Dolore ai polsi, esercizi da fare

Quello del dolore ai polsi è un disturbo più diffuso di quello che si pensa. Sia tra le persone attive che tra coloro che a causa del lavoro di ufficio sollecitano in maniera continua questa parte del corpo. Vediamo insieme gli esercizi da fare per stare meglio.

Tunnel carpale, esercizi contro il dolore

La sindrome da tunnel carpale può arrecare molto dolore a chi ne soffre. Ecco alcuni semplici esercizi da eseguire per sentirsi meglio anche senza usufruire di antidolorifici. Non serve molto: solo qualche minuto del proprio tempo.

Nuovi ticket in arrivo, cosa si paga?

Nuovi ticket potrebbero essere in arrivo se i LEA, i nuovi livelli essenziali di assistenza, venissero approvati così come sono. Lo spiega la CGIL sottolineando come alcuni cambiamenti di categoria relativi alla tipologia di alcuni interventi peserebbero sulle tasche degli italiani.

Malattie della mano, le 5 più comuni

Le malattie della mano sono tante ma molto spesso vengono sottovalutate dai pazienti che tendono a lasciar passare il tempo, sbagliando, in attesa che tutto si sistemi. Le cause di questo tipo di disturbo possono essere diverse ma nella maggior parte dei casi le malattie della mano necessitano di una pronta diagnosi per conoscere un epilogo felice. Ecco quali sono le più comuni.

Mani fredde doloranti con formicolio: le cause

Mani fredde, doloranti e con formicolio: un disturbo che si affaccia più spesso di ciò che si crede nella vita delle persone e che può dipendere da diversi fattori. Ricostruiamo insieme quali possono essere le cause di questa condizione.

Sanità pubblica: cosa cambia nel 2013

Il 2013 porta numerose novità in ambito di sanità pubblica. I tagli richiesti al comparto, pari a circa 8 miliardi di euro, hanno messo in moto una macchina inarrestabile di cambiamenti. Vediamo insieme di cosa si tratta e cosa cambierà per i pazienti.

Mani gonfie e doloranti al risveglio e non: cause e rimedi

Al mattino al risveglio o nel corso della giornata le vostre mani si gonfiano e diventano doloranti? Si tratta di un disturbo molto frequente nella popolazione e “comune” a diversi disturbi fisiologici spesso transitori e non preoccupanti. Il problema consta nel fatto che questa condizione può rivelarsi debilitante nella normale gestione delle azioni quotidiane.  Vediamo a cosa è dovuta questa sintomatologia ed a come rimediare.

Articolazioni: una patologia può rovinare una carriera

Molto spesso, a meno che non inizino a dolere per una qualsiasi motivazione, non diamo molta importanza alle nostre articolazioni. Ed è un male, dato che sono loro stesse, in un mix stupefacente con i nostri muscoli e le nostre ossa a concederci capacità di movimento e di azione. Quelle che spesso dimentichiamo e risultano problematiche sono quelle delle mani: una loro patologia, senza che ce ne rendiamo conto può arrivare a rovinare una intera carriera.

I sintomi e i rimedi per la sindrome del tunnel carpale

Il canale carpale, come tutti i tunnel, è formato da un pavi­mento, cioè le ossa del polso, e da un soffitto, vale a dire il le­gamento traverso anteriore del carpo, che tiene assieme ossa e muscoli. All’interno scor­rono il nervo mediano e i ten­dini flessori delle stesse dita, che sono ricoperti dalle guaine tendinee. Il tunnel carpale non può aumentare di calibro. Per cui basta un ispessimento delle guaine o del legamento, dovuto ad uno sforzo eccessivo e prolungato o a microtraumi ripetuti, per comprimere il nervo mediano e causare il dolore. La mano si gonfia e le prime tre a quattro dita diventano intorpidite e formicolanti.

Il problema riguarda circa il per trenta per cento della popolazione, colpisce di più le donne, forse perché il loro canale è più piccolo di quello maschile. La mano che corre più rischi è quella dominante, la sinistra nei mancini e la destra in tutti altri. Chi usa molto e sforza dita e polso, per lavoro o per hobby, è più esposto. Non a caso è considerata una vera e propria malattia professionale di co­loro che lavorano nell’industria manifatturiera o nel confeziona­mento, di chi prepara gli alimen­ti, fa pulizia, cucina o lavora alla cassa di un supermercato.

Negli ultimi anni il ventaglio del rischio si è allargato anche a chi lavora al computer. Non tanto per lo sforzo richiesto nell’utiliz­zo di mouse e tastiera, quanto per la postura scorretta assun­ta da spalle, braccia e mani, mantenuta per molte ore. Sono stati anche condotti studi di er­gonomia per progettare tavoli, sedie e tastiere che favoriscano il mantenimento di posizioni confortevoli e prive di tensioni permanenti.

La sindrome del tunnel carpale

Nel nostro polso c’è un canale, detto tunnel carpale, attraverso il quale passano i tendini flessori delle dita e il nervo mediano, che va ad innervare la faccia palmare del 1°, 2° e 3° dito della mano e metà del 4°. Questo canale, il cui pavimento è costituito dalle ossa del carpo e il tetto dal legamento trasverso, è poco espansibile. Suc­cede così che, quando vi è una tendinite o un processo occu­pante spazio (per esempio, una cisti), le strutture all’interno del tunnel si rigonfiano provocando una compressione del nervo me­diano.

 Tale compressione si ma­nifesta con un formicolio delle dita innervate, cioè pollice, in­dice, medio e metà dell’anulare, a volte con dolore, in alcuni casi irradiato all’avambraccio (specie se il problema persiste da tanto). E’ più frequente nelle donne, so­prattutto fra i 40 e i 60 anni. I pazienti si lamentano di accu­sare formicolio soprattutto alle prime ore del mattino, quando il fastidio li sveglia e sentono il bi­sogno di muovere la mano per­ché hanno una sensazione di “sangue che non arriva alle dita“.

Tunnel carpale, il sesso tra le cause

La sindrome del tunnel carpale è una problematica che interessa l’articolazione del polso e delle mani e che è molto diffusa. A soffrirne, solo in Italia, vi sarebbero ogni anno almeno cinque milioni e mezzo di persone. Un disturbo fastidioso che alla lunga ostacola i normali movimenti e provoca indolenzimenti a polso, mano e dita.  Solitamente, la causa principale viene ritenuta l’assunzione di posture scorrette e la ripetizione di alcuni movimenti che alla lunga possono provocare la comparsa della sindrome.

L’utilizzo del mouse e della tastiera e lunghe ore di salute vicino al pc sarebbero i principali responsabili del tunnel carpale, almeno fin ‘ora. Una nuova ricerca, però, mette sotto accusa tra le varie attività anche il sesso. Una scoperta insolita a cui è arrivato il professore John Zenian che ha pubblicato l’esito della ricerca sulla rivista specializzata Journal of Medical Hypotheses. Passare troppo tempo tra le lenzuola, insomma, favorirebbe la comparsa della problematica per via di alcuni fattori.