Febbre del Nilo: rischio epidemia?

Febbre del Nilo: vi è un rischio epidemia? Al momento è ancora troppo presto per lasciarsi andare a bilanci di questo tipo. Negli Stati Uniti, rispetto agli anni passati la situazione sembra peggiorata, con 26 morti dall’inizio dell’anno e circa 639 malati, di cui oltre duecento nel solo Texas. In Italia, due giorni fa un uccello è stato trovato positivo al virus. Bisogna avere paura? La risposta è no, per il momento.

Donazioni del sangue: importanti i controlli

Donazioni del sangue, senza di loro non si potrebbero affrontare operazioni chirurgiche e diverse altre patologie come la leucemia e gravi anemie. Vi è uno specifico protocollo da eseguire al fine di essere considerati abili alla donazione e sono diverse le condizioni che devono essere soddisfatte.

Età, malattie pregresse, eventuali tatuaggi,  sono tutti elementi importanti dei quali tenere conto.

Estate 2010, arrivano le zanzare “indiavolate”. Ecco i rimedi per tenerle lontane

Il freddo che ha fatto quest’anno non ha avuto solo conseguenze spiacevoli. Ha infatti avuto il merito di tenere lontane le zanzare. Questi fastidiosi insetti che di questi tempi di solito stanno già svolazzando nelle nostre case, ancora non si vedono, ma gli esperti non gridano alla vittoria. Anzi, avvertono di andarci cauti con l’ottimismo.

Il gran freddo ed il fatto di averle tenute lontano dalla nostra cute per così tanto tempo le ha fatte “incattivire”, e così, secondo la Stiftung Warentest, un istituto tedesco che si occupa di monitoraggio dei prodotti contro le zanzare, avverte che arriveranno più cattive e affamate di prima. Durante quest’inverno rigido infatti si sono rifugiate nei tombini ed in tutte quelle zone paludose dove, fino a 5 gradi sotto zero, hanno trovato la forza di sopravvivere. Ma ora che le temperature stanno ricominciando a salire, sono pronte ad attaccarci anche più numerose di prima.