anni di silenzio, la casa farmaceutica Gruenenthal, prima produttrice del Talidomide, ha chiesto scusa. Il sedativo per donne incinte in vendita verso la fine degli anni ’50 ha causato malformazioni in circa 10mila bambini nati in quel periodo.  Le scuse sono arrivate nel corso della cerimonia di inaugurazione di un monumento per le vittime del medicinale nella città dove l’azienda ha sede.

Malformazioni congenite: possono essere eredità di una guerra

Le malformazioni congenite sono patologie spesso derivanti da contaminazione da agenti esterni che vanno ad attaccare il dna modificandolo inesorabilmente. Uno studio Italiano ha tentato recentemente di gettare luce sula correlazione che vi è tra le nascite di bambini affetti da malformazioni e i conflitti. Il risultato ha portato a comprendere come  le stesse possono essere una delle eredità delle guerre più difficili da combattere.

Acido folico: confermata l’importanza in gravidanza e non solo

L’acido folico o vitamina B9 è una sostanza molto importante in gravidanza per la prevenzione di alcuni difetti congeniti del tubo neurale che si sviluppano nel primo mese dopo il concepimento. L’incidenza in Italia è di un caso ogni 1000 gravidanze. Troppi se si pensa che per evitarli basterebbe l’assunzione quotidiana di 400 microgrammi al giorno di acido folico. Lo sanno bene le donne che hanno avuto o stanno per avere dei bambini, quanto questo integratore sia importante. Eppure non sanno che l’organismo dovrebbe già esserne completo prima della gravidanza stessa, vista la precocità dello sviluppo dei difetti.

Ecografia pre-natale fallisce 4 volte su 10

Una delle principali preoccupazioni che accompagnano la nascita di un bambino riguarda proprio la sua salute. Le future mamme devono infatti seguire alcune semplici regole nella vita quotidiana e sottoporsi a controlli periodici e rigorosi. Per scongiurare poi l’assenza di particolari patologie vengono invece effettuate analisi specifiche.

Tra queste, l’ecografia prenatale è sempre stata ritenuta un efficace strumento diagnostico per riconoscere le eventuali malformazioni del feto. Tuttavia, però, un recente studio svolto dalla Società Italiana di diagnosi prenatale e medicina materno fetale (Sidip) ha evidenziato che, in realtà, non si tratterebbe di un’analisi infallibile.