Ignatia amara, indicazioni d’uso e posologia

Il rimedio omeopatico Ignatia amara viene ottenuto dalla tintura dei semi essiccati e polverizzati del frutto della pianta di Ignazia (originaria delle Isole Filippine) e dalle successive diluizioni e dinamizzazione in soluzione idroalcolica. È un rimedio antistress per eccellenza, agisce, infatti, sul sistema nervoso e sulla stabilità emotiva.

Alumina: indicazioni d’uso e posologia

L’Alumina è il rimedio omeopatico ottenuto dalla triturazione dell’allumina (l’ossido dell’allumino) con lattosio (per via dell’insolubilità della sostanza minerale) e successive diluizioni/dinamizzazioni in soluzione idroalcolica. Si usa in caso di astenia, secchezza della pelle e delle mucose e per la caduta di peli e capelli. Vediamo insieme le indicazioni d’uso e la posologia.

Cimicifuga racemosa: proprietà, uso e controindicazioni

 

Il rimedio omeopatico cimicifuga è ottenuto dalla tintura madre di actaea racemosa, una pianta erbacea perenne originaria dell’America settentrionale, ed è prevalentemente femminile. È utilizzato soprattutto per la prevenzione e la cura dell’osteoporosi, in caso di menopausa e per regolarizzare il ciclo mestruale.

Arsenicum album: a cosa serve e indicazioni d’uso

Il rimedio omeopatico arsenicum album si ottiene da un composto dell’arsenico ed agisce sulle mucose dell’apparato digerente e respiratorio, sul sistema nervoso, sulla pelle e sul sangue. È indicato, infatti, in caso di problemi digestivi, asma, indigestione, ulcere della bocca e debolezza diffusa. Vediamo insieme le indicazioni d’uso e le dosi consigliate.

Achillea millefolium: posologia e indicazioni d’uso

Il rimedio omeopatico ottenuto dall’achillea millefolium, una pianta perenne della famiglia delle Asteraceae, comune nei prati e nei campi, è la tintura madre. Si utilizza come antiemorragico e cicatrizzante, inoltre è un valido aiuto contro le varici e le emorroidi. Anticamente, le foglie venivano impiegate per curare le contusioni e le ferite. la pianta di achillea è composta da olio essenziale, flavonoidi, acidi fenolici, composti azotati, cumarine, tannini, triterpeni e steroli.

Rimedi omeopatici per la tosse grassa e secca

La tosse è uno dei sintomi più comuni delle infezioni virali. Questo disturbo, infatti, si accompagna a sindromi influenzali, bronchiti, faringiti e laringiti, che provocano irritazioni alle vie aeree, a volte con produzione di muco.  La tosse è un meccanismo di difesa messo in atto dall’organismo per liberare le prime vie respiratorie da germi, muco o corpi estranei, che possono ostacolare il passaggio dell’aria. Vediamo insieme i rimedi omeopatici più efficaci.

Arnica montana: proprietà e controindicazioni

L’arnica montana è un erba perenne che cresce sulle montagne, appartenente alla famiglia delle Asteracee. Il rimedio omeopatico si ottiene dalla tintura madre dei fiori della pianta ed è indicato soprattutto in caso di dolori muscolari, traumi, ematomi, ma anche contro lombalgie e lombosciatalgie. Vediamo insieme quali sono le proprietà, le dosi e le controindicazioni.

Nux vomica: posologia, sintomi e indicazioni

La Nux vomica (anche detta Noce vomica) è un rimedio omeopatico consigliato in caso di stress, mal di testa e nervosismo, ma anche contro i problemi di digestione legati ad un sovraccarico emotivo e a uno stile di vita sregolato. La Nux vomica si ottiene dalla tintura dei semi del frutto della pianta omonima, prima essiccati e poi polverizzati, e dalle successive diluizioni/dinamizzazioni in soluzione idroalcolica. Agisce soprattutto sul sistema nervoso (centrale e periferico) e sull’apparato digerente (fegato in primis). Vediamo insieme qual è la posologia e le indicazioni d’uso.

Rimedi omeopatici per il mal di gola: l’Aconitum

Il mal di gola è spesso il sintomo che accompagna il raffreddore o l’influenza, ma può essere causato anche da infiammazioni come faringite, laringite o tonsillite, dall’esposizione eccessiva a fumo e/o sostanze irritanti presenti nell’ambiente e dall’aria troppo secca. Si tratta di un disturbo molto comune e si manifesta soprattutto nella stagione invernale. Tra i rimedi omeopatici l’Aconitum (napellus) è tra i più efficaci.

Influenza: prevenzione, sintomi e cura con l’omeopatia

E’ questo il periodo dei primi raffreddamenti e di quelle che chiamiamo le sindromi influenzali, mentre solo nei prossimi mesi andremo incontro alla vera e propria influenza stagionale. Qualunque sia la causa virale e l’impatto sulla salute (l’influenza propriamente detta è provocata da virus specifici ed è altamente contagiosa ed aggressiva con sintomi molto violenti e che durano parecchi giorni al contrario delle altre forme virali simil influenzali che si manifestano in contemporanea oltre che nel resto dell’anno), l’omeopatia può essere d’aiuto. Vediamo come.

Polimenorrea, tutti i rimedi naturali

Le mestruazioni sono una delle manifestazioni della fisiologia femminile che più risentono di eventuali cambiamenti a livello ormonale o psicologico. Addirittura lo stress può portare ad una loro alterazione. Oggi vedremo insieme i rimedi naturali da poter utilizzare in caso di polimenorrea per riportare la situazione in una condizione di equilibrio.

Stress da rientro dalle vacanze, si cura con l’omeopatia

Finite le ferie il tran tran della vita quotidiana ci chiama a rapporto: il lavoro, le faccende domestiche, i bambini a scuola, la spesa, ecc. Il rientro dalla vacanze è per molti una fonte di disagio psico-fisico, e non di rado capita di sperimentare un senso di inquietudine, stanchezza, difficoltà di concentrazione, mal di testa, e dolori muscolari. Tutti questi sintomi, infatti, prendono il nome di sindrome da rientro.

Ai rimedi dell’omeopatia si affida 1 italiano su 6

Le medicine alternative sono sempre più diffuse, e secondo un rapporto dell’indagine condotta da DoxaPharma, presentato recentemente dall’Associazione che rappresenta la maggior parte delle aziende produttrici e distributrici dei farmaci omeopatici (Omeoimpresa), ben 1 italiano su 6 si affida ai rimedi omeopatici per curare i piccoli disturbi, dalla tosse al raffreddore.

Allergia graminacee, omeopatia e rimedi naturali

L’arrivo della bella stagione non è sempre piacevole per chi soffre di allergie alle graminacee, un disturbo che colpisce il 10-15% della popolazione italiana. Con il termine di graminacee si fa riferimento ad una famiglia piuttosto numerosa di piante che si trovano tanto nelle distese erbose come i pascoli, quanto lungo i bordi delle strade o nei prati dei giardini. Inoltre, delle graminacee fanno parte anche molti cereali tra cui il grano, il mais, la segale, il riso, l’avena, ecc.