Chirurgia estetica, gli interventi più richiesti in Italia nel 2011

Tra gli interventi di chirurgia estetica più richiesti in Italia nel 2011, al primo posto c’è l’aumento del seno, seguito da liposuzione e ringiovanimento dello sguardo. In ascesa anche la medicina estetica, soprattutto le iniezioni di botox e acido ialuronico. A svelarlo è l’indagine condotta dai chirurghi plastici dell’Associazione italiana di chirurgia plastica estetica (Aicpe).

Medicina estetica: anche nella terza età

Anche gli ultrasettantenni ricorrono alla chirurgia e alla medicina estetica. E’ uno dei dati presentati nel corso del XXXI congresso nazionale della Società Italiana di Medicina Estetica (Sime) di cui vi abbiamo già parlato. La notizia ci può stupire, ma non deve assolutamente meravigliarci. Le cose negli ultimi anni sono decisamente cambiate e così i canoni estetici.

Pensiamo ad esempio alla televisione e a quando le annunciatrici sugli “anta” sono state sostituite, da giovani creature. Oggi, la conduzione di importanti programmi televisivi, è affidata a meravigliose cinquantenni, che non disdegnano di farsi fotografare senza veli, magari per una giusta causa. E’ accaduto ad esempio con Barbara D’Urso che lo ha fatto per ricordare l’importante ruolo della prevenzione nella salute.

Medicina estetica, il decalogo della SIME per evitare brutte sorprese

Dal  XXXI Congresso Nazionale della Società Italiana di Medicina Estetica (SIME) in corso a Roma (7-8-9 maggio 2010) presso l’Hotel Rome Cavalieri è emersa una sorta di guida  per chi, scontento del proprio aspetto, vuole rivolgersi al medico estetico e trovare un rimedio ad imperfezioni, difetti, senza tuttavia correre rischi e mettere a repentaglio la propria salute. Tra i problemi più comuni i pazienti incappano spesso in una scorretta informazione sulle modalità e le complicazioni possibili dell’intervento, si affidano a mani non sempre esperte, e si limitano a consultare un solo specialista, venendo così a mancare quel secondo parere fondamentale quando si tratta di mettere mano alla modifica del proprio aspetto fisico.

Per chiarire eventuali dubbi spieghiamo qual è il campo di azione della medicina estetica. La medicina estetica ha per obiettivo la soluzione degli inestetismi, con il fine ultimo di creare armonia tra l’aspetto del proprio corpo e l’interiorità, aiutando a sentirsi bene a qualsiasi età. Nella fase preventiva i medici insegnano come accettare le strutture fisiche ereditate e a valorizzare il proprio corpo tramite regole alimentari, fisiche, psicologiche e comportamentali, cosmetologiche. Nella fase curativa la medicina estetica impiega metodologie e tecniche ufficiali: mediche, fisiochinesiterapiche, termali, cosmetiche.

Italiani sempre più malati, aumenta nel 2008 il ricorso ai farmaci

Aumentano le malattie o l’ipocondria? A questa domanda è complicato rispondere, bisognerebbe valutare caso per caso, ma certo è che gli italiani ricorrono sempre di più ai farmaci. Soprattutto perché costano poco, visto che, secondo i calcoli di Osmed (Osservatorio sul Farmaco), il 75% della spesa è coperto dal Sistema Sanitario Nazionale.

1,8 miliardi sono state le confezioni di medicinali che nello scorso anno sono state vendute, circa 30 per abitante, considerando anche i neonati, per un costo totale di 24,4 miliardi di euro. L’incremento rispetto al 2007 è stato del 4,9%, ma rispetto al 2000 è quasi raddoppiato. Si stima infatti che nel 2000 ogni giorno venivano vendute 580 scatole di medicinali, nel 2008 queste erano aumentate a 924. Un dato che non può essere paragonato all’aumento della longevità della popolazione perché il tasso di mortalità non diminuisce con lo stesso ritmo.

Arriva la primavera. Al via la corsa ai trattamenti di bellezza

La primavera è ormai alle porte e tutte noi donne cominciamo a provare un certo senso di agitazione. Ci soffermiamo più a lungo davanti allo specchio esaminando il nostro corpo alla ricerca degli effetti dei chili di troppo e della sedentarietà cui l’inverno spesso ci obbliga. Alcune di noi, le più previdenti, sono già alle prese con i preparativi per la famosa “prova costume”. Alla ricerca di una dieta fai da te che non ci metta troppo alla prova si aggiunge la corsa alla palestra e al centro estetico più vicini. Anche il viso, impallidito da mesi passati al chiuso dei nostri studi, uffici, case o aggredito dal freddo, dal vento e dall’umidità risulta spento, stanco, ha bisogno anche lui di una bella rinfrescata.

Zumba. Il nuovo modo di fare fitness

Salsa, merengue e rumba tutte insieme in una lezione di aerobica. Questa in poche parole, l’essenza della Zumba il fitness a ritmo di musica latina proveniente dagli Stati Uniti. Si tratta di una serie di movimenti finalizzati a tonificare il corpo e passi di danza latino-americana miscelati insieme in una lezione di fitness che promette di essere travolgente. I passi proposti sono quelli tipici delle danze caraibiche e sono efficacissimi per tonificare cosce, addome, glutei e modellare braccia e punto vita. La Zumba è stata inventata in California dal colombiano Alberto Perez, in arte Beto, un vero e proprio guru del fitness che l’ha importata anche in Europa. Durante la lezione l’istruttore non da alcun tipo di indicazione verbale, ma si avvale del linguaggio del corpo e di un intrigante gioco si sguardi per invitare il gruppo a seguirlo.